Fuga senza fine di Joseph Roth

“Non aveva nessuna professione, nessun amore, nessun desiderio, nessuna speranza, nessuna ambizione e nemmeno egoismo. Superfluo come lui non c’era nessuno al mondo”

 

Titolo: Fuga senza fine: una storia vera

Titolo originale: Die Flucht ohne Ende

Autore: Joseph Roth

Genere: Romanzo

1a ed. originale: 1927


Non capita spesso di trovarsi a iniziare un libro come questo. Solo dopo poche righe decidere che si tratta di un libro che non fa per noi: troppo non so che! E poi ritrovarselo misteriosamente in mano costretti a continuarne con malavoglia la lettura, convinti che solo finendolo si possa mettere fine al sortilegio.

Cercare un senso in quelle frasi e finalmente trovarlo nelle ultime quattro righe. E allora ricominciare il libro dall’inizio con altri occhi, godendo di ogni singola parola, riuscendo a comprendere che l’autore a quasi cent’anni di distanza ha scritto quel libro pensando proprio a te.

E quanto mi è successo con questo meraviglioso libro: “Fuga senza fine” di Joseph Roth che narra le vicende di Franz Tunda, tenente dell’esercito austriaco, prigioniero dei russi, profugo in Siberia, rivoluzionario comunista, innamorato della rivoluzionaria Natasha, della moglie ucraina Alja, della signora G. e per sempre della sua promessa sposa Irene. A Parigi tirerà le somme di un’esistenza che deve fare i conti con l’emergente pensiero borghese in lotta con le idee rivoluzionarie comuniste.

La città buia

Titolo: La città Buia

Titolo originale: The Overlook

Autore: Michael Connelly

Genere: Romanzo poliziesco

1a ed. originale: 2007

Editore: Edizioni Piemme

ISBN: 9788838468773

Trama: (No Spoiler). Il cadavere di Stanley Kent, un tecnico radiologo, viene ritrovato sulle colline intorno a Los Angeles. L’indagine viene affidata al vecchio Harry Bosch appena rientrato nei ranghi nella omicidi dopo essere stato allontanato dall'”Unità Casi Irrisolti” e al suo nuovo partner il giovane Ignacio “Iggy” Ferras. Al caso s’interessa anche l’FBI visto che l’omicidio è legato al furto di isotopi radioattivi di cesio che potrebbe essere usato in attentati dai terroristi. Durante le indagini Bosch cercherà di collaborare con Rachel Walling dell'”Unità Informazioni Tattiche” dellFBI con la quale ha avuto in passato una relazione. Sebbene i federali cercheranno d’impossessarsi del suo caso il nostro detective avrà la meglio dipanando la matassa e risolvendo il caso a modo suo.

Recensione: Leggere un poliziesco con il detective Harry Bosch come protagonista è sempre un piacere, ma questa volta lo è stato un po’ di meno. Continua a leggere

Caduta libera di Nicolai Lilin

L’importanza di una bella copertina. Devo confessare che ho preso in mano questo libro affascinato per la foto con dallo sguardo del cecchino che sembra stia prendendo la mira per colpirti. Collegare il nome dell’autore a quel Lilin “sponsorizzato” addirittura da Roberto Saviano, quel Lilin di Educazione Siberiana da cui il regista Salvatore Tornatore sembra trarrà il suo prossimo film, è venuto dopo, leggendo il risvolto del libro: Nicolai Lilin è nato a Bender, in Trasnistria , 29 anni fa, ma da tempo si è trasferito in Italia dove si è sposato e fa il tatuatore.

Caduta libera è un libro autobiografico, sconvolgente, crudo. Ha parvenza di romanzo, ma non lo è: l’autore ha vissuto davvero quell’inferno, a quanto pare solo i nomi e i luoghi sono stati modificati per questioni di privacy. Il libro riesce a trasportare il lettore sulla scena della guerra cecena che noi occidentali abbiamo sempre seguito con poco interesse e superficialità. Continua a leggere

Luna? Sì, ci siamo andati!

Mi è appena capitato, non senza una certa sorpresa, di trovarmi coinvolto in una discussione tra amici circa la veridicità o meno della teoria del complotto sull’allunaggio dell’Apollo secondo la quale le missioni del programma Apollo non avrebbero mai portato l’uomo sulla luna e la NASA avrebbe falsificato le prove degli allunaggi (con i famosi filmati girati in un set cinematografico addirittura da Stanley Kubrik).

L’elemento di sorpresa è stato determinato dal fatto che il mio interlocutore, convinto assertore della suddetta teoria, non sia per nulla uno sprovveduto, ma una persona che ho sempre ritenuto non priva di quel raziocinio che fa sempre un certo piacere ritrovare in individui appartenenti al genere homo sapiens.

Va da sè che personalmente ritengo questo genere di teorie del tutto prive di senso e fondamento, utili solo a riempire spazi in riviste e trasmissioni per niente obiettive a personaggi in cerca di una certa notorietà, ma devo confessarvi che davanti a cotanta certezza non ho saputo lì per lì cosa controbattere. Continua a leggere

WII GAME: RED STEEL 2

.

Recensione

Dopo tanta attesa (personalmente ho acquistato la WII proprio per giocarci), a distanza di ben tre anni torna su Nintendo Wii il seguito di Red Steel della Ubisoft che in questo capitolo ha puntato non più sulla grafica realistica, ma piuttosto ai fumetti manga riuscendo a sfruttare il Wii Motion Plus in maniera impeccabile riuscendo a dimostrare una volta per tutte il valore effettivo, sia dal punto di vista grafico che da quello dei controlli della nostra Wii.

Nei panni di uno spadaccino di nome The Swordman, l’ultimo Kusagari sopravvissuto c’imbarcheremo in una lotta contro gli sciacalli che dominano la città di Caldera. Saremo aiutati dal maestro Jian, che ci insegnerà nuove mosse con la spada e da Tamiko, una ragazza che ci aiuterà ad ambientarci nel gioco dandoci consigli sulle missioni che andremo ad affrontare. Continua a leggere

Morte di un supereroe di Anthony McCarten

Qualunque morte è brutta. Ma arrivati alla fine di Morte di un supereroe di Anthony McCarten non ci si ritrova sgomenti davanti ala fine tragica per malattia di un quattordicenne.

L’inizio sconcerta un pochino, ma compreso lo stile si lascia piacevolmente coinvolgere nel ritmo del racconto.  Il linguaggio è da fumetto americano, la sequenza delle azioni è da cinema, quasi un film di Tarantino. Ma quello che colpisce è il punto di vista della vita del giovane Donald, quattordicenne, fissato con il sesso e i videogiochi, che combatte contro la malattia.

Tre i protagonisti del libro: oltre a Donald c’è il suo psicoterapeuta, Adrian King, che cerca anche in modo anticonvenzionale a fornirgli supporto ad affrontare la situazione e Miracleman, il supereroe creato dal ragazzo, invincibile e immortale. Continua a leggere

Un Follet che vive di rendita

Immagine di Mondo senza fine

Siamo ormai abituati, nel cinema come in letteratura, quando le idee nuove latitano, a vedere gli autori rifugiarsi nelle comodità dei successi passati. I risultati del numero due (o tre o quattro o cinque) lasciano quasi sempre l’amaro in bocca all’inerme pubblico. E’ davvero improbabile riuscire a far trovare nel sequel le stesse emozioni suscitate dall’opera originale. Manca l’effetto sorpresa e poi il gusto di ritrovare le medesime atmosfere alla lunga sa di stantìo. Così è stato anche per questo libro. Continua a leggere

Azz…! Che sfiga!

La solitudine dei numeri primiPoche volte mi è capitato alla fine di un romanzo di non riuscire ad immedesimarmi in nessuno dei personaggi incontrati nella lettura. Ma questa volta è successo (e scatta il gesto scaramantico). Già perché, a ben vedere, tutti e dico tutti (non se ne salva nemmeno uno) i personaggi creati dal bravo P.G. sono degli sfigati. Ma proprio per questo il libro mi è piaciuto: perché lontano da quegli stereotipi alla FAMIGLIAFELICEDELMULINOBIANCO che ci vengono propinati in tutte le salse da qualsiasi media. Invece nella vita reale le cose non vanno sempre bene e, per la legge di Murphy, se una cosa deve andare male, quasi sicuramente andrà male. Eppur vero che P.G. c’è andato con la mano pesante: lei sciancata, lui schizofrenico, l’amico di lui è un gay represso, l’amica di lei è una puttanella vendicativa, ecc… Continua a leggere

LA VOLTAPAGINE

locandinaTitolo originale: La tourneuse de pages
Nazione: Francia
Anno2006
Genere: Drammatico
Durata: 85
RegiaDenis Dercourt
CastCatherine FrotDéborah FrançoisPascal GreggoryXavier De GuillebonAntoine Martynciow
Produzione: Diaphana Films
Distribuzione
Data di uscita9 February 2007 (Italy)
link IMDB
http://www.imdb.com/title/tt0487503/
VOTO: 6/7

Continua a leggere

Ember:Il mistero della città di luce

cityofember

Titolo originale: City of Ember
Nazione: U.S.A.
Anno: 2008
Genere: Avventura, Fantastico
Durata: 95′
RegiaGil Kenan
CastHarry Treadaway; Tim Robbins; Bill Murray; Saoirse Ronan; Martin Landau
Produzione: Playtone, Walden Media
Distribuzione: EAGLE PICTURES
Data di uscita19 December 2008 ( Italy)/span>
link IMDBhttp://www.imdb.com/title/tt0970411/

VOTO: 6/7

Ember il mistero della città di luce è un film d’avventura fantastico per ragazzi, tratto dal romanzo di Jeanne Du Prau, adattato dalla sceneggiatrice di molte opere di Tim Burton, Caroline Thompson e diretto da Gil Kenan.

Segue recensione e trailer.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: