[Serie Tv] – The Passage

Accendete il televisore, arrivano i vampiri della trilogia fanta-horror di Justin Cronin!

1837

The Passage è una serie fanta-horror della FOX Television, ideata da Liz Heldens (Friday Night Lights, The Orville),  prodotta tra gli altri dal Premio Oscar Ridley Scott (The Martian, Il Gladiatore) e diretta da Matt Reeves (L’Alba del Pianeta delle Scimmie, Cloverfield).
La serie è basata sulla trilogia di romanzi dell’autore americano Justin Cronin che tratta di una cospirazione governativa per proteggere l’umanità da un futuro distopico in balia dei vampiri.
La prima stagione è composta da 10 episodi da 44 minuti circa ciascuno, ha debuttato negli Stati Uniti dal 14 gennaio 2019 e in Italia dal 28 gennaio 2019 trasmessa dai canali della FOX.


Interpreti e personaggi

THE_PASSAGE_12463-1014x570


Una lunga lunga gestazione (da film a serie tv)

The Passage è un progetto nato nel lontano 2007 quando la FOX acquisisce per $1,70m i diritti dei romanzi di Justin Cronin affidandone la trasposizione cinematografica allo sceneggiatore John Logan (Il Gladiatore, 007 Skyfall, Hugo Cabret) e al regista Ridley Scott.220px-The_Passage_(Justin_Cronin_novel_-_cover_art)
Nel 2011 entra in squadra Matt Reeves Jason Keller (Fuga dall’inferno, Die Hard – Un buon giorno per morire, Ford v. Ferrari) che riscrive daccapo la sceneggiatura.
Nel 2016 viene accantonato definitivamente il proposito di realizzare un film e dare un più ampio respiro all’intero progetto.
Così agli inizi del 2017 la FOX Television ordina un primo pilota della serie televisiva al team formato da Liz Heldens,  Matt Reeves e dalla Scott Free Productions (di Ridley e Tony Scott) affidandone la regia a Marcos Siega e scegliendo Mark-Paul Gosselaar e la giovane Saniyya_Sidney (e il suo personaggio che nel romanzo ha circa 6 anni viene ‘modificato’ in un più televisiva bambina di dieci anni) come protagonisti.
Nel 2018 l’episodio pilota viene parzialmente rigirato cambiando alcuni membri nel cast dal regista Jason Ensler accreditato quindi come co-regista insieme a Marcos Siega.
Viene infine ordinata una prima stagione di 10 puntate che negli Stati Uniti viene trasmessa a partire da metà gennaio del 2019 trainata il lunedì sera dall’altra serie di successo The Resident. Le prime puntate di The Passage vengono ben accolte sia dalla critica che dagli spettatori facendo ben sperare i fan nell’annuncio di una prossima seconda stagione.


Uno spettacolo eccezionale basato su uno scenario terribile

“I didn’t used to believe in monsters, but I do now,” Amy says. “I saw them change everything.” – (trad. «Non ero abituata a credere nei mostri, ma ora lo faccio.» dice Amy «Li ho visti cambiare tutto.»)
Passage_S1_MiniPoster_2018_hires2.jpgSpinto dalla necessità di trovare una cura per la moglie malata di Alzhaimer, il professor Jonas Lear insieme al suo fraterno amico scienziato Tim Fanning, organizza una spedizione nelle foreste della Bolivia dove scoprono un virus che rende più forte e immune alle malattie lo stesso Fanning che viene assalito e contagiato. Nasce così il Progetto Noah diretto dal Maggiore Nichole Sykes con l’obiettivo di creare un vaccino in grado di debellare qualsiasi malattia: in una base segreta vengono condotti esperimenti illegali su alcuni condannati a morte e su una bambina orfana senza famiglia di nome Amy che per via della giovane età potrebbe avere una migliore risposta al virus, salvando milioni di persone da una nuova pandemia. Istantanea_2019-02-20_13-04-05.pngTuttavia, nulla va secondo i piani del governo e i pazienti sottoposti alla sperimentazione si trasformano in telepatiche creature infettive assetate di sangue. La piccola Amy è la sola a poter liberare il mondo dall’incubo in cui è precipitato, affiancata dal suo protettore, l’agente dell’FBI Brad Wolgast, che inizialmente è colui che la rapisce per conto del Progetto Noah, ma che poi si ribella agli ordini dell’ex agente operativo della CIA incaricato delle operazioni, Clark Richards.

ThePassageBB-678x381.jpg


Salviamo il mondo dai vampiri… ancora una volta

Gli ingredienti sono magari i soliti e forse questo è l’unico tallone d’Achille di questa serie tv di genere.
La sceneggiatura è più che solida e si vede che si avvale della collaborazione dello stesso autore che ha portato al successo letterario la saga, ma un conto è la carta stampata e il gusto dei lettori, tutta un’altra cosa il palato esigente di una platea televisiva che negli anni è stata bombardata dagli eventi catastrofici più disparati compresi i virus vampireschi (ancora non ci siamo ripresi dall’appena terminata serie sui vampiri The Strain di Guillermo del Toro).
imagesSe le prime puntate vergono sul complotto governativo e sulla segretezza del Progetto Noah, i successivi episodi divengono ancora più interessanti per la scoperta dei poteri dei vampiri e la crescita d’importanza del personaggio di Amy.
Il dejà vu si supera così ben presto apprezzando la recitazione di un cast di tutto rispetto: bravi e convincenti tutti, compresa la giovane Saniyya_Sidney già apprezzata nella miniserie Radici. download.pngLa lunga gestazione non ha compromesso la trasposizione del racconto nel media televisivo che è sicuramente valorizzato dalla mano sapiente della showrunner Liz Heldens che non per niente ha già firmato un lungo contratto di collaborazione per i prossimi anni con la Fox. L’unico timore è che lo show non rientri nei piani della dirigenza del network che potrebbe, come già capitato in passato, non rinnovare la serie anche se apprezzata dal pubblico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: