WORDPRESS.COM: Da dove arrivano i visitatori del tuo blog?

Da qualche giorno la piattaforma WordPress.com che ci ospita, ha inserito tra le statistiche presenti nella dashboard del proprio blog le statistiche di provenienza dei propri visitatori:

Questa nuova funzionalità è raggiungibile dalle statistiche presenti sulla homepage di WordPress.com, mentre non è raggiungibile da bacheca->statistiche sito. I conteggi sono disponibili solo da pochi giorni e l’analisi non comprende le visite precedenti all’inizio del servizio.

Conoscere la provenienza di chi bazzica il tuo blog è sicuramente uno strumento importante per capire il proprio “pubblico” e migliorare i propri post. La redazione del CITTADINO IMPERFETTO ha intuito quasi subito che tra le varie statistiche quella della nazionalità dei propri visitatori non era assolutamente da sottovalutare tanto che ci siamo dotati di uno strumento “esterno” alla piattaforma WordPress.com. Gratuitamente tramite il servizio Flagcounter.com sappiamo che ad oggi il 7% circa dei visitatori del CITTADINO IMPERFETTO.

E scusate se è poco per il nostro ego sapere che ieri abbiamo avuto 9 visite dall’Islanda… proprio per questo motivo da tempo il nostro blog si è dotato di un widget (nella parte destra della pagina web) che traduce tramite il servizio di Google Translate i nostri post nelle principali lingue dei nostri visitatori.

Influenza A: qualche numero per chiarire

In questi giorni stiamo assistendo ad uno spettacolo poco edificante che dovrebbe farci riflettere sul ruolo dei media nella nostra società e quanto siano essi spinti dalle esigenze di marketing nella scelta delle notizie che diffondono. Certo ormai è quasi un obbligo parlare di influenza A e difatti siamo costantemente bombardati dai telegiornali, giornali e compagnia bella che riempiono i propri spazi con la <<conta>> dei morti e con i consigli più disparati alimentando difatto una paura che sta creando più disagi che benefici.influenza

I pericoli del diffondersi di un virus pandemico e i rischi di una sua mutazione non vanno di certo presi alla leggera e per questo che organizzazioni a livello mondiale e nazionale stanno compiendo grandi sforzi, ma qualcuno dovrebbe spiegare meglio come stanno le cose per cercare di ridimensionarle oggettivamente. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: