[Consiglio] Windows 10 – Disattivare la distribuzione degli aggiornamenti via P2P (WUDO)

Una delle più importanti novità strutturali di Windows Update nel nuovo sistema operativo Windows 10 si chiama WUDO (Windows Update Delivery Optimization), un notevole miglioramento nelle performance di aggiornamento del sistema operativo, ma c’è pure il rovescio della medaglia.Windows-10-WUDO-furto-connessione

Appena installato Windows 10 magari vi siete già accorti che state navigando più lentamente rispetto a prima? Stavolta il problema non riguarda il vostro router o la banda del vostro provider, ma è colpa di Windows 10.

In pratica ispirandosi al concetto di Peer-to-peer la Microsoft ha trovato il modo per cui il vostro PC può anche inviare parti di aggiornamenti di Windows e App scaricati in precedenza agli altri PC presenti nella rete locale o, udite udite, anche agli altri PC in Internet.

WUDO è attivo per default in Windows 10 Home e Pro Edition in tutte le connessioni, mentre per la versione EnterpriseEducation solo in reti locali.

Precisazioni:

  • Microsoft non ruba la tua connessione ad internet, era tutto scritto nel policy che hai accettato prima dell’installazione dell’OS (già quella che di solito si accetta velocemente senza nemmeno leggerla);
  • WUDO applica i parametri soltanto a connessioni non a consumo (quelle che hanno banda illimitata);
  • L’ottimizzazione recapito di Windows Update verifica l’autenticità dei file scaricati da altri PC prima di installarli;
  • Sta a voi scegliere se offrire o meno la banda del router di casa per far scaricare ad altri più velocemente gli aggiornamenti per Windows 10.

Come si Disattiva l’opzione?

  1. Accedete al percorso Impostazioni->Aggiornamento e Sicurezza->Windows Update;
  2. Andate nelle Opzioni Avanzate e poi sotto l’opzione “Scegli come installare gli aggiornamenti” cliccare sul link “Scegli come recapitare gli aggiornamenti”;
  3. Disattivate impostando su Off il flag che diventerà “Disattivato” gli Aggiornamenti da più posizioni (mentre per autorizzare la distribuzione degli aggiornamenti all’interno della rete locale -escludendo altri utenti remoti- basta selezionare PC nella rete locale).

E’ disponibile una nuova versione di PEERBLOCK (ver. 1.20.r693 – stable release)

Ottime notizie nello sviluppo di PeerBlock.

Di PeerBlock abbiamo già diffusamente parlato in ns. precedenti articoli. In pratica si tratta di un programma per sistemi WINDOWS (disponibile per XP, Vista, 7, e 8.x) che appoggiandosi a un sistema di black-list ha il compito di bloccare le intrusioni di istituzioni, imprese e organizzazioni segnalate per attività anti-p2p.

Di norma consigliamo sempre a chi utilizza servizi bittorrent o simili di installare sul proprio PC anche PeerBlock per la salvaguardia della propria privacy e non solo...

Finalmente da qualche giorno è disponibile sul sito ufficiale di PeerBlock la release 1.2 (Stable) che mette a disposizione di tutti gli utenti le features già provate con le release beta che sono state man mano rilasciate nei mesi scorsi.

peerblock

Per installare il programma è sufficiente scaricarlo a questo link e proseguire con le istruzioni. Lo stesso vale anche per chi come noi ha utilizzato sino ad ora una versione beta: non occorre disinstallare alcunché, è sufficiente stoppare il programma e procedere con una normale installazione.

E’ disponibile una nuova versione di PEERBLOCK (ver. 1.00.r691 – beta release)

Proseguono le novità nello sviluppo di PeerBlock.

torrent

Quando installiamo sul nostro computer client di sharing p2p, mentre siamo collegati alla rete per scaricare ciò che ci interessa, per la stessa natura dell’infrastruttura di rete, quindi attraverso lo stesso canale, mettiamo a disposizione degli altri utenti molte informazioni e dati (es. ciò che stiamo scaricando, gli eventuali seed attivi, ecc…).

Di PeerBlock abbiamo già diffusamente parlato in ns. precedenti articoli. In pratica si tratta di un programma per sistemi WINDOWS che appoggiandosi a un sistema di black-list ha il compito di bloccare le intrusioni di istituzioni, imprese e organizzazioni segnalate per attività anti-p2p.

Di norma consigliamo sempre a chi è abituato ad utilizzare servizi bittorrent o simili di installare sul proprio PC anche PeerBlock.

E’ da anni (dal lontano 2010) che la versione STABLE del programma è ferma, mentre di tanto in tanto ci sono notizie riguardo le versioni BETA che solitamente non deludono gli utenti. Quindi per chi non si accontenta della versione STABLE e per chi vuole avere il programma aggiornato sempre con l’ultime features, ci sono delle novità: da qualche giorno è stata rilasciata una nuova versione, la r691 scaricabile qui.

Questa nuova release anche se BETA porta interessantissime novità e sono molti coloro i quali hanno già provveduto all’UPGRADE senza attendere oltre la versione 1.2 che danno per certa nei prossimi mesi. Ecco le nuove e imperdibili features:

  • Better Weekly List-Updating – E’ stato migliorato il sistema di aggiornamento settimanale delle liste per gli utenti free (la maggiorparte);
  • First-run Update Message – Dopo l’aggiornamento di PeerBlock al primo avvio, compare ora un avviso che spiega il funzionamento degli aggiornamenti settimanali per gli utenti free;
  • Improved List-update Error Window – In caso di errore nell’aggiornamento delle liste, 429 o altro, ora compare un messaggio con informazioni circa l’errore e tramite un pulsante accedere a maggiori spiegazioni;
  • (Re)Load Previously Downloaded Lists – Risolto il problema dell’attivazione/disattivazione delle liste che comprometteva gli aggiornamenti.

I film più piratati del 2013

La CEG TEK International, grande studio legale americano che da anni si occupa di copyright e pirateria, ha stilato un elenco dei 100 film più piratati dell’anno, negli Stati Uniti e resto del mondo.

classifica_2013

Non si può certo dire che si tratta di film che rimarranno nella storia del cinema.

Elysium

Curiosamente, la palma del più ricercato online è andata a Elysium di Neill Blomkamp con Matt Damon che ha diviso la critica tra chi lo ha considerato “il più bel film d’azione dell’anno” e chi lo ha bollato di “sciatteria e pressapochezza” e che comunque non ha di certo sbancato al botteghino.

Il dato interessante è che molto richiesti i film d’azione a basso budget che i blockbuster. Difatti al 10° posto troviamo un misconosciuto Blood of Redemption, un action-horror solo per l’home video con Wesley Snipes. E che dire di Sharknado del mix squali e tornado che da B-Movie deve al passaparola sulla rete il suo successo che lo ha tramutato in un successo come dimostra il 13° posto in questa classifica.

uTorrent: come disabilitare la pubblicità

logo-utorrent

uTorrent è un’ottima applicazione, una tra le migliori da utilizzare per il p2p.

Purtroppo da tempo utilizzarla può risultare fastidioso per tutti gli annunci pubblicitari sparsi nella sidebar. Fortunatamente, questi possono essere disattivati dalle impostazioni avanzate.

Per procedere con la disattivazione dei vari annunci ed offerte,  è sufficiente cliccare su “Opzioni” -> “Preferenze” -> “Avanzate“, troveremo una lunga lista di flag, quindi cercare e disattivare (ovvero impostare sul valore”false“) i seguenti flag:

  1. offers.left_rail_offer_enabled/left_rail_offer
  2. gui.show_plus_upsell
  3. offers.sponsored_torrent_offer_enabled/sponsored_torrent_offer_enabled
  4. bt.enable_pulse
  5. gui.show_notorrents_node
  6. offers.content_offer_autoexec

Riavviate l’applicazione.

Fate attenzione poiché a seconda della versione installata, i suddetti i flag possono essere chiamati in modo leggermente diverso.

E’ disponibile una nuova versione di PEERBLOCK (ver. 1.00.r677)

Finalmente ci sono novità nello sviluppo di PEERBLOCK.

Dopo aver “protetto”, per quanto ottimisticamente possibile,  il nostro amato computer da ogni possibile intrusione con antivirus e firewall spesso ci vediamo costretti ad “aprirlo” al mondo esterno per poter interagire con la rete. Occorre quindi provvedere.

Di norma consigliamo sempre a chi è abituato ad utilizzare servizi bittorrent o simili di installare sul proprio PC anche PEERBLOCK.

Di PEERBLOCK abbiamo già diffusamente parlato in ns. precedenti articoli. In pratica si tratta di un programma per sistemi WINDOWS che appoggiandosi a un sistema di black-list ha il compito di bloccare le intrusioni di istituzioni, imprese e organizzazioni segnalate per attività anti-p2p.

E’ da anni (dal lontano 2010) che la versione STABLE del programma è ferma, mentre di tanto in tanto ci sono notizie riguardo le versioni BETA che solitamente non deludono gli utenti. Quindi per chi non si accontenta della versione STABLE e per chi vuole avere il programma aggiornato sempre con l’ultime features PEERBLOCK, ci sono novità: da qualche giorno è stata rilasciata una nuova versione, la r677 scaricabile qui.

Questa nuova release anche se BETA porta interessantissime novità e sono molti coloro i quali hanno già provveduto all’UPGRADE senza attendere oltre la versione 1.2 che danno per certa nei prossimi mesi. Ecco le nuove e imperdibili features:
Continua a leggere

uTorrent: gestire black-list in Windows 8 con IP Filter Updater

uTorrentA chi utilizza, anche occasionalmente, programmi per il download di file tramite il protocollo Torrent, consigliamo di premunirsi con un programma che appoggiandosi a un sistema di black-list blocchi le intrusioni di istituzioni, imprese e organizzazioni segnalate per attività anti-p2p che sfruttano le peculiarità del protocollo di sharing per monitorare i computer attivi nell’upload e nel download dei file.

Per i sistemi Windows precedenti a Windows 8 consigliamo di avvalersi del sempre valido Peerblock, ma in attesa che il datato programma risolva i suoi problemi di compatibilità con il più recente s.o. di casa Microsoft è meglio optare per una soluzione un po’ più complicata, ma altrettanto valida: l’utilizzo di IP Filter Updater associato a uTorrent.

IP Filter Updater è un programma open source disponibile su SourceForge che si occupa di tenere aggiornato il file ipfilter.dat contenente la lista dei indirizzi IP dei potenziali intrusi: una volta attivato il servizio su uTorrent il programma eviterà ogni collegamento da parte delle organizzazioni contenuti nella black-list.

Ecco le istruzioni da seguire passo-passo: Continua a leggere

Lista server emule 2012 | Lista server .met

EMule sembrava esser andato in pensione, ma con la chiusura dei servizi di direct download come Megaupload e Rapidshare sta tornando nuovamente di attualità!

Oggi proviamo a risolvere un problemino che affligge questi utenti che sempre più spesso vedono la loro lista di SERVER riempirsi di zombie o ancora peggio decimarsi inesorabilmente.

Ecco le liste server met (*) con i migliori server eMule e le istruzioni per l’upgrade: Continua a leggere

Film più piratati del 2011

Tempo di classifiche e torna Torrentfreak con una davvero interessante, quella dei film più scaricati worldwide nel 2011.

Non si può certo dire che si tratti di film che rimarranno nella storia del cinema.

I gusti cinematografici degli internauti sono per lo più rivolti ai grandi blockbuster americani anche se a ben vedere grossi incassi non significano maggiore successo sul web.

Analizzando il podio troviamo al primo posto  Fast Five, una pellicola che ha deluso i fan di Vin Diesel e della saga di Fast & Furius, al secondo Una notte da leoni 2 che ha lasciato agli spettatori un’ottenebrante sensazione di déjà-vu e al terzo posto in classifica si è piazzato il Thor di Kenneth Branagh nel quale abbiamo apprezzato personalmente la bella Natalie Portman.

La classifica dei film più piratati di sempre

Torrent Freak  ha recentemente stilato la classifica dei film  più scaricati con il protocollo BitTorrent di tutti i tempi.

Se il colosso di Cameron non sorprende (non esulteranno di certo i distributori), la vera sorpresa è per il non posto per Hulk, capace di superarsi in rete rispetto al flop durante il periodo di proiezione al cinema.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: