SETI@home smette di cercare gli alieni per mancanza di fondi

Adesso è ufficiale, SETI@home, il software di calcolo distribuito per analizzare i pacchetti provenienti dal radiotelescopio di Arecibo alla ricerca di segnali extraterresti ha cessato di funzionare.

Il concetto dietro a questo progetto del Seti Institute e della University of California – Berkeley era quello di far processare piccoli pacchetti dei dati ai client installati sui singoli PC (funzionante anche come Screen Saver), in maniera tale da sfruttare la potenza di calcolo di quest’ultimi e con il numero elevato di installazioni in rete creare un vero e proprio supercomputer virtuale.

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: