Operatione Shady RAT: spionaggio globale sventato da McAfee

McAfee ha reso noto attraverso Dmitri Alperovitch, vice-presidente della divisione di ricerca delle minacce, di aver scoperto la maggiore serie di attacchi informatici della storia, con violazione dei database di 72 soggetti.

Tra le vittime ci sono Onu, i governi di Stati Uniti, Canada, Corea del sud, India, Vietnam e Taiwan, il Comitato olimpico internazionale, l’Asean (associazione degli Stati del Sud-est asiatico), l’Agenzia mondiale antidoping, numerose società dei settori difesa e hi-tech.

Gli attacchi secondo McAfee vengono da un “soggetto statale” non identificato, che secondo diversi esperti sarebbe la Cina. L’offensiva hacker era cominciata almeno dal 2006 ed è stata battezzata dagli scopritori Operazione Shady RAT. Il culmine degli attacchi è stato proprio nel 2011.

Cosa fare per rimuovere l’AVIRA ANTIVIR “ostinato”

Può capitare di voler cambiare il proprio antivirus, magari perchè si è letto una più favorevole recensione di un altro prodotto oppure perchè il programma non si è dimostrato all’altezza delle nostre aspettative. Il consiglio che il CITTADINO IMPERFETTO si sente di dare spassionatamente in questi casi è che prima di cambiare l’antivirus bisognerebbe cambiare le proprie abitudini. Se difatto non esiste l‘antivirus perfetto esistono comportamenti durante la navigazione o alla semplice gestione dei propri file che ci fanno diventare l’obiettivo perfetto per i malintenzionati. Comunque se si è proprio decisi cambiare l’antivirus l’impresa di disinstallarlo per sempre dalla nostra macchina può essere più ardua di quanto possiamo pensare e la semplice procedura lanciata dal pannello di controllo -> Installazione/Disintallazione applicazioni (Windows XP/ 2000) o -> Programmi e Applicazioni (Windows Vista) si rivela insufficiente.

avira

Per quanto riguarda i prodotti di SYMANTEC e di MCAFEE rimando ai post precedenti, mentre oggi voglio parlarvi di quando AVIRA ANTIVIR non ne vuole sapere di lasciare il nostro beneamato pc. Continua a leggere

Domani arriva il worm CONFICKER, stai al sicuro con STINGER

virusDomani scatta l’ora X. E’ per il primo di aprile (e certo non sarà un pesce) che gli esperti hanno previsto l’attivazione dei PC ZOMBIE che negli scorsi mesi sono stati vittime, finora inconsapevoli, della variante C del WORM CONFICKER. Il potenziale pericolo, che proseguirà i suoi attacchi anche nei giorni successivi al primo di aprile, è così elevato che la stessa Microsoft ha messo una taglia sui suoi creatori di 250mila dollari: il worm ha sfruttato una falla dei sistemi operativi della Microsoft e la sua capacità di infilarsi nelle chiavette USB e nei dispositivi removibili, infettando qualcosa come quindici milioni di computer in tutto il mondo con il fine di creare una delle botnet più devastanti degli ultimi anni. Se pensate di essere al sicuro perchè siete di quelli che tengono aggiornato con le ultime patch il proprio sistema operativo e antivirus, sappiate che avete ancora qualche ora prima che gli hacker utilizzino il vostro computer collegato a internet per attacchi informatici di massa o furti di dati. Una volta all’interno del pc di casa, Conficker.c fa sì che non ci si possa accorgere della sua presenza bloccando gli arrivi dei bollettini informativi di Windows e modificando quel registro che permette al sistema operativo di proteggersi e ripristinarsi, eventualmente, da un punto in cui tutto funzionava senza problemi!!! Ma non tutto è perduto…

Continua a leggere

Guida alla disinstallazione della suite antivirus MCAFEE precaricata

45639_sAcquistando un nuovo notebook si deve innanzitutto affrontare il problema degli innumerevoli software precaricati in bundle. Perlopiù inutili, se mantenuti, rischiano di rallentare le prestazioni del nostro nuovo giocattolo. A dir poco antipatici sono poi i programmi in “prova”: solitamente sono l’antivirus e l’onnipresente OFFICE di Microsoft che si lasciano assaggiare per 60 giorni prima di deciderne l’acquisto o la continuazione dell’abbonamento a pagamento.

Solitamente quando metto le mani su macchine nuove cerco immediatamente di eliminare tutti quei gadget inutili (esempio i giochini on-line di HP oppure le cosiddette utilities di ACER) sostituendoli con programmi freeware facilmente reperibili nel WEB e spesso migliori. mcafeeStessa cosa per l’ANTIVIRUS, piuttosto di posticipare l’evento preferisco disinstallare subito il MCAFEE o il SYMANTEC NORTON in prova e caricare l’AVIRA ANTIVIR che è gratuito e per l’uso domestico va più che bene magari associato con un programma contro i MALWARE&SPYWARE&ROOTKIT (come l’ottimoSpybot-S&D)e un FIREWALL software personale (tipo ZONE ALARM per intenderci). symantec

E’ meglio farlo subito sopratutto per non avere strascichi e difficoltà successivamente. E’ risaputo che gli antivirus sono piuttosto ostici da disinstallare. Prima di montare il nuovo antivirus è sempre meglio accertarsi di aver eliminato completamente ogni traccia del precedente software per non incorrere in malfunzionamenti dovuti all’incompatibilità dei diversi moduli residenti. Continua a leggere

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: