Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

Nuovo appuntamento con le inchieste di Report con la brava Milena Gabanelli ad introdurci ai reportage dei suoi bravi collaboratori.report

Nell’inchiesta “I bio furbi: Riso” di Piero Riccardi si parla di dei trattamenti nella coltura del riso. In molti spacciano il loro prodotto come biologico, in realtà come denunciano alcuni risicoltori i diserbanti li utilizzano tutti, pure quelli che dicono di non farlo. L’accusa è pesante perché il riso bio viene pagato tre volte tanto rispetto a quello prodotto con agricoltura convenzionale, ma se non ci sono differenze il prezzo non è assolutamente giustificato.

Nell’inchiesta “I bio furbi: Cosmetici” di Emanuele Bellano si tocca un altro aspetto del mercato cosiddetto biologico ovvero quello dei cosmetici naturali. Un settore in costante crescita che nel mondo ha un giro d’affari di circa 13 miliardi di dollari. Ma come facciamo ad essere sicuri che quando prendiamo un cosmetico con la scritta “bio” stiamo comprando davvero un prodotto biologico?

Nell’inchiesta “La cricca del Po” di Giulio Valesini si parla dell’AIPo, l’agenzia pubblica che si occupa della manutenzione e messa in sicurezza del fiume Po. Nel 2013 la Procura di Rovigo ha concluso un’indagine su alcuni lavori assegnati dall’AIPo. Sono indagati quattro funzionari pubblici e tre imprenditori.

Nell’inchiesta “Catene da sole” di Giuliano Marrucci si parla di catene e pneumatici da neve d’obbligo in molte strade italiane a partire dal 15 novembre. Come succede spesso nel nostro paese la confusione la fa da padrona visto che ogni gestore fa la delibera per i tratti di sua competenza, cosicché ci si ritrova davanti a situazioni limite visto che obbligatorie nella marittima provincia di Trani le catene/pneumatici non sono obbligatori nella nebbiosa pianura padana.

Nell’inchiesta “Il fiato sul collo” di Emilio Casalini si tornerà a parlare di Equitalia, ovvero di come gli italiani vengano vessati da verbali sbagliati e richieste di tasse già pagate.

Nell’inchiesta “La fattura elettronica” di Giuliano Marrucci si parla della tanto sospirata digitalizzazione della burocrazia statale. Si cercherà di capire come è cambiata la Pubblica Amministrazione dal 6 giugno ovvero da quando lo stato ha voluto dire addio alla carta e ha obbligato i propri fornitori ad inviare le fatture esclusivamente in formato elettronico.

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni domenica le inchieste dei videogiornalisti impegnati a farci sapere come stanno davvero le cose.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

Nella prima inchiesta di Piero Riccardi intitolata “L’insostenibile brevetto” si parlerà dell’intreccio che lega industria chimica e semi coperti da copyright. Oggi, le prime tre compagnie sementiere  detengono il 53%, le prime dieci il 76% e tra queste sei coprono ben il 75% del mercato planetario dei pesticidi. Numeri che rivelano già l’intreccio indissolubile tra chi produce semi e chi produce i veleni per le erbe indesiderate. Ma tutto questo è sostenibile? E fino a quando? E soprattutto ci sono alternative?

Nella seconda inchiesta “AAA Patrimonio svendesi…” di Giorgio Mottola si parlerà  dell’interesse degli stranieri ad accaparrarsi proprietà immobiliari nel nostro paese a prezzi stracciati.

Mentre per la rubrica Com’è andata a finire si tornerà a parlare della crisi dell’Ittierre, la più importante azienda del fashion italiano e delle concessioni comunali alle cave di marmo di Carrara che pare non rendano niente ai cittadini.

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni lunedì le inchieste dei migliori videogiornalisti italiani.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione condotta da Milena Gabanelli.

L’inchiesta principale di stasera è di Piero Riccardi e s’intitola “Acqua Passata”. Si parla “naturalmente” di acqua: c’è chi vuole privatizzarne la distribuzione, anche contro il volere popolare, con la scusa di migliorarne anche la qualità. E’ così? Quello che è certo e che dopo cinquant’anni di industria chimica, e di carenza di leggi specifiche, molte delle nostre riserve d’acqua, sono ridotte a ricettacolo di scorie tossiche.

Per la rubrica Com’è andata a finire, il bravo Alberto Nerazzini con l’inchiesta “La divina provvidenza” si torna a parlare del San Raffaele di Milano salvato da un concordato preventivo e dal Gruppo San Donato di Giuseppe Rotelli, Il primo imprenditore della sanità privata italiana. Si cercherà di capire come intende rilanciare l’ospedale e approfondiamo la struttura finanziaria del suo gruppo imprenditoriale.

Nell’inchiesta di Giuliano Marrucci intitolata “Mr. Wireless” per la rubrica “C’è chi dice no” si parla del bellissimo progetto del prof. Daniele Trinchero e del suo laboratorio iXem del Politecnico di Torino per portare la banda larga anche laddove le principali società di telecomunicazioni ritengono sia impossibile o meglio poco remunerativo.

Sarà quindi un’altra puntata interessante, assolutamente da non perdere.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

L’inchiesta principale di stasera è di Michele Buono e di Piero Riccardi e s’intitola Generazione a perdere.  Si tornerà a parlare di quanto sia difficile la vita dei giovani in Italia. Il nostro paese sembra aver puntato tutto sugli anziani. La spesa sociale è quasi totalmente destinata ai pensionati, i posti di potere sono occupati da ultra cinquantenni. L’Italia non è un paese per giovani e questi si vedono costretti ad emigrare per cercare un’adeguata collocazione nel mondo del lavoro, lasciandosi alle spalle un paese che vede erodersi il risparmio privato per mantenere i figli.

Nella seconda inchiesta Maria Maggiore si farà il punto su quanto l’Italia ha perso terreno rispetto alle istituzioni di Bruxelles. Pur essendo uno dei paesi fondatori in questi ultimi anni il nostro paese ha perso sempre più considerazione presso la Comunità Europea perdendo grosse opportunità.

Mentre per la rubrica C’è chi dice no il servizio di Giorgio Simonetti sarà incentrato sulla figura del postino Daniele Kihlgren,che dieci anni fa ha deciso di investire tutto il suo patrimonio per il recupero del borgo di Santo Stefano di Sessanio (AQ).

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni domenica le inchieste dei videogiornalisti: Giovanna BoursierMichele Buono; Giorgio Fornoni; Sabrina Giannini; Bernardo Iovene; Giuliano Marrucci; Paolo Mondani; Alberto Nerazzini; Piero Riccardi; Stefania Rimini.

Stasera su RAITRE torna REPORT con un reportage sulla FIAT di Marchionne

Torna in prima serata REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli. Questa è la 15a edizione della trasmissione di inchieste giornalistiche incentrate sui problemi legati alla nostra società, all’ambiente, all’economia e alla salute.

L’inchiesta principale di questa sera è incentrata sulla storia recente della Fiat diventata in pochi anni da azienda in crisi sostenuta dallo stato italiano a uno dei principali produttori di auto mondiali con la scalata alla Chrysler e l’appoggio del presidente Obama. Ci si è chiesti qual è il reale piano strategico di Fabbrica Italia. Seguirà l’intervista che Giovanna Boursier ha realizzato a Sergio Marchionne al salone dell’auto a Ginevra, dove si chiarisce anche la questione della residenza fiscale e quanto il manager della Fiat effettivamente contribuisce al fisco italiano.

Si passerà a parlare poi di Fukushima. A due settimane dalla catastrofe una troupe di REPORT si è recata a vedere com’è la situazione a Tokyo e nel resto del Giappone.

Come di consueto, anche quest’anno alla fine di ogni puntata Milena Gabanelli aggiornerà gli spettatori sulle inchieste delle precedenti edizioni. Questa sera si tornerà a parlare di FINMECCANICA.

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni domenica le inchieste dei videogiornalisti: Giovanna Boursier; Michele Buono; Giorgio Fornoni; Sabrina Giannini; Bernardo Iovene; Giuliano Marrucci; Paolo Mondani; Alberto Nerazzini; Piero Riccardi;Stefania Rimini.

 

Questa sera REPORT su RAITRE ci parla del PIL

La Gabanelli torna questa sera alle 21:30 su Raitre e ci parlerà del PIL.

L’inchiesta Consumatori difettosi” di questa sera è di Michele Buono e Piero Riccardi dell’assurdo teorema alla base di ogni sistema economico che vuole che l’indicatore del benessere sociali sia uno solo, il PIL (Prodotto Interno Lordo).

Eppure dovrebbe essere ormai palese a tutti che il consumo in quanto tale non può essere traguardo dell’attività economica e di quanto sia assurdo pensare ad un infinita crescita economica misurata con le merci e i passaggi di danaro senza contare che esistono beni comuni come la qualità dell’aria, delle acque, il territorio, la salute, la coesione sociale che dovrebbero contare molto di più e che sono invece sacrificati in nome dell’economia.

Per la rubrica “Com’è andata a finire” si tornerà a parlare di Flat Point e delle case che il primo ministro Berlusconi possiede ad Antigua (puntata del 17/10/2010) e tornando più indietro (puntata del 6/12/2009) della sede della Fondazione San Raffaele che possiede una palazzina in affitto pagando per 99 anni un canone di 1 euro l’anno.

 

Stasera su RAITRE torna REPORT con un reportage sui consigli di amministrazione

Torna in prima serata REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

Questa è la 14a edizione della trasmissione di inchieste giornalistiche che conterà in tutto otto puntate incentrate come al solito sui problemi legati alla nostra società, all’ambiente, all’economia e alla salute.

Su Rai Tre, oggi domenica 17 ottobre 2010 alle ore 21:30 a REPORT, sarà proposto il reportage di Giovanna Boursier dal titolo “Così fan tutti“, con protagonisti i consigli di amministrazione hanno il compito di vigilare e verificare la gestione delle aziende. REPORT si occuperà anche del caso Flat Point, la scatola offshore dietro alla quale si celerebbe il premier Silvio Berlusconi che avrebbe compiuto tramite questa società alcune operazioni immobiliari ad Antigua tramite la banca Arner (Ghedini, avvocato del premier avrebbe già minacciato di quelerare la Rai in caso il servizio andasse davvero in onda). Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: