Inter-Napoli 1-1

 

Inter-Napoli

Si risolve agli ultimi minuti lo scontro a San Siro tra i l’Inter e il Napoli con un pareggio in una partita in cui si è giocato solo gli ultimi dieci minuti. In realtà l’ennesimo mezzo passo falso dei nerazzurri che salvano il risultato e l’allenatore Mazzarri all’ultimo reagendo solo dopo aver incassato il gol mettendo sul campo un po’ di cuore e d’orgoglio.

inter-napoli

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con Report.  Tornano le inchieste presentate dalla brava Milena Gabanelli che ci introduce i reportage dei suoi bravi collaboratori.

Nella prima inchiesta di questa sera intitolata “Il segreto nel piatto” di Roberto Pozzan si parlerà di TTIP,  il Trattato Transatlantico sugli investimenti che Europa e Stati Uniti stanno negoziando da diversi mesi. Sulle trattative in corso e gli accordi finora raggiunti vige infatti la massima segretezza. Eppure, l’approvazione del TTIP potrebbe cambiare le nostre vite.

report

Nella seconda parte della trasmissione il bravo Sigfrido Ranucci con l’inchiesta “The Specialist” ci mostrerà delle immagini riguardanti una delicata operazione chirurgica avvenuta in un ospedale del sud, dove viene impiantato un dispositivo bi-ventricolare. Ma ad operare, secondo le informazioni in possesso di Report, non sarebbe il chirurgo, ma addirittura l’addetto-vendite di una nota multinazionale produttrice di defibrillatori. Secondo un altro venditore di un’altra azienda di dispositivi medici intervistato da Report, il fatto non sarebbe un’eccezione…

Infine Michele Buono con l’inchiesta “Sotto al muro” ci parlerà della storia di Osman Kalin, turco dell’Anatolia,trapiantato In Germania nel 1943 che ha vissuto sulla sua pelle il muro di Berlino che ha visto costruire accanto alla sua casa e con caparbietà è riuscito a vederlo finalmente abbattere.

Se cercate del buon giornalismo “S, non perdetevi ogni domenica le inchieste dei videogiornalisti impegnati a farci sapere come stanno davvero le cose.

Crozza a diMartedì del 14.10.2014 – [Video Completo]

Maurizio Crozza dedica la copertina di diMartedì su La7 alla nuova tragedia che ha colpito la città di Genova, vittima di una seconda devastante alluvione che anche stavolta ha portato via con sé delle vite umane. Le parole sono per tutti: dall’amministrazione locale che non ha mai fatto partire i lavori necessari per la messa in sicurezza delle condotte sotterranee del Bisagno e degli altri torrenti, fino ai politici o pseudo tali che hanno cercato più o meno di presenziare. Ovviamente tutti meritatamente contestati, da Matteo Renzi a Beppe Grillo, quest’ultimo accusato di fare passerelle. Di fatto, mentre Genova annegava nella melma, anziché aiutare la sua città, il comico era a fare intrattenimento alla 3 giorni del Movimento 5 Stelle, al Circo Massimo di Roma. A sua differenza, Maurizio Crozza dona 10.000 euro alla città.

crozza_video_precedenti

Google celebra con un doodle la filosofa Hannah Arendt

google_doodle_Hannah_Arendt

Sulla pagina principale del motore di ricerca di Google oggi compare un doodle in omaggio al 108° anniversario della nascita della filosofa Hannah Arendt (nata ad Hannover il 14 ottobre del 1906 e poi naturalizzata americana, morta a New York nel 1975).

hannaarendtPerseguitata dal regime nazista che la costrinse ad emigrare prima in Francia e poi negli Stati Uniti, l’Arendt contro ogni «totalitarismo» difese il concetto di «pluralismo» in ambito politico preferendo un sistema basato sulla democrazia diretta rispetto alla democrazia rappresentativa, come enuncia in numerosi  documenti filosofici, politici e storici, oltre che in biografie e opere letterarie. Tra le sue opere più importanti ricordiamo “Le origini del totalitarismo”, “Ebraismo e modernità” e “La banalità del male” nonché le sue corrispondenze per la prestigiosa rivista “New Yorker” in occasione del processo al gerarca Eishman.

Molto bello intenso il film a lei dedicato intitolato proprio Hannah Arendt (2012) con il quale Margarethe von Trotta ha portato sul grande schermo la vita di questa donna energica, intellettuale coraggiosa, coerente e per molti versi controversa.

Notifiche SMS My Wind a pagamento dal 15 dicembre

disattivare-segreteria-wind

E pure WIND si adegua a quanto già fatto quest’estate da TIM (per i servizi LoSai e ChiamaOra) e VODAFONE  (per i servizi Recall e Chiamami): così il servizio di notifica SMS My Wind (il servizio che informa con un SMS delle chiamate ricevute mentre si ha il telefonino spento, non raggiungibile o quando si è occupati in un’altra conversazione) diventerà a pagamento dal prossimo 15 dicembre.

Ecco quanto si può leggere nella pagina di My Wind:

“A partire dal 15 dicembre 2014, il servizio My Wind diventerà a pagamento per i clienti con Ricaricabile. Da tale data, il servizio My Wind costerà 19 centesimi addebitati solo alla ricezione del primo SMS di notifica e per 7 giorni, incluso quello nel quale hai ricevuto il messaggio, potrai usufruire del servizio senza ulteriori costi”.

“In seguito My Wind continuerà a rimanere attivo ma il relativo costo di 19 centesimi per 7 giorni verrà addebitato solo alla ricezione di un eventuale nuovo SMS di notifica. Il costo di My Wind si applica anche con credito zero e segreteria telefonica attiva; non funziona se sul telefonino è impostato il trasferimento di chiamata verso un altro numero di telefono.”

In pratica Wind farà pagare 19 centesimi alla ricezione di una notifica quindi nell’arco dei sette giorni successivi le ulteriori notifiche rientreranno in questo addebito. Successivamente, nel caso si riceva una notifica,  sarà necessario sborsare altri 19 centesimi che copriranno altri sette giorni. Insomma, un ciclo continuo che potrebbe portare in pratica a pagare 76 centesimi al mese.

Ricordiamo che il servizio può essere disattivato o riattivato in qualsiasi momento, chiamando il 403020. I clienti con ricaricabile attivata prima del 20 ottobre 2014 riceveranno un SMS con la variazione contrattuale. Anche in questo caso il servizio può essere disattivato o riattivato chiamando il 403020.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

Tornano le inchieste di Report con la brava Milena Gabanelli ad introdurci ai reportage dei suoi bravi collaboratori. In questi giorni sono tornati alla ribalta i protagonisti del naufragio della Costa Concordia davanti alle coste dell’isola del Giglio.

reportQuest’anno la seconda puntata del nuovo ciclo si apre con l’inchiesta intitolata “La Concordia nazionale”. Giovanna Boursier ha ricostruito quello che è accaduto la notte del naufragio con documenti e interviste inedite. Il comandante Francesco Schettino è accusato di omicidio colposo plurimo per non avere dato l’ordine di emergenza in tempo e avere abbandonato la nave prima che tutti i passeggeri fossero in salvo. Schettino, intervistato in esclusiva da Report, racconta la sua versione dalla quale emergono fatti fino a oggi sconosciuti.

Nella seconda parte della trasmissione il bravo Sigfrido Ranucci torna con un aggiornamento de “Il danno e la beffa” l’inchiesta che è andata in onda la settimana scorsa e che denunciava lo stato del laboratorio dell’Istituto Superiore di Sanità, incaricato di certificare la sicurezza di dispositivi che vengono impiantati nel corpo, quali ad esempio pacemaker e defibrillatori.

Si chiude con l’intervista di Milena Gabanelli a Gino Paoli, uno dei più grandi artisti italiani, oggi presidente della SIAE, la Società italiana Autori ed Editori che, tra tante polemiche, gestisce i diritti su ogni creazione dell’ingegno in Italia, in un’intervista esclusiva ripercorre le tappe principali della sua carriera e della sua vita privata, svelando amori, delusioni, fino al tentato suicidio “per noia”, di cui porta una traccia nel cuore

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni domenica le inchieste dei videogiornalisti impegnati a farci sapere come stanno davvero le cose.

Recensione del film Lucy

Lucy

Lucy_Poster_USA_midSono andato al cinema a vedere questo film con tante e tante aspettative. D’altronde il regista della pellicola è il francese Luc Besson che nelle tinte “fantascientifiche” mi era piaciuto come aveva girato quel floppone del Quinto Elemento (1997) e la protagonista, “donna d’azione”, è la stupendevole Scarlett Johansson la cui silhuette ho ancora ben impressa nella mente dalla visione di Under the Skin (2013).

[SPOILER] Lucy è una ragazza americana che vive a Taipei, non sappiamo bene cosa ci faccia lì, ma intuiamo da un flash back che da qualche tempo se la spassa a sbevazzare con l’amico Richard che la costringe a consegnare una valigetta in un albergo. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 185 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: