Buon compleanno Personal Computer

Fino al 12 agosto 1981 l’informatica era un aggeggio sconosciuto ai più che aveva suscitato l’interesse di pochi hobbisti e tecnici che li acquistavano sotto forma di kit in volumi limitati e generalmente venivano chiamati microcomputer (dallo Sphere I, al TRS-80 per arrivare al Commodore PET, per non parlare dell’Apple II dell’accoppiata Jobs+Wozniak per il quale venne coniato negli anni settanta il termine “personal computer” ). In realtà i computer erano giganteschi mainframe in uso a grosse società e centri di ricerca, quello che arrivava nelle case erano rudimentali schede madri senza uno standard con inclusi  tastiera  ed un monitor dal software più che limitato.

IBM_PC_5150ibm-logoNel 1981 fa la sua comparsa l’IBM 5150 presentato dalla dirigenza IBM in pompa magna al Waldorf Astoria di New York. Meglio conosciuto come PC IBM, una macchina solida e affidabile con CPU x86 (INTEL 8088 a 4.77 MHz con 16Mb di Ram di serie), che godeva di assistenza tecnica ed era espandibile, che sebbene molto costosa era destinata a rivoluzionare il mercato dei computer diventando lo standard de facto nell’industria del personal computer che negli anni a venire vedrà i “pc IBM compatibili” in contrapposizione  a Macintosh o altre piattaforme.

Finalmente la grande industria si era accorta che i computer potevano essere utilizzati nelle case di utenti comuni per un uso domestico e il progetto ebbe un tale successo da surclassare le più rosee aspettative diffondendo l’informatica laddove non era ancora arrivata e ponendo le basi per la rivoluzione digitale dei giorni nostri.

Assemblaggio Pc Gaming (1a parte)

Pc Alcuni sono convinti che l’era del PC desktop è al tramonto. Numeri alla mano (con conseguente crisi di colossi degli anni passati come DELL), sono pochi coloro che oggi scelgono di piazzare un’ingombrante PC sulla scrivania piuttosto che acquistare un tablet, un netbook oppure un notebook che quando non usi puoi riporre dove vuoi e che volendo ti seguono ovunque. Eppure c’è ancora un settore che non risente della crisi che è costituito dallo zoccolo duro dei gamers, che rimangono sordi alle chimere delle console e che preferiscono divertirsi con il PC, magari assemblato da loro.

aerocool_xpredator_x1_evil_black_edition

Chi si avvicina al mondo dell’assemblaggio di un PC solitamente chiede consiglio a un amico più skillato oppure ad uno dei diversi forum che si trovano in rete: dietro all’acquisto dei diversi componenti ci sono innumerevoli sottigliezze tecniche che confondo i meno informati con il rischio di sforare il budget a propria disposizione senza raggiungere gli obiettivi prefissati (ad esempio che senso ha acquistare una costosa scheda madre in grado di reggere il più audace OC, quando magari per ragioni di budget si cerca di risparmiare sul processore prendendone uno che non lo regge nemmeno l’OC?). Occorre aver ben chiaro il proprio limite di budget e informarsi il più possibile sui componenti a disposizione per assemblare il PC in grado di essere altezza delle nostre aspettative e queste regole valgono sempre, ma soprattutto quando si cerca di costruire un Pc Gaming.

Scegliere di assemblarsi il PC significa cercare tra tutti i componenti disponibili, quelli che rispettano meglio il nostro budget e le nostre aspettative, cercando di fare di meglio dai vari brand che offrono Pc completi.

Qui di seguito riporto le considerazioni che ho fatto per costruire un PC Gaming con un budget abbastanza ristretto, ma che se sfruttato bene, ha reso possibile l’assemblaggio di un PC in grado di farci godere anche sugli ultimi titoli usciti e su quelli a venire. Spero che questo post sia utile per chi vuole fare lo stesso e ha tanti dubbi su cosa comprare.

La lista della spesa 

 Processore INTEL – Processore Core i5-3470 (Ivy Bridge) Quad-Core 3,20 Ghz GPU integrata HD 2500 Socket LGA 1155
 Dissipatore in bundle con il processore
 Scheda Madre Scheda Madre AsRock ZH77 Pro4/MPV Socket 1155 Intel H77 DDR3 SATA3 USB3 ATX
 Memoria Ram 2x CORSAIR – Memoria Dimm Vengeance 4 Gb ddr3 1600 MHz Unbuffered CL9
 Scheda video ASUS – GeForce GTX 650 Ti BOOST 2GB GDDR5
 Hard Disk BARRACUDA 1TB SATA3
 Masterizzatore SAMSUNG – Masterizzatore interno DVD ± RW Super Writemaster Colore Nero Versione Bulk
 Case AEROCOOL – xpredator X1 evil edition
 Alimentatore CORSAIR CX600
 scheda PCI Wifi ATLANTIS W300N
 Monitor PHILIPS 227E4LHAB
 cavo HDMI generico 19pin
 Casse Acustiche presenti sul monitor
 Tastiera LOGITECH K200
 Mouse LOGITECH M175

Continua a leggere

E’ in arrivo Google Editions

Secondo il Wall Street Journal i ragazzi di Mountain View sono finalmente pronti a lanciare il loro bookstore, ovvero negozio di libri e riviste sottoforma di ebook. Il nuovo servizio di Google dovrebbe vedere la luce verso la fine del 2010 per gli Stati Uniti e a primavera per l’Europa e il resto del mondo.

Google Editions è un progetto che promette di scalzare il re del settore ossia Amazon offrendo milioni di titoli in tutti i formati, di tutte le epoche e lingue sia a pagamento, ma anche gratis. La piattaforma dovrebbe poter interagire con tutti i device, dai pc, ai notebook, dagli smartphone (con Android) ai futuri netbook carrozzati Chrome OS.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: