Parliamo di GOOGLE OS

L’abbiamo provato e ci è piaciuto. Ci è piaciuta sopratutto l’idea che uno strumento utilizzato sopratutto per interagire con la rete (pensiamo sopratutto ai netbook verso il quale il nuovo S.O. di Mountain View è rivolto) non è obbligato a lavorare sulle logiche di un “vecchio” PC e che il S.O. sia minimale e WEB-Oriented.

E’ inutile sovraccaricare il sistema quando l’hardware a nostra disposizione è limitato e le operazioni che vogliamo effettuare si limitano alla navigazione internet , alla lettura delle email o magari a cose per i quali possiamo utilizzare programmi che non devono per forza risiedere nel nostro sistema. Certo il S.O. rilasciato in beta test mostra tutti i difetti dovuti alla giovane età, ma la sua concezione così come i risultati fin qui raggiunti fanno ben sperare. Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: