Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Stasera in onda alle 21.30 su raitre la seconda puntata del nuovo ciclo di Report, la trasmissione condotta dalla brava Milena Gabanelli che in studio presenta l’inchiesta di Michele Buono sulla crisi finanziaria.

Qual è lo stato reale dell’economia?  Il nostro futuro, e quello degli Stati, è sempre di più legato ai complessi giochi della speculazione in Borsa e alle decisioni di Banche Centrali e enti sovra-nazionali. Report è andata a vedere come stanno realmente le cose e chi sono le agenzie di Rating che con un semplice voto decidono la nostra sopravvivenza o disperazione.

Si parlerà di Silvio Berlusconi questa volta mettendo in luce i molteplici interessi del premier nelle concessionarie del gioco on-line che si spartiscono una torta di diversi miliardi di euro.

Per la rubrica C’è chi dice no, Luca Chianca  ci parlerà della vicenda dei fratelli Doria e del lungo braccio di ferro tra un’allevamento di vongole e il Consorzio Venezia Nuova. Si tornerà a parlare di NoTav a proposito del rischio di scontri e di infiltrazioni da parte dei Black Bloc.

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni domenica le inchieste dei videogiornalisti: Giovanna BoursierMichele Buono; Giorgio Fornoni; Sabrina Giannini; Bernardo Iovene; Giuliano Marrucci; Paolo Mondani;  Alberto Nerazzini; Piero Riccardi; Stefania Rimini.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Ritorna l’appuntamento settimanale della domenica sera su RAITRE con REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

Tra le ben note mille difficoltà torna un nuovo ciclo di inchieste di Report su Raitre. Milena Gabanelli in studio presenta l’inchiesta di Bernardo Iovene sul federalismo municipale.

Al suo primo anno di sperimentazione, il federalismo municipale, nato per eliminare gli sprechi di risorse si traduce nei fatti in una diminuzione dei servizi ai cittadini dall’assistenza sociale e sanitaria, all’istruzione.

Si metteranno poi a confronto i comuni della provincia autonoma di Trento con quelli della provincia di Belluno e della Lombardia per mettere in evidenza le disparità di servizi resi ai cittadini che sulla carta dovrebbero sparire come le nuove regole.

Per la rubrica C’è chi dice no si parlerà di movimento NoTav con Alberto Perino che si chiede come in un periodo di crisi e di tagli si possano trovare i 20 miliardi necessari per costruire un’opera ritenuta da molti inutile se non dannosa per il territorio della Val di Susa.

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni domenica le inchieste dei videogiornalisti: Giovanna BoursierMichele Buono; Giorgio Fornoni; Sabrina Giannini; Bernardo Iovene; Giuliano Marrucci; Paolo Mondani;  Alberto Nerazzini; Piero Riccardi; Stefania Rimini.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: