Telefonate pubblicitarie indesiderate: come opporsi

telemarketing

Dite la verità siete stanchi di essere tartassati a tutte le ore da fastidiosi operatori di call center che vi offrono promozioni vantaggiosissime e imperdibili (si fa per dire?!?). Siete lì nel bel mezzo della cena a gustarvi un bel piatto di pastasciutta dopo una stressante giornata lavorativa che vi squilla il telefono: subito pensate al capoufficio che vi molesta anche fuori dall’orario di lavoro oppure alla suocera che è capace di telefonare nei momenti meno opportuni e invece vi sentite domandare candidamente “Ma lei è soddisfatto del suo fornitore di gas?”. Di fronte a simili questioni c’è chi manda a quel paese l’interlocutore prima di chiudere il telefono e quelli che imprecano subito dopo; in ultimo ci sono gli anziani a cui è stata impartita una certa buon’educazione e fanno fatica a spiegare che con la loro pensione da fame il gas glielo hanno già tagliato da un pezzo.

registropposizioni

A parte gli scherzi in pochi sanno che esiste uno strumento istituzionale che è stato pensato dal Garante per la privacy per tutti i cittadini che non gradiscono ricevere simili scocciature a casa (e sui cellulari se compaiono in pubblici elenchi). Si chiama Registro delle opposizioni istituito con il d.P.R. 178/2010 e la sua gestione è stata affidata, dal Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento per le Comunicazioni, alla Fondazione Ugo Bordoni (FUB)L’iscrizione è gratuita, ha durata indefinita e può essere revocata in qualsiasi momento.

Nel nostro paese funziona così: i vostri dati sono a disposizione di tutti a meno che non comunichiate che non desiderate essere tartassati dalla pubblicità. Il legislatore ha pensato che la maggioranza dei cittadini vuole ricevere simili odiose telefonate per essere informata delle promozioni di questa o quell’altra azienda. Dal canto mio io avrei fatto il contrario: dovrebbero essere i pochi masochisti del marketing a fare la fatica si iscriversi in un apposito registro e non viceversa. Tanto più che si tratta di uno strumento sconosciuto ai più che sono così costretti a subire le malversazioni delle aziende stalker. Ma vabbè.

Il Registro delle opposizioni è quindi Continua a leggere

Con Whooming mai più telefonate anonime

Stanchi di ricevere telefonate anonime da parte di scocciatori che forti dell’anonimato si sentono “irraggiungibili”? Oggi parliamo Whooming, un servizio online che offre di farci avere il numero di chi ci chiama anonimamente, sia su cellulare sia su fisso. Che si tratti di telemarketing o stalker, nessuno potrà più nascondersi, e non costa niente.

logo_whooming

Whooming è un servizio attivo in USA, Italia, Grecia, Spagna, Svizzera, Regno Unito e Romania che promette di mettere fine alle chiamate anonime. Basta registrarsi sul sito e seguire le istruzioni per sapere chi ci chiama al telefono, anche se cerca di nascondere la propria identità tramite l’apposita funziona del cellulare o con i servizi delle compagnie telefoniche.

whooming

La tecnologia utilizzata conta su una decina di server (più altri quattro per proteggersi da attacchi DDoS) che riconoscono i numeri chiamanti sfruttando normali – e legali – standard GSM o ETSI (European Telecommunications Standards Institute): in pratica offrono gratuitamente il medesimo servizio offerto a pagamento da diverse società e compagnie telefoniche, che in barba alle regole che prevederebbero un rimborso spese, offrono la lista in chiaro dei numeri ricevuti per Eur. 40 per quindici giorni.

Per gli scettici è anche possibile testare facilmente il servizio. Se siete stanchi degli scocciatori telefonici, non Vi resta che provare, almeno finchè rimane un servizio gratuito.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: