I pirati beffano HBO: Game of Thrones 5 è già disponibile online

La quinta stagione di Game of Thrones 5 è già online sui circuiti pirata con 4 episodi prima della grande premiere.

got21

I primi quattro episodi della quinta stagione di Game of Thrones sono da qualche giorno disponibili online da ieri nei principali circuiti pirata con buona pace dei numerossissimi fan che si sono scatenati. Secondo il sito TorrentFreak sono stati già scaricati milioni di volte.

Di solito i pirati attendono che l’episodio sia stato trasmesso in tv prima di metterlo a disposizione in rete, ma questa volta i primi quattro episodi potevano essere trovati da qualsiasi fan un po’ esperto in anticipo rispetto alla loro messa in onda.

hbo_ce“Purtroppo sembra che i quattro episodi finiti online della nuova stagione di Game of Thrones vengano da uno dei soggetti che aveva ricevuto una copia di valutazione in anticipo, ha dichiarato la HBO in un comunicato ufficiale. Stiamo indagando per capire come siano andate le cose”. 

Il sistema in uso per risalire a chi diffonde contenuti in rete è il cosiddetto watermaking digitale che consiste nel nascondere alcune informazioni identificative all’interno di un film o di un programma televisivo in anteprima e possono essere usate come le impronte digitali per risalire alla fonte della falla. Ma i pirati che trattano questi tipi di video sono comunque diventati molto abili nel tenere traccia dei watermark e riescono a liberarsene prima di mettere i file online. Negli episodi incriminati di Game of Thrones su ciascun fotogramma è visibile un rettangolo grigio, forse usato per mascherare la fonte del video.

Game of Thrones & la pirateria digitale

Il secondo episodio pirata della quarta stagione di Game of Thrones entrerà nella storia: in un giorno è stato scaricato da 1,5 milioni di persone.

got1

 

Oramai è assodato la pirateria fa parte della cultura popolare mondiale. Non potrebbe essere altrimenti visto che 1,5 milioni di persone che l’altro ieri hanno scaricato via BitTorrent il secondo episodio della quarta stagione di Game of Thrones andato in onda su HBO domenica.

Chi vuole tentare di curare il male è arrivato troppo tardi. Fermo restando il fatto che sarebbe corretto separare il mercato a scopo di lucro dal comportamento diffuso ormai endemico. Per altro oggi i padri, cresciuti con Napster, l’hanno già trasmesso ai figli. E considerata la natura virale degli usi e costumi digitali ormai pure i nonni scaricano qualcosa da Internet.

Via ║ Tom’s Hardware

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: