Rimossa dalla barra di navigazione di Google l’integrazione a Google+

Magari non ci avete nemmeno fatto caso, ma la schermata principale di Google è un po’ cambiata.

Da qualche giorno quando siamo loggati al nostro account di google ed entriamo nella pagina del motore di ricerca non compare più accanto al nome del nostro account il + che ci portava alla pagina del nostro account su Google+.

google-home-no-plus

E’ chiaro da un pezzo che Google+ non è più il centro dei pensieri e dei servizi che l’azienda di Mountain View cercava di favorire integrandolo alla perfezione con gli altri prodotti ben avviati della casa: dopo la separazione dell’App Foto il social network perde un altro piccolo pezzo, ossia il link nella home page di Google.

La pagina di Google+ è adesso raggiungibile tramite l’App Launcher.

Google celebra il mese dell’orgoglio omosessuale

Google omaggia anche quest’anno, e per tutto il mese di giugno, la comunità LGBT con una barra delle ricerche coloratissima che compare quando si cercano parole come omossesuale, bisexual, gay, lesbian, transgender, ecc.

Istantanea_2015-06-06_19-49-24

Come accade da diversi anni a questa parte i ragazzi di Mountain View non dedica un Doodle alla ricorrenza è perché questa si protrae per tutto il mese, anziché concentrarsi in un giorno.

Crozza a diMartedì del 02.06.2015 – [Video Completo]

Maurizio Crozza apre la copertina di diMartedì su La7 sulle elezioni regionali.

crozza_video_precedenti

2 giugno – Festa della Repubblica, pure per Google

republic-day-italy-2015-5148358477873152-hp

Pure Google con un doodle celebra la Festa della Repubblica che viene celebrata il 2 giugno di ogni anno, a ricordo della nascita della Repubblica italiana.

P.s.: Peccato che i colori della bandiera italiana non siano stati messi in verticale, ma in orizzontale. Risultato? Pare che a sventolare sia la bandiera dell’Ungheria. L’errore non è sfuggito agli internauti che hanno immediatamente segnalato l’epic fail di Google.

 

[Risolto] Windows Update “Error Code 80070308″ (vale per Windows 7 – 8 – 8.1)

Ogni tanto può capitare che  Windows Update inizi a dare fuori di matto e a rifiutarsi di proseguire con l’installazione degli aggiornamenti avendo riscontrato l’errore codice 80070308.

windowsupdate

Purtroppo il riavvio del sistema non risolve il problema, così come pure lo stop e il reboot del servizio di Windows Update, piuttosto che la cancellazione del file C:\Windows\SoftwareDistribution.


A questo punto non rimane altro che mettere mano al registro di sistemama fate molta attenzione poiché editare il registro di sistema comporta un certo rischio sopratutto per chi non ha le competenze necessarie. Una chiave mal editata o maldestramente cancellata può causare seri problemi al sistema e potrebbe richiedere la re-installazione dei Windows. Pertanto siete avvisati e se continuate lo fate a vostro rischio e pericolo.


Soluzione:

Continua a leggere

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

A Report nell’inchiesta di Roberto Pozzan e Giorgio Mottola  intitolata Il grande caldo si parlerà di quanto poco si faccia nel nostro paese sul fronte delle energie rinnovabili. Finita la spinta dei finanziamenti pubblici utilizzati spesso per la costruzione di scriteriati parchi eolici e impianti fotovoltaici, confermando la visione a breve termine della nostra classe dirigente in Italia si guarda ancora al petrolio e al carbone, come nel secolo scorso.

Ma se l’economia verde è oggi in forte calo, la colpa è anche della legislazione nazionale. Le leggi italiane, infatti, continuano a bloccare quella che dal punto di vista energetico potrebbe essere una vera e propria rivoluzione: la generazione energetica diffusa, che metterebbe in crisi lo status quo delle grandi centrali elettriche.

Più avanti di noi sono in molti, pure chi non ci aspetteremmo. Ad Abu Dhabi ad esempio è stata progettata e in parte già costruita un’intera città a impatto zero. Quando il petrolio sarà finito, potremmo ritrovarci ad acquistare da loro anche l’energia solare.

report-banner

Per la serie di inchieste dedicate al tema caro all’Expo2015 di Nutrire il pianeta, nell’inchiesta di Bernardo Iovene intitolata Un cornetto al giorno, si parlerà di come è facile nutrirsi male per chi non legge l’etichetta. Report ha raccolto le etichette nei bar e nelle pasticcerie italiane e le ha sottoposte a un medico nutrizionista e a un ecotossicologo. Invece nelle piazze più prestigiose delle più importanti città d’Italia, da Roma a Bologna, da Milano a Venezia, che tipo di cornetto servono?

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni domenica le inchieste di Report.

On air: “Le storie che non conosci” – Samuele Bersani & Pacifico

le-storie-che-non-conosci-bersani-pacifico-guccini-300x300“Le storie che non conosci” è la canzone che Samuele Bersani e Pacifico, con la partecipazione straordinaria di Francesco Guccini, hanno scritto e interpretato per #ioleggoperché, il progetto nazionale di promozione del libro e della lettura organizzato dall’AIE (Associazione Italiana Editori) celebrato lo scorso 23 aprile in occasione della Giornata Mondiale del Libro.samuele-bersani-gino-pacifico-singolo

Il brano, composto a titolo gratuito dagli artisti, distribuito da Sony Music, è disponibile su tutti gli store digitali e il ricavato sarà interamente devoluto in beneficenza alla FONDAZIONE LIA (www.fondazionelia.org), per finanziare laboratori di lettura per bambini non vedenti e ipovedenti a Bologna.

Una realtà e una causa che Guccini tiene in grande considerazione, per questo sono riuscito a convincerlo a fare ‘uno strappo’ dopo la sua decisione di abbandonare le scene”, ha spiegato Samuele Bersani che tornerà dal vivo con l’evento Plurale Unico a Roma il 30 Maggio, un concerto specialissimo che si terrà, appunto, in data unica.

Ad accompagnare l’uscita di “Le storie che non conosci”, un video firmato da AreaVideo.

Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 511 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: