Stasera su RAI3: PRESADIRETTA ci parla del “JOBS ACT”

Stasera alle 21:05 nuova puntata con le inchieste della trasmissione di Riccardo Iacona e noi saremo davanti al televisore su Raitre a farci venire il fegato marcio per questo paese tanto bello quanto ingiusto.

In questa puntata di PRESADIRETTA che s’intitola (ah, ah, scusate…) TUTELE CRESCENTI, Riccardo Iacona ci parlerà della riforma del mercato del lavoro del governo di Matteo Renzi, il cosiddetto Jobs Act. Ci si è posti la domanda è servita questa riforma a creare nuova occupazione costruendo nuovi e buoni posti di lavoro?

Le telecamere di PRESADIRETTA anche per questa inchiesta realizzata in collaborazione con Alessandro Macina, Federico Ruffo, Sabrina Carreras, Lisa Iotti, Marina Del Vecchio, Antonella Bottini, hanno girato l’Italia, da nord a sud, dalla Fiat di Melfi alle piccole imprese del nord, tra chi ha ripreso a lavorare e chi è fermo al palo.

PRESADIRETTA è entrata in contatto con quella “giungla del precariato” in cui devono destreggiarsi i giovani alle prese con la ricerca del primo impiego, tra storie positive di chi assume e continua a garantire l’articolo 18 e chi invece licenzia e riassume approfittando degli sgravi governativi, i cosiddetti “furbetti del jobs act”.

CPV-8QsUAAAxbaX

Si cercherà di capire  Continua a leggere

Stasera su RAI3: PRESADIRETTA ci parla dei “PARTITI ACCHIAPPAVOTI”

Da stasera alle 21:05 ricomincia il nuovo ciclo di inchieste della trasmissione di Riccardo Iacona e noi saremo davanti al televisore su Raitre a farci venire il fegato marcio per questo paese tanto bello quanto ingiusto.

In questa puntata di PRESADIRETTA che s’intitola PARTITI ACCHIAPPA VOTI, Riccardo Iacona farà il punto sullo stato di salute dei partiti italiani, con particolare attenzione al nuovo Partito Democratico, intervistando in studio Matteo Orfini, il presidente del partito di Matteo Renzi.

Le telecamere di PRESADIRETTA per questa inchiesta realizzata in collaborazione con Danilo Procaccianti, Liza Boschin, Giuseppe Laganà, Massimiliano Torchia, Andrea Vignali, hanno girato l’Italia. In Sicilia dove parlamentari regionali, consiglieri comunali e sindaci della Regione, del centro e del centro destra, gli stessi che avevano fatto vincere Cuffaro e Lombardo, adesso entrano a centinaia nel Partito Democratico. In Campania per seguire le ultime elezioni amministrative che hanno portato alla Presidenza della Regione Vincenzo De Luca, un candidato che rischiava, se eletto, di essere sospeso a causa di una condanna in primo grado. In Puglia, per seguire le ultime elezioni Regionali dove la mancanza di democrazia interna a Forza Italia e lo scontro tra Silvio Berlusconi e Raffaele Fitto e ha portato all’elezione del piddino Michele Emiliano.

Si racconterà  Continua a leggere

PD Magnifico da Crozza nel Paese delle Meraviglie

Il bravissimo Maurizio Crozza venerdì scorso ha regalato agli spettatori del suo programma Crozza nel Paese delle Meraviglie in onda il venerdì in prima serata su La7, la parodia della canzone Magnifico di Fedez.

Interpretando il cantautore Francesco Guccini e il premier Matteo Renzi ha creato insieme alla Silvano Belfiore Band la canzone PD Magnifico, un pezzo satirico sulla festa dell’Unità a Bologna.

[Vignetta] Berlusconi archivia il patto del Nazareno: «Rotto da Renzi, fine progetto condiviso»

Silvio Berlusconi parla di un rischio di «deriva autoritaria», che potrebbe essere determinato dalle riforme. E punta il dito contro chi non ha rispettato i patti, vedi Matteo Renzi, per «puri interessi di parte».

vignetta

Vignetta: “Vertice del governo italiano sull’invasione russa della Crimea”

renzi+mogherini+pinottiLa posizione italiana chiaramente influenzata dai mille dossier economici e industriali che Roma mantiene aperti con Mosca . E per questo per il momento il governo Renzi si tiene in equilibrio fra Mosca e Kiev, invitando Mosca «a evitare azioni che comportino un ulteriore aggravamento della crisi e a perseguire con ogni mezzo la via del dialogo». E contemporaneamente nel suo comunicato Palazzo Chigi «esorta le autorità di Kiev a promuovere ogni sforzo volto alla stabilità e alla pacificazione del Paese nel rispetto della legalità e della tutela delle minoranze», dove per minoranze si intendono gli ucraini russofoni che Mosca dice di aver voluto difendere con il suo intervento militare.

Vignetta: “Renzi in Aula: Scelte radicali, se falliamo è colpa mia”

renziinaula

Il neo premier presenta il programma: prima scuola e riforme. Poi le tre priorità: debiti della pubblica amministrazione, fondi per le piccole imprese e riduzione del cuneo fiscale.

Vignetta: “Renzi rassicura i suoi: mai un governo con Berlusconi”

renzi&berlusconi«MAI UN GOVERNO CON BERLUSCONI» – Poi, in risposta a un tweet di un giornalista che diceva: «Voglio dirlo subito: se Matteo Renzi fa un governo con Berlusconi, gli tolgo il voto e anche il saluto!», Renzi replica: «Non rischiamo né voto, né saluto allora».

Vignetta: “Fissato per domani il vertice Berlusconi-Renzi”

renzi-berlusconiL’incontro ci sarà ed è fissato per domani pomeriggio, ne da notizia . Prima non si può visto che domattina il sindaco Renzi è atteso a Firenze per l’inaugurazione di un lotto di case popolari, mentre il Presidentissimo domani mattina presenzierà la nomina ufficiale di Seedorf alla guida del Milan.

In molti sa sinistra storcono il naso. Se è vero che in certi ambienti vale il macchiavelliano principio del “voto non olet” è pur vero che proprio il sindachissimo prima del plebiscito alle primarie blandiva il suo popolo dichiarando pubblicamente in più di una occasione la fine politica di Berlusconi. Adesso è proprio Renzi a tendergli una mano e a restituirgli un’insperata centralità politica in nome della ricerca di un’ampio consenso che risolva al più presto il nodo della riforma elettorale.

Vignetta: “Per Letta il 2013 è stato l’anno della svolta generazionale”

LETTA_RIVOLUZIONE GENERAZIONALE

Così il Presidente del Consiglio Letta durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno: «Il 2013 sarà ricordato come l’anno della svolta generazionale: si è affermata una generazione di quarantenni senza alcun precedente nella storia repubblicana, se non nell’immediato dopoguerra. Ebbene non possiamo fallire».
Sarà…

Vignetta: “Ecco il piano di Renzi per il lavoro: neoassunti senza articolo 18”

vignetta_renziMatteo Renzi lancia la sfida sulla riforma del mercato del lavoro chiedendo maggiore flessibilità ai giovani già devastati dalla precarietà che li doveva “traghettare” verso il posto di lavoro. Altro che Silvio Berlusconi!!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: