[Racconto – inedito] L’ALTRO

Titolo:                    L’altro

Genere: Fantascienza

Sinossi: La guerra è cosa orribile, ma comunque inevitabile se un’altra specie cerca di invadere il tuo pianeta. Ma chi sono gli invasori? E chi può dire chi è il terribile alieno? E se nessuno fosse meglio di un altro?

Note autore: Ho scritto di getto questo racconto dopo aver visto il sesto episodio della serie tv “Philip K. Dick’s Electric Dreams” in onda su Channel4 intitolato “Human is” ispirato dall’ononimo racconto breve che il celeberrimo autore di fantascienza ha pubblicato nel 1955. Il racconto originale tratta di una donna terrestre di un lontano futuro che vede il marito dapprima freddo e scostante, cambiare in meglio di ritorno da una missione su un lontano pianeta, in realtà sostituito dalla psiche di un alieno in fuga. In breve, l’alieno si dimostrerà più umano dell’essere umano e la coppia vivrà felice e contenta. L’idea che mi è venuta è quindi quella di cambiare i canoni ‘classici’ del racconto di fantascienza e la tipica contrapposizione tra umani (i buoni) e alieni (i cattivi) ed è così nato un breve scritto che ho intitolato ‘L’altro’. Vi ho già rovinato la sorpresa?

Pagine: 11 p.

Download: [pdf] – [mobi] – [epub]


Continua a leggere

[Serie Tv] Childhood’s End

MV5BMTUxMjAyNTYyNV5BMl5BanBnXkFtZTgwMDAxMzk0NzE@._V1_UX182_CR0,0,182,268_AL_Childhood’s End è una miniserie televisiva statunitense di genere drama-fantascienza ispirato al romanzo “Le guide del tramonto” o “Angelo custode di Arthur C. Clarke.

La serie, per la regia di Nick Hurran (Doctor Who, Sherlock) e sceneggiatura di Matthew Graham (Life on Mars), è composta da sole tre puntate che sono state trasmesse dal network tematico Syfy in tre serate dal 14 dicembre al 16 dicembre 2015.

Girata a Melbourne in Australia, gli effetti speciali sono stati curati dall’Artifex Studios (Minority Report, The Man in the High Castle, Continuum).

Nel cast diverse conoscenze del pubblico delle serie televisive recenti. C’è Mike Vogel visto in Under the Dome, c’è Julian McMahon di Nip/Tuck, Ashley Zukerman di Manhattan, Charlotte Nicdao di Cyber-girlsOsy Ikhile di Heart of the Sea Mission: Impossible, ma sopratutto, irriconoscibile sotto il pesante trucco da “Superno”, c’è Charles Dance.


Mike_Vogel_SDCC_2014_(cropped)Cast:

  • Ricky Stormgren, l’agricoltore incaricato di rappresentare i Superni ai terrestri, interpretato da Mike Vogel;
  • Dr. Rupert Boyce, lo scienziato coinvolto nella raccolta delle specie animali da inviare sul pianeta dei Superni, interpretato da Julian McMahon;
  • Karellen, il Superno dalle fattezze diaboliche e dalla voce suadente, interpretato da Charles Dance;
  • Charles_Dance_2012_(cropped)Peretta Jones, la psicologa credente, interpretata da Yael Stone;
  • Ellie Stormgren, la compagna di Ricky, interpretata da Daisy Betts;
  • Annabel Stormgren, la moglie defunta di Ricky, interpretata da Georgina Haig;
  • Jake Greggson, il padre di Jennifer e Tommy, interpretato da Ashley Zukerman;
  • Rachel Osaka, la scienziata, interpretata da Charlotte Nicdao;Julian_McMahon
  • Milo Rodericks, l’astrofisico, interpretato da Osy Ikhile;
  • Amy Morrel, la moglie di Jake e madre di Jennifer e Tommy, interpretata da Hayley Magnus;
  • Tommy Greggson, il figlio di Jake e Amy, interpretato da Lachlan Roland-Kenn;
  • Jennifer Greegson, la figlia di Jake e Amy, interpretata da Rory Bochner.

Trama:

ChildhoodsEnd_hero_Karellen_03La Terra subisce la pacifica invasione di un gruppo di alieni chiamati “Superni” (in inglese “Overlords”), che promettono di eliminare povertà, guerre e malattie, inaugurando un periodo di pace e sicurezza per tutta l’umanità che inizialmente è timorosa perché gli alieni non vogliono rivelarsi al mondo lasciandoli poi nello sconcerto quando si rivelano avere le sembianze dei diavoli dell’iconografia classica.
Gli esseri umani godono di un’esistenza utopica, fatti di agi e spensieratezza, che li allontanano dalle arti e dalle scienze, si sveglieranno dal falso sogno solo quando i bambini manifestano facoltà paranormali, che rappresenterà anche la fine della nostra razza.


Trailer:


 Recensione:

Abbiamo dovuto aspettare sessant’anni dall’uscita del romanzo per goderci una trasposizione “cinematografica” e bisogna dare atto alla Syfy di aver centrato l’obiettivo di essere riuscita portare a conclusione un progetto più volte fallito.
Ancora una volta è apprezzabile il fatto che le visioni di Clarke riescano ad emozionare se ben gestite anche in video. Siamo lontani dal capolavoro de La Sentinella di Odissea 2001, ma non è che i Kubrick crescano sugli alberi.childhoods-end-brazilGli amanti del genere fantascientifico non rimarranno delusi da questa miniserie. Anche se i dischi volanti sulle città oramai hanno fatto il loro tempo e rischiano di annoiare, gli aspetti escatologici e apocalittici del romanzo sono stai ben trasposti, merito di una sceneggiatura all’altezza della situazione così come l’interpretazione degli attori.
Chi avrà letto “Le guide del tramonto” potrà forse recriminare su diverse cose così come è giusto che sia, ma personalmente ho apprezzato gli sforzi di tutti e penso che più di così non si poteva fare.CW2tvXEWoAAP1j1


 

Serie Tv: Sense8

image1Sense8

E’ una serie televisiva statunitense di genere fantascienza/drama ideata per Netflix da Lana e Andy Wachowski insieme a J. Michael Straczynski, che sono anche sceneggiatori e produttori esecutivi della serie.

La serie è stata girata in nove location diverse in giro per il mondo: : Chicago, San Francisco,London, Berlin, Seoul, Reykjavík, Mexico City, Nairobi e Mumbai.

I 12 episodi della prima stagione della serie sono stati “rilasciati” sulla piattaforma on line in streaming il 5 giugno 2015.

In Italia sarà pubblicata da Netflix nell’ottobre 2015.

Plot

Sense8 parla della storia di otto persone che non si conoscono e che pur provenienti da differenti culture e da diversi parti del mondo, dopo aver assistito alla visione della morte di una donna suicida nei propri sogni, si ritrovano mentalmente e emozionalmente connessi. Mentre gli otto chiamati “Sensates” (sensibili) poco si raccapezzano tra le loro visioni e le loro nuove emozioni, durante il tentativo di capire perché questo è potuto accadere e che cosa significa per il futuro dell’umanità, un uomo misterioso e potente chiamato Jonas cerca di riunire il gruppo di otto, mentre un altro straniero chiamato Mr. Whispers e la sua organizzazione segreta tenta di dar loro la caccia per catturarli o eliminarli.

Sense8-cast

La mia recensione

Continua a leggere

E’ morto il maestro del fantastico Richard Matheson

RICHARD MATHESONMalato da tempo, lo scrittore americano Richard Matheson, 87 anni, si e’ spento nella sua casa di Los Angeles il 23 giugno ma la sua scomparsa e’ stata annunciata oggi dalla figlia su Twitter.

Tra i suoi romazi più celebri, Tre millimetri al giorno Io sono Helen Driscoll e Io sono leggenda, che ha ispirato ben tre versioni cinematografiche: L’ultimo uomo della Terra, regia di Ubaldo Ragona con Vincent Price, 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra, regia di Boris Sagal con Charlton Heston e Io sono leggenda, regia di Francis Lawrence con Will Smith. Dal suo celebre racconto Duel, un giovane Steven Spielberg creerà uno dei suoi film cult.

Personalmente ricordo lo scrittore per il bellissimo racconto Terzo dal sole (Third from the Sun, 1950) che da il nome ad un’antologia di racconti di fantascienza.

Tears of Steel, nuovo cortometraggio di Blender Foundation

Dopo i precedenti SintelElephants Dream e Big Buck Bunny ecco arrivare Tears of Steel realizzato sempre con Blender, il noto programma Open Source di grafica & animazione 3D.

Questa volta si tratta di un cortometraggio di fantascienza che dimostra le potenzialità di Blender con gli effetti speciali che vedono interagire gli attori umani con dei cattivissimi robot creati in cgi. Un po’ patetica la sceneggiatura: la guerra tra umani e robot avrebbe origine dalla gelosia di lei talmente appassionata dai robot da trasformarsi in una macchina e lui troppo stronzo per amarla. Ma poiché lo spettatore è talmente affascinato dalle immagini realizzate da non rendersene quasi conto, la mancanza di una storia non è che un peccato veniale.

Non mi resta che augurarvi buona visione.

Via | Blender

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: