[Google – doodle] Festeggiamo i primi 90 anni della televisione

Istantanea_2016-01-26_00-07-20

Oggi Google ‘nasconde’ il proprio logo nel doodle che celebra i 90 anni dalla prima dimostrazione al pubblico di un apparecchio televisivo.

disco_nipkowEra il 1926 quando l’ingegnere scozzese John Logie Baird presentò in un grande magazzino di Londra il funzionamento della ‘televisione elettromeccanica’ un apparecchio che a differenza dei nostri vecchi televisori a tubo catodico utilizzava al suo posto dei dischi brevettati in Germania da Nipkow, uno per la ripresa che girava davanti a elementi sensibili di selenio e istante dopo istante analizzando il valore elettrico corrispondente alla luminosità di un punto dell’immagine, riga dopo riga e l’altro, il visore, che girava davanti ad una lampada al neon di cui comandava la corrente di scarica a seconda della luminosità dei punti ‘letti’. Un sistema che poco tempo dopo sarà abbandonato e sostituito dalla televisione ‘elettronica’ più performante nella qualità dell’immagine.

Pur essendo solo un primo esperimento è stato quello che per il cinema ha rappresentato la prima famosa dimostrazione con il filmato della locomotiva dei fratelli Lumiere: un pezzo di storia.

[Google – doodle] Quanto è piccante te lo dice Wilbur Scoville

Istantanea_2016-01-22_00-06-53

Istantanea_2016-01-22_00-12-40In occasione del 151° anniversario della sua nascita, Google propone nella pagina principale del suo motore di ricerca un doodle animato ed interattivo dedicato a Wilbur Scoville, il chimico statunitense che nel 1912 ideò il test per misurare la piccantezza di un peperoncino (che successivamente ha portato alla creazione della Scala di Scoville).unnamedIstantanea_2016-01-22_00-04-24 Istantanea_2016-01-22_00-20-31

Crozza a diMartedì del 19.01.2016 – [Video Completo]

Appuntamento settimanale con Maurizio Crozza che apre la copertina di diMartedì su La7.

crozza_video_precedenti

[RISOLTO] Windows 10: disattivare completamente Defender

Windows_defenderLa Microsoft crede sempre di più in Windows Defender, un software antivirus con scansione in tempo reale che viene installato di default insieme a Windows 10 45163-1EdS4guRJ3n6mBSN-s-(in realtà fa la sua prima comparsa con Windows Vista con il nome di Microsoft AntiSpyware, poi a partire da Windows 8 integrando funzioni antivirus ha cambiato denominazione) e ne spinge il più possibile l’utilizzo.

Ma viste le analisi sulle sue prestazioni che girano per il web che lo pongono pressoché agli ultimi posti delle classifiche dei migliori sistemi di protezione disponibili (pure quelle free), sono invece in molti gli utenti che preferiscono installare al posto di Windows Defender un software di terze parti e sebbene in questo caso, a detta degli sviluppatori, l’antivirus di Microsoft dovrebbe disattivarsi automaticamente, per ovviare a spiacevoli problemi di conflitto è sempre consigliabile disattivarlo attraverso l’apposita opzione.

Purtroppo con gli ultimi aggiornamenti è stata eliminata la possibilità di disattivare facilmente Windows Defender dal suo pannello di controllo e quindi, nel caso, occorre mettere le mani sul registro di sistema.

Disclamer: fate molta attenzione poiché editare il registro di sistema comporta un certo rischio sopratutto per chi non ha le competenze necessarie. Una chiave mal editata o maldestramente cancellata può causare seri problemi al sistema e potrebbe richiedere la re-installazione dei Windows. Pertanto siete avvisati e se continuate lo fate a vostro rischio e pericolo.


Soluzione:

  • SenzanomeSelezionate con il pulsante destro del mouse sul pulsante Start in basso a sinistra e aprite con Esegui… il registro di sistema digitando il comando Regedit+INVIO come indicato dalle frecce rosse nella figura a fianco;
  • Posizionatevi sulla seguente chiave di registro di sistema: HKEY_LOCAL_MACHINE -> SOFTWARE -> Policies -> Microsoft ->Windows Defender come vedi indicato dalle frecce rosse in figura qui sotto;

uno

  • A questo punto selezionate dal menù Modifica, quindi Nuovo e Valore DWORD (32bit) come indicato dalle frecce blu nella figura qui sopra, per inserire il nuovo oggetto nella chiave;
  • Rinominare il nuovo oggetto in DisableAntiSpyware e modificatelo dandogli valore 1′ come indicato dalle frecce verdi nella figura qui sotto (terminate l’operazione premendo il pulsante OK);due
  • Riavviate il sistema per completare l’operazione di disattivazione di Windows Defender.

L’operazione è ovviamente reversibile.
Per riattivare Windows Defender basta seguire ancora una volta quanto detto sopra e assegnare valore ‘0 all’oggetto DisableAntiSpyware.

Crozza a diMartedì del 12/01/2016 – [Video Completo]

Primo appuntamento settimanale del 2016 con Maurizio Crozza che apre la copertina di diMartedì su La7.

crozza_video_precedenti

[Google – doodle] Chi non conosce le fiabe di Perrault?

Istantanea_2016-01-12_00-12-57 Istantanea_2016-01-12_00-13-20 Istantanea_2016-01-12_00-13-35

Google celebra con i doodle lo scrittore francese Charles Perrault, l’autore de “La bella addormentata“, “Cenerentola“,  “Il Gatto con gli stivali“, ma anche la mia preferita “Pollicino“, nato 388 anni fa, il 12 gennaio 1628.

La grandezza di Perrault fu l’intuizione, ma sopratutto la bravura, di riscrivere diverse leggende tradizionali della cultura popolare, trasformandole con la sua creatività nelle storie (le “fiabe”) che ogni bambino conosce.

Stasera su RAITRE: PRESADIRETTA torna con un nuovo ciclo di inchieste

Istantanea_2016-01-11_15-10-40Tornano a partire da stasera le inchieste della redazione di PRESADIRETTA di Riccardo Iacona. Cambia la formula proposta: in ogni puntata saranno presentate due video inchieste.

Stasera s’inizia con l’inchiesta “La battaglia dei vaccini” poi seguirà quella intitolata “La guerra dentro” sempre di Riccardo Iacona, con la collaborazione di Liza Boschin, Rebecca Samonà, Elena Stramentinoli, Elena Marzano, Fabrizio LazzarettiMassimiliano Torchia e Marco Piazza.

Le telecamere di PRESADIRETTA sono andate nelle province italiane dove tanti genitori scelgono di non vaccinare i propri figli. Sono state in Spagna, dove questa estate un bambino di sei anni è morto di difterite, una malattia scomparsa da 30 anni.  In Gran Bretagna, dove dalle tesi di un medico inglese è nata la convinzione di una relazione tra vaccini e autismo. Una gigantesca bufala scientifica che, a distanza di anni, ancora si fatica a demolire.  E infine in Uganda, per capire come le campagne di vaccinazione di massa sono riuscite ad abbattere la mortalità infantile.

Nella seconda pagina PRESADIRETTA  proverà a capire la forza della propaganda dello Stato Islamico. Quella guerra che ha prodotto migliaia di “foreign fighters”, ragazzi e ragazze che da città come le nostre e da paesi europei come il nostro, partono per raggiungere il Califfato e combattere sotto le bandiere nere dello Stato Islamico.

Riccardo_Iacona

Noi saremo davanti al televisore ogni domenica alle ore 21.45 su RAITRE, ma per coloro che avessero ben altro da fare ricordiamo che RAI.TV mette a disposizioni le puntate della trasmissione a partire dal giorno dopo.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 1.275 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: