[Google – doodle] «Beato quel popolo che non ha bisogno di festeggiare il #PrimoMaggio…»

La Festa del Lavoro è a mio parere la festa più fraintesa dell’anno.

La maggioranza pensa sia il momento in cui si celebri il diritto di ognuno ad un posto di lavoro dignitoso, attraverso il quale sentirsi socialmente valorizzato secondo le proprie capacità ed aspirazioni.

In realtà le origini del Primo Maggio sono proprio l’opposto. Ricorda le lotte per la riduzione della giornata lavorativa. Le battaglie operaie volte alla conquista di un diritto ben preciso: l’orario di lavoro quotidiano fissato in otto ore.

Quindi in pratica oggi si festeggia il diritto a lavorare meno!

[Google – doodle] – Il lavoro si festeggia il primo maggio

Istantanea_2016-05-01_00-55-13Oggi 1° maggio si celebra la Festa dei Lavoratori che dovrebbe ricordarci ogni anno l’impegno del movimento sindacale ed i traguardi raggiunti in campo economico e sociale dai lavoratori.

Per l’occasione Google ha pubblicato un doodle sulla sua pagina principale del suo motore di ricerca in cui il logo della società dei ragazzi di Mountain View è impersonato da lavoratori.

#1maggio 2014

Ricordo qualche anno fa quando il Primo Maggio era l’occasione per festeggiare le conquiste dei lavoratori che erano riusciti ad emanciparsi dall’essere considerati semplici ingranaggi nella produzione di beni per il consumo altrui, e iniziavano a essere visti come persone con bisogni, diritti e doveri.

lavoroTutto questo oggi è finito. E ce ne da rammaricarsi. Tutto ciò che era stato conquistato goccia a goccia, a costo di giuste rivendicazioni e dure lotte, in questi anni è stato cancellato anche con la complicità di coloro i quali avrebbero dovuto strenuamente difenderli.

Quando mi chiedo quanti dei giovani che oggi pomeriggio saranno sotto il palco di San Giovanni a Roma, hanno da festeggiare e se si sentono rappresentati da quelli che hanno fatto della loro mancanza di lavoro il proprio lavoro. Oggi è il tempo della recriminazione e della debolezza che rischia di dare consenso a chi con riforme raffazzonate e unilaterali demolisce i pochi diritti rimasti.

 

 

Critica al Primo maggio 2013

vignetta_primo_maggio

Cosa ci sia da festeggiare spero che me lo spieghi qualcuno nei tanti comizi, concerti, apparizioni televisive.Scusatemi ma tutto mi sembra così falso e autoreferenziale che stavolta io passo, non ho niente da festeggiare. E non solo perchè un lavoro non ce l’ho. E che mi guardo in giro e sento parlare da tanto tempo delle priorità del paese, dei problemi che lo affliggono ecc…. e poi non si fa niente. Non ci sono i soldi.

Non andrò sotto il palco di nessuno: non voglio più sentire parlare del problema del lavoro da quelli che non lasciano la loro poltrona nemmeno se è evidente che non ne sono degni…

Lancio quindi un’idea. Stendiamo un velo pietoso su ogni manifestazione retorica senza scopo e devolviamo ogni centesimo di euro risparmiato alle vittime di quello stabilimento tessile in Bangladesh, che per non perdere il lavoro sono dovuti rientrare in un edificio pericolante e ci hanno lasciato la pelle. E non dite che che una cosa lontana da noi. Il cotone che tessevano è quello che indossate in questo momento, sia che indossiate un capo firmato che una maglietta da poco prezzo acquistata in un banco del mercato: la stoffa è la stessa, cambia solo il marchio. Meditate gente.

Google celebra la Festa del Lavoro con un doodle

google_festa_del_lavoro

Una festa importante da festeggiare con un doodle. Così oggi la pagina principale del motore di ricerca dei ragazzi di Mountain View celebra la Festa del lavoro. Se  lavorate con il computer, oppure siete giardinieri o imbianchini o piloti di elicottero, piuttosto che installatori di parabole satellitari, sono certo che vi riconoscerete. Se siete disoccupati e in cerca di lavoro, non fa niente: stamattina mi hanno detto che questa festa è anche per voi. Quindi viva il lavoro! Viva Google!

Google celebra la Festa dei Lavoratori

Oggi 1° maggio si celebra la Festa dei Lavoratori che dovrebbe ricordarci ogni anno l’impegno del movimento sindacale ed i traguardi raggiunti in campo economico e sociale dai lavoratori.

Per l’occasione Google ha pubblicato un doodle sulla sua pagina di ricerca raffigurante un lavoratore che regge il logo dei ragazzi di MountainView.

Anche Google festeggia il Primo Maggio

Anche i ragazzi di Mountain View festeggiano la Festa dei Lavoratori.

Google ha modificato il suo logotipo che riproduce per l’occasione la forma di una catena di montaggio di colore blu in omaggio al lavoro, in un momento in cui in tutto il mondo imperversa una crisi economica che ne mina le basi e la stabilita’.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: