[Google – doodle ] 20 anni insieme…

googles-new-logo-5078286822539264.2-hp

Sono abbastanza vecchio da ricordare il mondo prima dell’avvento di Google.

Il cellulare ce l’aveva solo il capo che nessuno invidiava per quell’aggeggio che lo rendeva reperibile H24, le serie tv arrivavano in Italia minimo un paio di anni dopo rispetto al resto del mondo, ma nessuno lo sapeva e quindi non si lamentava nessuno, se ti serviva qualcosa lo cercavi sulle pagine gialle che arrivavano ogni anno già sgualcite insieme all’elenco telefonico… e internet non lo conosceva nessuno.

Avere il PC a casa (almeno in Italia) era un hobby per pochi. Se dovevi scrivere una lettera o un documento (ufficiale)  tutt’al più usavi la vecchia Lettera32, il PC non lo avevi nemmeno in ufficio che al massimo c’erano terminali con enormi monitor (con schermo minuscolo massimo 14′) a fosfori verdi che ti facevano diventare cieco dopo una settimana d’utilizzo. I floppy per memorizzare i dati non contenevano quasi niente, erano da 5 pollici che quelli da 3,5 erano troppo piccoli e si perdevano nei cassetti. Le email sconosciute, si faceva tutto con il modernissimo fax e il massimo della messaggistica ‘istantanea’ erano gli SMS che arrivavano a destinazione in un lasso di tempo variabile dai pochi minuti agli eoni.

Se dovevi cercare un sito con il fidato browser Netscape sulle onde del modem 14.4 baud che occupava la linea telefonica di casa, eri fortunato se te lo passava un amico, lo avevi letto su una rivista, su una BBS o su uno di quei portali che censivano i siti per macro categoria d’interesse.

Poi è arrivata questo sito con una pagina quasi totalmente bianca con uno strano logo colorato, una casella per scrivere i termini della ricerca e due pulsanti grigiolini: uno con scritto ‘cerca’ e l’altro con la scritta ‘mi sento fortunato’ che non premevi mai.

Il mondo è cambiato e internet è cambiato. Tanti auguri Google.

 

[Google – doodle] Sei acido o basico?

Il pH è una scala di misura che indica l’acidità o  la basicità di una soluzione acquosa introdotta agli inizi dello scorso secolo da Søren Sørensen.

Il chimico danese fa oggi la sua bella figura nel doodle-quiz che Google ha preparato in suo onore in cui saremo chiamati a mettere alla prova la nostra conoscenza sul pH di sei sostanze: il pomodoro (acido, pH 4), l’uovo (basico, pH 8), i broccoli (basico, pH 9), il limone (acido, pH 2), i saponi (basico, pH 11) e l’acido delle batterie (acido, pH 1).

Un altro personaggio del passato ai più misconosciuto. Søren Peter Lauritz Sørensen mentre lavorava al laboratorio Carlsberg, studiò l’effetto della concentrazione di ioni sulle proteine ​​e poiché la concentrazione di ioni idrogeno era particolarmente importante, introdusse il pH come un modo semplice per esprimerlo nel 1909.

[Google – doodle] Omaggio a Emil Berliner inventore della discografia

Grazie ai doodle pubblicati da Google spesso ci viene data l’occasione di riscoprire personaggi che benché lontani dal nostro tempo hanno avuto con le lo loro geniali intuizioni una certa influenza anche sulle nostre vite.

E’ il caso di Emil Berliner di cui cade oggi il 167° anniversario della nascita. Inventore nato ad Hannover, ma naturalizzato americano, praticamente da autodidatta riuscì, grazie al suo genio e alla sua passione per le scienze applicate, a migliorare alcuni dei rivoluzionari strumenti che erano appena stati inventati al suo tempo, nonché a ottenere il brevetto di una serie di invenzioni nel campo aeronautico e acustico.

In breve, nella seconda metà del diciannovesimo secolo Emil Berliner affascinato dal neonato telefono di Bell, studiando il nuovo apparecchio nel laboratorio che si era fatto costruire nel retro di casa sua, ottenne infine un brevetto per un nuovo tipo di microfono che ne aumentava di molto le prestazioni. Così come a lui dobbiamo l’intuizione di incidere la musica, che fino ad allora veniva registrata su cilindri e riprodotta con i fonografi, sui ben più performanti dischi di gommalacca, inventando così il grammofono.

 

[Google – doodle] Omaggio a Georges Méliès

Magari avete appena visto l’ultimo degli Avenger o quello sui videogiochini di Spielberg, due film che stupiscono lo spettatore grazie agli effetti speciali, alle invenzioni della computer graphics che riescono a ricreare sullo schermo ciò che è scaturito dalla fantasia del regista e degli sceneggiatori per emozionare il loro pubblico.

Ora pensate di andare indietro nel tempo di un centinaio d’anni: il cinema agli esordi, muto, con i dialoghi scritti sullo schermo e la musica affidata al pianoforte in sala.

Il doodle-film-animato di oggi è un omaggio a un chi è stato talmente visionario da rimanere talmente affascinato dall’invenzione dei fratelli lumiere da immaginare di far sognare gli spettatori con delle trovate fantastiche.

Figlio di un produttore di scarpe il prestigiatore parigino Georges Méliès presente alla prima rappresentazione del cinematografo del 28 dicembre 1895, rimase talmente impressionato, da buttarsi a capofitto nella produzione di film, diventando un illustre pioniere della settima arte.

Quindi l’omaggio Google lo fa all’artista che seppe cogliere le potenzialità di un nuovo mezzo espressivo legato alle immagini impresse su pellicola. Il cinematografo che grazie alla sua inventiva e al suo passato da illusionista riuscì a portare a livelli che ancora oggi sono in grado di lasciarci a stupirci. Come il suo film più noto ‘Viaggio nella luna‘ ispirato all’opera di Jules Verne o a ‘Le manoir du diable‘ capostipite del genere horror.

Georges Méliès ebbe il merito di utilizzare per la prima volta tecniche di montaggio, mischiate a numeri di varietà, scherzi, attrazioni di tipo teatrale e a quelle che lui chiamava ‘fantasmagorie‘ per portare sullo schermo un po’ di quella meraviglia e di quello stupore che ancora oggi possiamo rivivere andando al cinema.

Grazie al doodle di Google di oggi possiamo rivivere l’impresa di Méliès gustandoci un’animazione (in versione 360°) direttamente ispirato alla sua opera.

[Google – doodle] Giornata della Terra, Earth Day 2018

Questo slideshow richiede JavaScript.

Domani, 22 Aprile, è la Giornata della Terra. Una giornata fondamentale per ricordare l’importanza del nostro Pianeta e per riflettere dell’impatto che, giorno dopo giorno, tutti noi abbiamo su di esso attraverso le nostre scelte quotidiane.

L’Earth Day è la più grande manifestazione ambientale del pianeta che dal 2007 vede coinvolta anche l’Italia: una giornata in cui tutti i cittadini del mondo si uniscono per celebrare la Terra e promuoverne la salvaguardia.

Per l’occasione Google propone nella sua homepage un doodle ispirato alla figura dell’etologa specializzata nello studio dei primati Jane Goodall da sempre in prima linea nella lotta per conservazione della biodiversità e a un video che racconta brevemente la sua storia.

[Google – doodle] E’ primaveraaaaaaaaaaa!

Con ‘sto freddo magari non ve ne siete accorti, ma da qualche ora è primavera.

Con il doodle dedicato Google ci dà la lieta notizia.

[Google – doodle] Al via le Olimpiadi invernali 2018

Con il disgelo tra le due Coree i Giochi invernali hanno assunto un’importanza che travalica il significato sportivo per divenire il simbolo della pax mondiale. Altro che medaglia d’oro: la storica stretta di mano a PyeongChang tra il presidente Moon Jae-In, presidente della Corea del Sud e il capo delegazione della Corea del Nord (sotto l’occhio vigile della sorellina del leader Kim Jong-un) che guida la rappresentativa degli atleti nordcoreani, vale per così dire il prezzo dell’intera manifestazione. Soprattutto se pensiamo che solo un paio di settimane fa gli hawaiani hanno rischiato di ‘morire’ di paura a seguito del falso annuncio di un missile proveniente da quella zona del mondo. Dal da venerdì 9 al 25 febbraio dovremmo stare tutti un po’ più tranquilli.

La cerimonia di apertura è in programma dalle 12 (ora italiana, le 20 in Corea) di oggi, venerdì 9 febbraio: sarà trasmessa live in chiaro dalla Rai (canale Rai 2, streaming Raiplay, diretta dalle 11.45), che in queste due settimane offrirà 110 ore di programmazione dedicata alle Olimpiadi con particolare attenzioni alle gare degli azzurri. Eurosport, che garantisce la copertura totale di tutti i Giochi, si collegherà con la Corea del Sud a partire dalle 11.30 (canale satellitare Europort 1, streaming Eurosport Player).

Sportivamente parlando oggi è la prima giornata dei Giochi olimpici e Google onora la manifestazione con un doodle animato a tema. Nel gelido freddo coreano tutti gli animali si sono riuniti per partecipare a queste olimpiadi: chi diventerà l’eroe di questi giochi, a chi andrà la vittoria? Al serpente ie il suo triplo salto mortale? Sarà il cane velocissimo sulle piste di sci? Oppure sarà il pinguino a esaltare le folle sugli spalti?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: