Come migrare il calendario da OUTLOOK a THUNDERBIRD/LIGHTNING

Sono sempre di più gli utenti che scelgono di migrare da MS OUTLOOK a MOZILLA THUNDERBIRD e può capitare di riscontrare qualche difficoltà nel trasferire gli appuntamenti sulla nuova piattaforma (Lightning).

Nel caso la versione di OFFICE sia recente (2007 o  2010) non dovreste avere problemi: sarà sufficiente esportare il calendario di OUTLOOK nel formato iCalendar (.ics) e quindi importarlo in THUNDERBIRD/LIGHTNING.

Il formato iCalendar è quello più consigliato anche perché in grado di riconoscere gli eventuali appuntamenti ricorrenti.

Diverso è il caso in cui la versione di OFFICE di partenza sia più vecchia: l’importazione in Lightining da .cvs da OUTLOOK funziona solo con OFFICE in inglese… quindi occorre un diverso approccio. Continua a leggere

Ripristinare la rubrica di Outlook

launch_outlookQuando ci capita di dover esportare il file .pst di OUTLOOK (qualsiasi versione) da un PC ad un altro bisogna ricordarsi che di default il browser di posta non punterà alla nuova rubrica caricata, ma a quella di sistema, impedendo difatto di  utilizzare la comoda funzione di inserimento automatico degli indirizzi dei destinatari dei messaggi di posta (i pulsanti A… CC… CCN… per intenderci).  Occorre far puntare alla nuova rubrica nel seguente modo:

Continua a leggere

AIUTO!!! OUTLOOK .PST OVERSIZED

A coloro i quali hanno la pessima abitudine di non rispettare i limiti dei programmi che hanno installato sul proprio computer può capitare di ritrovarsi tra le mani l’OUTLOOK di MICROSOFT che non ne vuole più sapere di funzionare…

launch_outlookE’ vero che a casa ormai siamo abituati a gestire la nostra posta e i nostri contatti via browser, utilizzando i servizi di GMAIL, di HOTMAIL, o di un’altro provider, ma in ufficio la maggior parte di noi lavora con l’OFFICE di MICROSOFT e quindi gestisce la posta con OUTLOOK.

Spesso in ambito professionale si evita di mettere mani al proprio account di posta ritenendo una scocciatura quella di pulire dalle vecchie email le caselle di POSTA IN ARRIVO e POSTA INVIATA oppure semplicemente di consolidare il file PST (con la funzione COMPRIMI). Il risultato di tanta pigrizia si traduce in un file PST sempre più enorme che, soprattutto con le versioni precedenti alla 2007, si corrompe e diventa inutilizzabile. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: