Il razzismo degli italiani

Di razzismo sentiamo parlare tutti i giorni. Purtroppo viviamo in un mondo dove le risorse non sono disponibili per tutti e i flussi migratori dai paesi meno fortunati del nostro sembrano inarrestabili. Per questo è facile cadere nell’intolleranza quando in gioco ci sono temi di grande portata come la sicurezza o il  lavoro. Ma a parer mio, incalzati come siamo dai media che non sanno fare il loro lavoro, spesso confondiamo il razzismo con la più comprensibile, ma non meno ingiustificabile, paura di chi è diverso da noi. Continua a leggere

Gli svizzeri contro gli immigrati lombardi

svizzera_italiaAncora una volta CITTADINO IMPERFETTO deve riportare una notizia che dovrebbe farci riflettere. Si perchè se è facile cadere nelle trappole mediatiche che ci vorrebbero elevare qualche gradino sopra ai poveri diavoli che arrivano sulle nostre coste in cerca di un futuro migliore, è più difficile credere che c’è sempre qualcuno che si ritiene un gradino sopra a noi italiani. immigrati_vauro

Ci sono popoli che forse non hanno dimenticato che fino a qualche decennio fa eravamo noi ad invaderli con le valigie di cartone piene della nostra miseria, altri che in preda alla nostra stessa irragionevole paura e spinti dal cieco protezionismo vedono noi e le nostre imprese come noi guardiamo quelli che arrivano dal sud del mondo a rubare il posto di lavoro ai nostri figli. Avevamo riportato tempo fa la notizia degli inglesi contrari ai lavoratori italiani nel loro paese adesso sono i ticinesi  che ce l’hanno con i nostri lavoratori. Continua a leggere

QUANDO GLI STRANIERI SIAMO NOI ITALIANI

immigrati-si1Oggi sulla stampa e alla televisione non ci vengono mostrati solo gli ormai purtroppo consueti servizi dedicati al campo di concentramento di Lampedusa o sull’ennesimo stupro ad opera di questi immigrati che tanto detestiamo. Rumeni, marocchini, nigeriani, dalla pelle scura oppure chiara. Sporchi, poveri e farabutti. Colpa loro se c’è la droga (la coltivano gli afgani e i colombiani a casa loro, ma la spacciano qui a casa nostra): e poi si scopre che il giro d’affari miliardario se lo spartiscono poche organizzazioni internazionali, in primis l’ndrangheta. Colpa loro se le nostre donne non possono uscire di casa la sera (le loro sì, stanno sui marciapiedi a battere): ma anche noi italiani siamo capaci di stuprare. E se tuo figlio non trova lavoro, non è perchè a trent’anni quello scioperato ha dato solo un paio di esami alla facoltà di ingegneria civile (e quando glielo fanno costruire il ponte sullo Stretto), ma è colpa loro che gli rubano il lavoro dei campi a raccogliere i pomodori in Meridione. Insomma, che se ne stessero a casa loro!!! Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: