Stasera su RAI3: PRESADIRETTA ci parla del “JOBS ACT”

Stasera alle 21:05 nuova puntata con le inchieste della trasmissione di Riccardo Iacona e noi saremo davanti al televisore su Raitre a farci venire il fegato marcio per questo paese tanto bello quanto ingiusto.

In questa puntata di PRESADIRETTA che s’intitola (ah, ah, scusate…) TUTELE CRESCENTI, Riccardo Iacona ci parlerà della riforma del mercato del lavoro del governo di Matteo Renzi, il cosiddetto Jobs Act. Ci si è posti la domanda è servita questa riforma a creare nuova occupazione costruendo nuovi e buoni posti di lavoro?

Le telecamere di PRESADIRETTA anche per questa inchiesta realizzata in collaborazione con Alessandro Macina, Federico Ruffo, Sabrina Carreras, Lisa Iotti, Marina Del Vecchio, Antonella Bottini, hanno girato l’Italia, da nord a sud, dalla Fiat di Melfi alle piccole imprese del nord, tra chi ha ripreso a lavorare e chi è fermo al palo.

PRESADIRETTA è entrata in contatto con quella “giungla del precariato” in cui devono destreggiarsi i giovani alle prese con la ricerca del primo impiego, tra storie positive di chi assume e continua a garantire l’articolo 18 e chi invece licenzia e riassume approfittando degli sgravi governativi, i cosiddetti “furbetti del jobs act”.

CPV-8QsUAAAxbaX

Si cercherà di capire  Continua a leggere

Sacconi, la Cgil e la storiella sulle suore

Il ministro del del Lavoro, Salute e Politiche Sociali, on. Maurizio Sacconi, torna in aperta polemica con la Cgil difende l’articolo 8 della manovra economica che secondo il sindacato di Susanna Camusso facilita i licenziamenti.

Faccio «un esempio un po’ blasfemo – ammette lui stesso – per rispondere rispetto agli scenari apocalittici che hanno fatto».

«Vale quanto disse una suora in un convento del ‘600 dove entrarono dei briganti che violentarono tutte le suore tranne una», argomenta il ministro. Il Sant’Uffizio, continua, interrogò quest’ultima e le chiese: «”Come mai non è stata violentata?” e Lei rispose: “perché ho detto di no”».

Gelo in platea alla festa dei giovani del Pdl Atreju. A fianco di Sacconi, il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, anche lui cattolico dichiarato, ha assistito senza battere ciglio alla “performance” dell’ amico ministro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: