TERREMOTO GIAPPONE: Sul nucleare la Germania è un passo avanti

Dopo lo sgomento provato per le immagini in del terremoto e dello tsunami che hanno devastato il Giappone e i conseguenti parallelismi del tipo “se fosse successo da noi stavamo freschi” è giunto forse il momento di cercare di capire meglio cosa sta accadendo nel Sol Levante perché un conto è seguire in tv le immagini del disastro e dispiacersi per le vittime, un altro è ritrovarsi con la pioggia radioattiva sulla propria testa.

esplosione del reattore di Fukushima

Sebbene se ne stanno lì tutti a tranquillizzarci che la vicenda di Fukushima non è e non sarà un’altra Chernobyl non è per niente tranquillizzante avere qualche decina di barre d’uranio fuse con il rischio di una contaminazione a livello globale.

E in mezzo a questa confusione che facciamo noi italiani… noi si va avanti il nucleare è l’energia del futuro: quella giusta per ricaricare le batterie dei nostri smartphone e accessori vari.

Gli americani dal canto loro Continua a leggere

TERREMOTO GIAPPONE: Chi vuole una centrale nucleare sotto casa alzi la mano…

Mentre assistiamo in queste ore alla tragedia della catastrofe naturale che ha colpito il Giappone, non possiamo fare a meno di fare paragoni con il nostro Bel Paese.

Cosa sarebbe successo nel nostro paese se fossimo stati colpiti da una scossa come quella di ieri che pare fosse 30.000 volte più forte di quella che ha colpito l’Aquila nel 2009? C’è già chi si immagina l‘Italia rasa al suolo, mentre gli esperti stanno lì in televisione a tranquillizzarci che per la morfologia del nostro territorio un simile terremoto non si potrebbe mai sviluppare.

E le immagini dello tsunami che devastano le coste giapponesi? Ancora gli esperti a dire che il Mediterraneo è troppo piccolo per avere una simile devastazione, dimenticando che qualche vulcano c’è anche da noi e nei libri di storia abbiamo studiato almeno un paio di tragedie simili.

E ancora che dire delle notizie che arrivano dalle centrali nucleari di Fukushima? Mentre le autorità giapponesi lottano contro l’incubo del disastro radioattivo, qui da noi quattro politici poco lungimiranti prevedono di far sorger,e in un paese a rischio sismico come il nostro, almeno quattro centrali nucleari. O, magari non succederà mai niente…

Ma proprio non vogliamo imparare che siamo poca cosa rispetto alle forze della natura che va rispettata per rispettare noi stessi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: