Inter-Marsiglia 2-1

Vittoria amara per i nerazzurri: l’Inter è fuori dalla Champions League.

Marsiglia-Inter 1-0

Filippo questi calciatori mercenari non meritano il tuo supporto ! Cambia Scuola ma non squadra ! E’ colpa di alcuni mercenari !

Inter-Cska Mosca 1-2

Forse era più giusto il pareggio, comunque si tratta di una sconfitta indolore. I nerazzurri già qualificati per gli ottavi della Champion League escono sconfitti in una partita in cui Ranieri ha schierato chi ha giocato meno. Non convocato nemmeno il portiere Julio Cesar.

Comunque si tratta della seconda sconfitta casalinga in Europa e la quinta della stagione. Buona partita del CSKA che grazie anche al pareggio nell’altra gara del girone tra Lille e Trabzonspor centra una clamorosa qualificazione.

Trabzonspor-Inter 1-1

Missione compiuta per l’Inter ancora allergica alla vittoria in terra turca. Ma va bene così. Il girone B è vinto con il primo pareggio dopo una sconfitta e tre vittorie. I migliori: Samuel e Chivu nell’Inter; Altintop tra i turchi che si giocheranno una incredibile qualificazione in casa del Lille. Il pareggio vale il primato nel girone.

Inter-Lille 2-1

Buone notizie? Direi proprio di sì. Chi ha visto la partita ha potuto assistere alla rinascita psicologica di una squadra in piena crisi esistenziale. Il primo gol dell’Inter arriva da un corner da un certo Samuel che appena rientrato dall’infortunio si fa trovare in area di rigore pronto ad incornare di testa la palla in gol al 18′ del primo tempo. La partita quindi inizia sui binari giusti e i nerazzurri possono giocare più rilassati, anche se Milito continua a sbagliare.

Zanetti c’è e si vede. C’è da sbloccare Milito: il capitano non si fa pregare e con un assist al 20′ del secondo tempo gioca una palla che nessuno può sbagliare. E’ la palla del raddoppio che mette fine alla sfortuna del Principe. Il Lille si fa sentire con De Melo che approfitta di un pasticcio difensivo e chiude il risultato al 37′ del secondo tempo sul definitivo 2-1 in favore dell’Inter lanciatissima nel suo girone di Champions.

Speriamo sia la svolta che serviva per dare un senso positivo al campionato sino a qui disastroso…

Lille-Inter 0-1

L’Inter trova in Europa le gioie che si fanno attendere in campionato. Un gol di Pazzini al 21′ regala ai nerazzurri la vittoria a Lille nella terza giornata della fase a gironi della Champions League e permette aill’Inter di balzare al comando solitario della classifica del gruppo B.

CSKA-Inter 2-3

I nerazzurri vincono 3-2 in casa del Cska e raccolgono i primi tre punti in Champions. Avanti 2-0 con Lucio e Pazzini, la squadra di Ranieri incassa il 2-1 nel recupero del primo tempo. Nella ripresa retrocede troppo e Vagner Love la punisce, poi una gran giocata dell’argentino entrato da pochi minuti risolve l’incontro.

Inter-Trabzonspor 0-1

Serata da dimenticare al Meazza: al 31′ del secondo tempo segna un certo Celustka e l’Inter stecca la sua prima uscita stagionale in Champions. Esordio amaro per Gasperini.

Se qualcuno ce lo avesse detto l’altro ieri che il Milan sarebbe uscito a testa alta dal Camp Nou e che l’Inter fosse stata sconfitta in casa dai turchi del Trabzonspor l’avremmo preso per pazzo, invece pare che i pazzi sono i tifosi che continuano a soffrire per una maglia che i giocatori non meritano.

I nerazzurri sbagliano troppo sotto porta e vengono puniti con la sconfitta: si è vista una brutta Inter questa sera, molto più brutta rispetto alla debacle di domenica contro il Palermo.

Che figuraccia… Per fortuna allo stadio erano in pochi: gli ultra’ nerazzurri hanno riproposto la loro protesta contro lo slittamento della prima giornata di campionato disertando anche questa partita.

Schalke04-Inter 2-1

Champions League bye bye… Anche quei pochi ottimisti che ci credevano un pochino, così ingenuamente, prima del calcio d’inizio, già dopo una ventina di minuti di gioco hanno visto affievolirsi le chance dei nerazzurri.

Poi quando il primo tempo si è chiuso con il gol di Raul personalmente ho smesso di credere ai miracoli. Il secondo tempo è scivolato quindi senza più la minima illusione (per niente rinfocolata dal momentaneo pareggio di Thiago Motta). Confesso che l’ultima mezz’ora ho preferito cambiare canale. Mi sono perso qualcosa?

Era un’impresa impossibile ribalatare il disastro dell’andata, eppure ci si attendeva una partita giocata con il cuore, almeno per salutare degnamente l’Europa da protagonisti. Ma dove sono finiti i giocatori che lo scorso anno tenevano testa al Barcellona? Dov’è finito Milito e le sue giocate al fulmicotone? Maicon e le sue accelerazioni sulla fascia? Snijder e i suoi passaggi filtranti? Il cuore di capitan Zanetti? E qualcuno ha intravisto quel fenomeno di Eto’o?

Inter-Schalke04 2-5

Mamma mia, che figura! Si era detto sin da sabato sera, dopo il derby che perdere questa partita sarebbe stato tragico. Il campionato è stato sempre considerato un obiettivo di secondo piano rispetto alla Champions League: passi perdere contatto con il Milan se la stagione puntava alla coppa con le orecchie, ma…

Chi temeva il contraccolpo psicologico dopo la sconfitta di sabato ha avuto ragione. Stasera la tragedia si è compiuta e nel peggiore dei modi:i nerazzurri sono stati travolti dai tedeschi con una valanga di gol. Forse il gol di Stankovic al primo minuto (gol pazzesco da 50 metri) ha fatto erroneamente pensare ad un incontro tutto in discesa per l’Inter ma la verità è che lo Schalke è stata capace in ogni reparto di surclassare i giocatori nerazzurri che non sono parsi mai all’altezza degli avversari.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: