Chrome OS verrà presentato il 7 dicembre a San Francisco

Sono in molti in attesa ormai da mesi del lancio ufficiale di Google Chrome OS, il nuovo sistema operativo dei ragazzi di Mountain View dedicato ai netbook. La notizia, secondo quanto riportato dal sito engadget.com, è che Google sta distribuendo inviti per il 7 dicembre per un evento Chrome che si terrà a San Francisco.

Non ci sono ancora i dettagli, ma ci sono ottime possibilità che venga presentato il nuovo netbook con Chrome OS a bordo.

E’ in arrivo Google Editions

Secondo il Wall Street Journal i ragazzi di Mountain View sono finalmente pronti a lanciare il loro bookstore, ovvero negozio di libri e riviste sottoforma di ebook. Il nuovo servizio di Google dovrebbe vedere la luce verso la fine del 2010 per gli Stati Uniti e a primavera per l’Europa e il resto del mondo.

Google Editions è un progetto che promette di scalzare il re del settore ossia Amazon offrendo milioni di titoli in tutti i formati, di tutte le epoche e lingue sia a pagamento, ma anche gratis. La piattaforma dovrebbe poter interagire con tutti i device, dai pc, ai notebook, dagli smartphone (con Android) ai futuri netbook carrozzati Chrome OS.

 

Intel Wireless Display: laptop con display senza fili

Immaginatevi di poter visualizzare le immagini provenienti dal vostro laptop direttamente sullo schermo di casa senza bisogno di diventare matti  con cavi e quant’altro. Non siete per niente matti, visto che la stessa idea è balenata qualche tempo fa agli ingegneri di Intel che per rispondere a questa esigenza hanno sfornato la tecnologia Intel Wireless Display (WiDi) già disponibile sui notebook della piattaforma Calpella (chipset PM55 e processori i3, i5 e i7 mobile).

In questo modo, il costruttore garantisce l’uso di streaming video sulla nostra televisione mediante la tecnologia senza fili: l’unica cosa che abbiamo bisogno è di un semplice adattatore, come un Netgear Push2TV, appositamente realizzato per la tecnologia Intel Wireless Display. Continua a leggere

Parliamo di GOOGLE OS

L’abbiamo provato e ci è piaciuto. Ci è piaciuta sopratutto l’idea che uno strumento utilizzato sopratutto per interagire con la rete (pensiamo sopratutto ai netbook verso il quale il nuovo S.O. di Mountain View è rivolto) non è obbligato a lavorare sulle logiche di un “vecchio” PC e che il S.O. sia minimale e WEB-Oriented.

E’ inutile sovraccaricare il sistema quando l’hardware a nostra disposizione è limitato e le operazioni che vogliamo effettuare si limitano alla navigazione internet , alla lettura delle email o magari a cose per i quali possiamo utilizzare programmi che non devono per forza risiedere nel nostro sistema. Certo il S.O. rilasciato in beta test mostra tutti i difetti dovuti alla giovane età, ma la sua concezione così come i risultati fin qui raggiunti fanno ben sperare. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: