[TUTORIAL] Come eliminare i fruscii dalla registrazione con microfono in Ubuntu (Echo Cancellation)

senzanomeSe per qualche vostro motivo avete provato a registrare una conversazione con il microfono su Ubuntu, avrete sicuramente notato la presenza di fruscii e rumori di fondo nel vostro file audio. Solitamente è necessaria la correzione con Audicity.

In realtà è possibile ovviare alla radice al problema attivando un filtro Echo Cancellation che riduce di molto se non del tutto il rumore di fondo del microfono.
Ecco come procedere per attivarlo.


– ISTRUZIONI –

  • aprire il terminale;
  • digitare il seguente comando: sudo gedit /etc/pulse/default.pa
  • immettere la password di superutente;
  • dal menù di Gedit selezionare l’opzione Cerca e immettere: echo cancellation
  • inserire la seguente riga di comando come nella figura: load-module module-echo-cancelistantanea_2016-09-20_20-20-09
  • salvare il file;
  • riavviare Ubuntu.

Se avrete seguito correttamente le istruzioni adesso tra i device di ingresso ve ne troverete aggiunto uno nuovo.
Si tratta del vostro microfono con il filtro cancellazione di rumori di fondo attivato che potete d’ora in poi utilizzare nelle vostre registrazioni con risultati di molto superiori a prima.istantanea_2016-09-20_20-23-50

N.B.: Andate a modificare il file default.pa solo se siete sicuri di quello che state facendo. Auguri.

Crozza a diMartedì del 13.09.2016 – [Video Completo]

Torna l’appuntamento settimanale con Maurizio Crozza che apre la copertina di diMartedì su La7.

Nella prima puntata della nuova stagione ce n’è per tutti: la battuta iniziale va a Giannini che l’ultima volt che è stato ospitato da Floris gli ha poi soffiato lo studio… poi l’omaggio all’editore di La7, quel genio di Cairo che è sempre nel mirino del comico di punta della sua rete generalista. L’ospite inedito, una giovane promessa della politica assomiglia identico sputato a Bersani

crozza_video_precedenti

[Cosa fare] Wind rimodula Wind 5 e Super Senza Scatto

Wind annuncia la rimodulazione dei piani Wind 5 e Super Senza Scatto che diventano tutti Wind 2 Senza Scatto.istantanea_2016-09-11_17-17-10

Notizie poco positive per noi clienti Wind con piano ricaricabile senza canone mensile. L’operatore informa che questi piani tariffari saranno eliminati e si trasformeranno Wind 2 Senza Scatto. In realtà Wind 5 è già stata rimodulata il 05/09/2016, mentre Super Senza Scatto sarà modificata a partire dal 10/10/2016.

Magra consolazione: come da contratto i clienti Wind coinvolti nel passaggio ‘forzoso’ hanno ricevuto o riceveranno un SMS di avviso entro 30 giorni. Ma sono in tanti quelli che non ne sanno niente!!!!

In pratica oltre al cambiamento del costo al minuto della telefonata con Wind 2 Senza Scatto ci sarà da pagare un canone mensile di 2 euro. Una vera disdetta per tutti coloro i quali sono possessori di una SIM dalla quale fanno pochissime telefonate e che erano abituati a ricaricare una o due l’anno (tipo mio padre ad esempio che è anziano ha ancora la linea fissa e utilizza il cellulare per essere sempre da noi rintracciabile).

Tralasciando il malcontento della clientela per questo tipo di operazioni che ci fanno capire quanto poco attente siano i provider di telefonia mobile ai nostri ‘interessi’, l’unica soluzione poco pubblicizzata al momento (oltre  a rescindere dal contratto, ovviamente) è quella di passare gratuitamente al piano tariffario Wind 1 che pur avendo dei costi sensibilmente più alti non richiede il pagamento di alcun canone mensile.

Confrontiamo i costi principali delle tariffe Super Senza ScattoWind 1 e Wind 2 Senza Scatto:istantanea_2016-09-11_17-07-15

A meno che non si faccia un congruo numero di telefonate al mese il passaggio ‘automatico’ stabilito da Wind alla nuova tariffa Wind 2 non è per niente conveniente. Se si vuole ancora utilizzare la SIM con un piano ricaricabile senza abbonamento mensile occorre quindi scegliere il male minore e passare a Wind 1 che oltre ad un aumento del costo della telefonata prevede anche uno scatto alla risposta di 11 centesimi.

Per attivare Wind 1 :

  • via web: cliccare sul pulsante Attiva presente nella pagina della tariffa Wind 1;
  • chiamare il 155, effettua un cambio piano nella sezione “Fai da Te“;
  • recarsi in un Negozio Wind.

11-09-2001

11-settembre-breaking1-960x320

Quel pomeriggio ero impegnato a discutere animatamente al telefono con un fornitore, quando questi m’interrompe e chiude la comunicazione scusandosi velocemente e dicendomi di accendere il televisore.

La prima immagine che mi viene in mente ripensando a quei momenti è quella di tutti i colleghi dell’ufficio accalcati davanti al monitor del mio computer (unico all’epoca con accesso ad internet) che guardiamo in silenzio, il fumo che si alza da uno di grattacieli. Ero riuscito a collegarmi non so a quale sito americano che trasmetteva credo in diretta da New York. Eravamo in pochi a capire le parole del giornalista che in un quadratino seguiva insieme a noi quell’evento e insieme a noi cercava di capire cosa stesse succedendo.

Non passò tanto tempo quando il secondo aereo si schiantò sull’altra torre e allora fu chiaro a tutti che non si era trattato di un incidente, ma di un attentato terroristico: pareva la fine del mondo. Una delle cose che mi sono rimaste più impresse è che non c’era nessuno tra i miei colleghi che parlasse. Ce ne stavamo tutti là a guardare senza fiatare, nemmeno i telefoni avevano smesso di squillare.

La sensazione di angoscia che mi attanagliava la gola e lo stomaco non me la sono dimenticata. Ad un certo punto in molti, io compreso, ci siamo convinti che quella catastrofe poteva scatenare qualcosa di molto molto peggio. Quell’evento lontano e strano poteva significare che stava arrivando la fine del mondo come lo avevamo conosciuto fino a quel momento. Alla spicciolata chi prima e chi dopo ce ne tornammo ognuno a casa propria in anticipo sul normale orario. Alla tv la situazione risultò essere ancora più grave: i puntini neri che s’intravvedevano ogni tanto solcare il cielo fumoso che attorniava le torri, non erano mosche. Erano esseri umani che preferivano lanciarsi nel vuoto piuttosto che morire asfissiati o carbonizzate.

Poi ad un certo punto un nuvolone di polvere e il primo grattacielo non c’era più. Tempo dopo pure la seconda torre seguì la stessa sorte. Intanto giungevano notizie dell’incidente al Pentagono  e di altri aerei dirottati.

Sul divano in salotto tremavamo tutti di paura e tutti pensavamo alla stessa cosa: che ne sarà di noi adesso?

Nuovamente hackerato il servizio di Libero Mail

Libero Mail, uno dei più popolari servizi di posta elettronica per gli utenti italiani alternativo a Gmail, ha subito negli scorsi giorni un attacco che è sfociato nel furto del database degli utenti, completo di password. Anche se i dati erano criptati si consiglia di cambiare le password.

istantanea_2016-09-08_11-23-39

In effetti gli utenti hanno ricevuto una mail dallo staff di Libero in cui si raccomanda di modificare la propria password di accesso all’account, senza però informare che tale richiesta è dovuta principalmente al suddetto attacco.

Purtroppo non è la prima volta che ci sono problemi di questo tipo, i servizi di ItaliaOnLine purtroppo sono nel mirino da tempo degli hacker e più volte da utente ho dovuto correre ai ripari. Interessante è il servizio di Password Sicura, che protegge l’account attraverso un doppio controllo: la password della tua casella di posta e un codice di verifica sul tuo telefono (link per maggiori informazioni).

Per chi ha intenzione di non mollare Libero Mail è altamente consigliabile attivare quest’ultimo servizio.

[Google -doodle] Iniziano le Paraolimpiadi di Rio 2016

paralympics-2016-5977762578825216-hp

Se pensavate che la scorpacciata olimpica fosse oramai un ricordo delle vacanze agostane ecco che Google ci ricorda con un doodle che lo sport da seguire questo mese non è solo calcio, F1 e MotoGp.

A Rio 2016 iniziano oggi le Paraolimpiadi che vedranno 101 atleti italiani (da Alex Zanardi alla portabandiera Martina Caironi) impegnati nelle 23 discipline sportive in programma. A noi poveri mortali spetta tifare per i nostri colori ed emozionarci se capiterà di ascoltare l’Inno di Mameli.

Questa sera c’è lo show in diretta su Rai2 dalle 23.15 con la Cerimonia di apertura. Le gare di atletica in programma invece allo stadio Olimpico inizieranno il giorno dopo, 8 settembre, per concludersi il 18 settembre con la maratona.

download

[Google – doodle] 37° anniversario de “La Storia Infinita” di Michael Ende

Istantanea_2016-09-01_00-06-53

Il romanzo fantastico La Storia infinita del tedesco Michael Ende compie 37 anni e Google festeggia l’anniversario dedicando un doodle.

La trama la conoscono tutti: il piccolo Bastiano inizia a leggere un libro sul Regno di Fantàsia, un mondo fantastico minacciato dall’espansione di una forza misteriosa chiamata Nulla, e si ritrova progressivamente coinvolto negli eventi del racconto. Diventato anche lui parte di Fantàsia, Bastiano aiuterà il giovane guerriero Atreiu nel tentativo di salvare il regno dal nulla e riuscirà infine a trovare un modo per ritornare nel mondo reale.

Arrivato in Italia due anni dopo (nell’1981) sull’onda del successo mondiale La Storia infinita è uno dei libri che hanno maggiormente colpito l’immaginario fantastico dei ragazzi di quegli anni soprattutto anche per il film che ne trasse nel 1984 il regista Wolfgang Petersen.

Per capire la grandezza del fenomeno lo potremmo comparare a quello del maghetto Harry Potter di qualche decennio più tardi. All’epoca non c’era ragazzino che non avrebbe dato un occhio per cavalcare il drago Falkor (chiamato Fulkur nel romanzo).

Istantanea_2016-09-01_00-07-03 Istantanea_2016-09-01_00-07-15 Istantanea_2016-09-01_00-07-26 Istantanea_2016-09-01_00-07-37

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: