Amara olimpiade quella di Silvia Salis fuori dal martello

Olimpiade londinese amara per la bella ligure Silvia Salis, eliminata nelle qualificazioni del lancio del martello. Per la 26enne tre nulli (in realta’ il secondo tentativo e’ stato conteggiato con la misura di 10,84) e ultimo posto nel gruppo A.

Silvia Salis è lo “sportivo ligure dell’anno”

E’ andato a Silvia Salis, campionessa genovese di lancio del martello, il premio “Lo Sportivo ligure dell’Anno”. La manifestazione, promossa dall’assessorato allo Sport della Regione Liguria, e giunta quest’anno alla diciannovesima edizione, ha premiato la bella e brava atleta che gareggia attualmente nelle file delle Fiamme Azzurre e che si è detta onorata di ricevere un premio nella città in cui è nata.

.

Silvia Salis centra la finale mondiale a Daegu (Corea del sud)

La brava e bella Silvia Salis centra la  finale mondiale di domenica (ore 11:15) grazie al suo lancio d’apertura che con 69,82 metri la pone al decimo posto.

La bionda 25enne ligure è più che soddisfatta sebbene i suoi lanci successivi sono un misero 66,58 e un nullo. “L’importante era conquistare la finale e poi domani è un altro giorno. Sono contenta di aver centrato la qualificazione al primo lancio come un anno fa a Barcellona. Gareggiare di mattina e per di più dall’altra parte del mondo non è una cosa facile. Soprattutto se, come in queste occasioni, ci si gioca tutto l’anno in un momento. Ringrazio i tecnici che mi seguono Valter Superina e Gino Brichese e il mio nuovo club, le Fiamme Azzurre, con cui gareggio da quest’anno”. 

La migliore martellata della qualificazione è il 74,17 firmato dalla cinese Wenxiu Zhang davanti al 73,29 della cubana Yipsi Moreno. Pratica risolta con estrema facilità anche dalla tedesca, primatista mondiale, Betty Heidler (71,48).

Silvia Salis bene in Coppa Italia

Da ieri allo stadio Luigi Rinolfi di Firenze (ingresso libero) i big dell’atletica italiana sono impegnati nella Coppa Italia 2011, con le squadre impegnate per un successo che vale l’accesso alla Coppa Campioni 2012. A contendersi il trofeo le formazioni militari e i primi club classificati ai Societari 2010. L’evento di quest’anno rappresenta una tappa importante di una stagione che avrà il suo clou nei Mondiali di Atletica che si terranno a Daegu, in Corea, dal 27 agosto al 4 settembre.

La brava e bella martellista ligure, Silvia Salis si è imposta nella sua specialità confermandosi ancora una volta oltre la fettuccia dei 70 metri con un ottimo 70.98m, a circa un metro dal proprio personale (71.93m) stabilito a Savona qualche settimana fa.

Super Silvia Salis a San Benedetto del Tronto!

La genovese in forza alla Forestale conquista il titolo  invernale di lanci lunghi bissando il successo di un anno fa. 71,25 il lancio vincente: a mezzo metro dal personale.

Nelle liste mondiali, Silvia Salis è terza alle spalle della russa Tatiana Lysenko, 75,86, e della bielorussa Darya Pchelnik, 72,33.

Adesso si spalancano le porte per la convocazione alla Coppa Europa invernale di lanci, in calendario fra due settimane ad Arles, in Provenza.

Silvia Salis: una buona ragione per seguire la finale nel lancio del martello

Silvia Salis - Campionati Europei del 2010

Seguendo la finale del lancio del martello dei Campionati di Atletica di Barcellona ho avuto la possibilità di ricredermi su uno sport che credevo prerogativa di muscolosi donnoni dal testosterone alle stelle e invece mi sono ritrovato davanti qualche donnone sì, ma anche delle graziose fanciulle. Nessun fuscello, benintesi, ma a me quelle non sono mai piaciute.

Per una bellezza del calibro di Silvia Salis, devo confessare che ho fatto un tifo neanche fossi alla finale dei mondiali di calcio. Genovese classe 1985, in forza al Corpo forestale dello Stato, ha partecipato alle Olimpiadi di Pechino, dove  non si è espressa ai massimi livelli, mentre ha vinto i Giochi del Mediterraneo del 2009 disputatisi a Pescara. Il suo record personale è un lancio di 71,77 metri.

Il lancio del martello è una specialità dell’atletica leggera in cui l’atleta cerca di scagliare il più lontano possibile una sfera metallica legata con una cavo d’acciaio ad una impugnatura (il martello).

Belli i momenti a vederla volteggiare sulla pedana, peccato per aver raggiunto il solo 7° posto (con 68,85m.). Sicuramente il lancio del martello femminile sarà d’ora in poi annoverato tra i miei sport preferiti.

Silvia Salis - medaglia d'oro ai GIOCHI DEL MEDITERRANEO del 2009

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: