Torna PRESA DIRETTA su Raitre

L’epifania tutte le feste si porta via, ma quest’anno porta in prima serata su raitre la trasmissione PRESADIRETTA di Riccardo Iacona.

presadiretta

A ridosso della campagna elettorale, PRESADIRETTA inizia la sua lunga stagione di sedici appuntamenti con una puntata speciale dedicata ai casi di appropriazione indebita dei rimborsi elettorali dei partiti, soldi pubblici.

Gli inviati di PRESADIRETTA ci raccontano tutti i rimborsi folli chiesti e ottenuti da 40 consiglieri della maggioranza della Regione Lombardia,  che con i soldi dei rimborsi pagavano cene al ristorante da 27mila euro, compravano computer, telefonini, macchine fotografiche, ma anche giocattoli per i loro figli, facevano la spesa al supermercato e si facevano rimborsare dalla Regione Lombardia persino gelati, sigarette, “lecca lecca” e cartucce per fucili da caccia.

Ma si parlerà anche di Lusi, di Belsito, di Fiorito e di Maruccio…

Non crederete davvero che i partiti rinuncino ai finanziamenti pubblici

L’aula di Montecitorio ha bocciato tutti gli emendamenti alla riforma dei partiti che puntavano ad abrogare il finanziamento dei partiti stessi. L’Assemblea ha respinto gli emendamenti presentati in tal senso da Pdl e dalla Lega. Contro l’abrogazione dei rimborsi si sono espressi il Pd, l’Udc, gran parte del Pdl. A favore la Lega, l’Idv, i Radicali, NoiSud. I deputati di Fli si sono astenuti. Il governo si era rimesso al giudizio all’Aula.

Se fossi il padrone della baracca e cercassi di convincere i miei dipendenti a ridursi lo stipendio per far fronte alla crisi ed evitare gli sprechi mi attenderei, come minimo, che mi mandassero a quel paese. Così mi chiedo che senso abbia la manfrina di attendere che quel migliaio di brave personcine si mettano la mano sul cuore e rinuncino, almeno in parte ai loro anacronistici tesoretti.

Effettivamente ascoltando i loro proclami sembrano essere tutti dalla parte della ragione. Ma alla resa dei conti, quando c’è da votare per fare i tanto paventati cambiamenti, si tirano indietro. Iniziamo a fare i nomi di quelli che remano contro. Lasciamo perdere per qualche minuto i paroloni che riempiono le loro bocche e guardiamo i fatti.

A favore la Lega, l’Idv, i Radicali, NoiSud. I deputati di Fli si sono astenuti.

Contro l’abrogazione dei rimborsi si sono espressi il Pd, l’Udc, gran parte del Pdl.

SE FOSSERO ONESTI prima di chiedere nuovi sacrifici ai CITTADINI dovrebbero dare il BUON ESEMPIO. Questa è BUONA POLITICA!

Alla fine coloro che pagano per tutti sono proprio i dipendenti (e i pensionati) e quelli che decidono dei sacrifici degli altri sono quelli che non rinunciano a nessuno dei loro privilegi. C’è da chiedersi se non è il momento di scendere in piazza. Se questa è la politica che intendono loro, personalmente preferisco l’anti-politica. Se mi dicono che è meglio un vecchio tecnico che un giovane che ce la mette tutta per impegnarsi per i diritti dei suoi concittadini, vabbè chiamatemi pure populista ma io voto per il giovane e incrocio le dita.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: