In attesa di mettere le mani sul Chromebook

I ragazzi di Mountain View l’hanno presentato ufficialmente durante il Google I/O, l’appuntamento annuale che presso il Moscone Center di San Francisco dove i vertici di Google e gli sviluppatori fanno il punto sulle future tecnologie della rete.

L’idea del Chromebook è rivoluzionaria: un computer con l’OS di Google per vivere l’esperienza di lavorare connessi con il cloud. L’hardware non interessa più di tanto se non per la durata delle batterie (6/8 ore) e un disco allo stato solido (niente lettore cd), il tutto per permettere l’accensione del computer in meno di 8 secondi. Sarà possibile usare il Chromebook anche offline, ma ciò che importa è essere collegati alla rete per navigare e di lavorare con gli strumenti che Google mette a disposizione nel proprio cloud, per questo motivo è previsto il collegamento Wifi, ma anche via 3G.

Dopo i test con i fortunati che hanno potuto provare il cr-48 (il notebook di test montante le beta release di Chrome OS), l’annuncio è che a partire dal 15 giugno sarà possibile acquistare negli Stati Uniti, ma in contemporanea anche in Europa (per l’Italia si parla della catena online PIXMANIA) , i Chromebook targati Samsung e Acer.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: