Calendario dell’avvento: 1 dicembre

1 dicembreIl calendario dell’avvento con i cioccolatini dentro è una delle pochissime cose belle del mese di dicembre.

1Fuori fa freddo, magari piove o peggio nevica, lasciare il calduccio del letto è un’impresa, ma per fortuna ogni giorno c’è una sorpresa, nascosta dentro alla casella del giorno che mostra i giorni rimanenti fino alla vigilia di Natale.

Quest’anno anche qui sul CITTADINO IMPERFETTO faremo il lieto conto alla rovescia con un apposito post e proprio oggi 1° dicembre iniziamo con una poesia di Umberto Saba.


fiocco di neveFior di Neve

Dal cielo tutti gli Angeli
videro i campi brulli
senza fronde né fiori
e lessero nel cuore dei fanciulli
che amano le cose bianche.
Scossero le ali stanche di volare
e allora discese lieve lieve
la fiorita neve.


Puntuale è arrivata anche quest’anno la primavera

È Google, con un suo doodle disegnato da Marimekko, che ci ricorda che oggi inizia la primavera. Non ci sono più le mezze stagioni e chi era convinto che la primavera iniziasse il 21 marzo si sbagliava.

ore 05.14 del 20 marzo 2012 è arrivata la primavera…  il cui inizio si fa da sempre coincidere infatti con l’equinozio di primavera, ovvero quell’istante in cui il Sole, per via della posizione che in quel momento occupa la Terra, assume una posizione perpendicolare all’Equatore. In questo preciso momento dell’anno, il Sole sorge quasi esattamente a est e tramonta quasi in modo perfetto ad ovest. Si tratta anche del giorno in cui la durata del dì e della notte coincidono.

 E’ dolce primavera

Alla selve,alle foglie dei boschi è dolce primavera;
a primavera gonfia la terra avida di semi.
Allora il Cielo, padre onnipotente, scende
Con piogge fertili
E acende ogni suo germe. Gli arbusti risuonano
Del canto degli uccelli, i prati rinverdiscono.
E i campi si aprono: si sparge la tenera acqua;
ora al nuovo sole si affidano i nuovi germogli.
Virgilio (poeta latino)

Il Premio Nobel per la Letteratura 2011 è Tomas Tranströmer

Il poeta svedese ottantenne Tomas Transtromer, è il premio Nobel per la Letteratura 2011.

Nato a Stoccolma il 15 aprile 1931, lo scrittore, poeta e traduttore ha influenzato profondamente la cultura svedese di questo secolo. Una ricerca che guarda nell’uomo, sviluppando ulteriormente il linguaggio espressionista e surreale della poesia del XX secolo.

Le sue immagini apparentemente semplici della vita quotidiana e della natura, in particolare, rivelano una visione mistica agli aspetti universali della mente umana.

Aprile e Silenzio
La primavera giace deserta.
Scuro come il velluto il fossato
si snoda al mio fianco
senza immagini riflesse.

Soli a splendere
sono dei fiori gialli.

Mi porta la mia ombra,
come la sua nera custodia
un violino.

La sola cosa che voglio dire
brilla fuori dalla mia portata
come l’argento
sul banco dei pegni.

Puntuale è arrivata anche quest’anno la primavera

ore 23:21 del 20 marzo 2011 è arrivata la primavera…  il cui inizio si fa da sempre coincidere infatti con l’equinozio di primavera, ovvero quell’istante in cui il Sole, per via della posizione che in quel momento occupa la Terra, assume una posizione perpendicolare all’Equatore. In questo preciso momento dell’anno, il Sole sorge quasi esattamente a est e tramonta quasi in modo perfetto ad ovest. Si tratta anche del giorno in cui la durata del dì e della notte coincidono.

FILASTROCCA MARZOLINA

Filastrocca di primavera,
come tarda a venire la sera.

L’hanno vista ferma in un prato
dove il verde è rispuntato,
un profumo di viole in fiore
l’ha trattenuta un paio d’ore,
ha perso tempo lungo la via
presso un cespuglio di gaggia,
due bimbi con un tamburo di latta
hanno incantato la sera distratta.

Adesso è tardi, lo so bene:
ma però la sera non viene.

Da”Prime fiabe e filastrocche
GIANNI RODARI

Che cos’è la verità?

Cosa senti dentro di te?
Quella è la verità
ma... sssssh...
Non bisogna nominarla. 
Perché appena la nomini,
non c'è più!

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: