Undici anni di blog

Giusto oggi i ragazzi di Automattic, che gestiscono l’hosting di WordPress.com, mi hanno ricordato che il blog del Cittadino Imperfetto nasceva 11 anni fa.
In realtà nel settembre del 2007 l’iscrizione al servizio pronto all’uso nato nel 2005 da un’intuizione di Matt Mullenweg (lo stesso creatore del CSM ‘WordPress’) era per me soltanto un piccolo test, niente di serio. Da qualche tempo negli Stati Uniti era scoppiata la moda di tenere un blog e all’epoca mi era sembrata un’idea tanto strana, ma non tanto da non provarci.

Era solo un modo ‘nuovo’ di stare sul web

Vorrei poter dire che il blog del Cittadino Imperfetto è nato come una sorta di diario personale 2.0, ma la verità è che sin dall’inizio mi sono preposto di pubblicare dei post attinenti ai miei hobby e non solo, con lo scopo di essere utile a me e agli altri. Scrivere mi è sempre piaciuto, il web mi ha da sempre affascinato: tenere un blog è quindi un passatempo, giusta sintesi di due cose che mi piacciono.
Al giorno d’oggi si da per scontato che chiunque possa avere il suo spazio su internet grazie alla diffusione capillare dei social network che permettono a tutti di condividere proprio tutto. Anni fa la situazione era un po’ diversa, almeno per noi italiani: esistevano solo siti come MySpace, le chat IRC e i siti di Facebook e Youtube ai tempi non se li filava nessuno.
Tenere un blog poteva essere un modo costruttivo di stare sul web: in realtà i miei primi tentativi sono stati solo delle prove di trasmissione senza nessun riscontro.

Brevissima storia del blog del Cittadino Imperfetto

L’avventura del Cittadino Imperfetto inizia a gennaio del 2009 con la pubblicazione del primo tutorial in cui spiegavo passo passo come installare il software TomTom su un dispositivo Acer. E da lì,  con mio stupore, questo blog inizia a farsi conoscere.
Immaginate l’emozione di vedere il proprio post visionato da centinaia di persone e poi da migliaia. Scoprire che un mio articolo veniva letto pure all’estero (isole Barbados?) E che dire dell’ansia per trovare le parole giuste per rispondere al primo commento? E il link su Wikipedia verso un mio post come fonte? Ero diventato un blogger !!

Articoli tecnici con soluzioni ai problemi informatici e consigli vari, le ricette dei pranzi della domenica da tenere annotate per gli amici, qualche riflessione en passant, ecco che avevo creato un blog da centinaia di migliaia di visualizzazioni. Ore e ore per produrre più di tremila articoli più o meno apprezzati dai navigatori del web.

Ho ancora il vizio del blog

Ma le mode su internet passano in fretta. Tenere un blog, se non sei già famoso, è diventato quasi anacronistico, un post su Facebook o una foto commentata su Instagram hanno oggi sicuramente una maggiore visibilità e possibilità di condivisione. Iniziare a tenere un blog oggi: solo per passione!

Quante volte ho pensato di chiudere il blog del Cittadino Imperfetto? Mai. Certo i post si sono diradati, ma al contempo credo che la qualità di produzione sia migliorata. Purtroppo non così il riscontro degli utenti che sono diventati solo qualche migliaio al mese. Ma la ragione per cui scrivo ancora qui è quella di sempre: mi piace farlo e tanto basta.

Quindi: «Stay tuned for more!»

[Tutorial] Come aprire gratis un blog

Se ami scrivere di ciò che ti interessa e vuoi diventare un blogger per condividere le tue passioni e le tue conoscenze con gli altri, occorre aprire un blog ed è molto più semplice di quanto possa sembrare.blogger-outreach-large

All’epoca dei social network il blog potrebbe essere considerato ‘sorpassato’, ma se teniamo conto che ogni giorno ne nascono duecentomila di nuovi forse l’idea di aprirne uno secondo i propri desideri non è cosa poi tanto assurda.

Per iniziare a ritagliarsi uni spazio in internet è sufficiente appoggiarsi ad una delle tante piattaforme che mettono a disposizione gratuitamente le proprie risorse e permettono al neo-blogger di concentrarsi sulla produzione dei contenuti.


653166773dc88127bd3afe0b6dfe5ea7Personalmente da anni ho fatto la scelta di appoggiarmi a WordPress.com e in questo articolo presenterò i semplici passaggi necessari. La gratuità delle risorse comporta aspetti più o meno negativi: se da un lato non ci si deve preoccupare di tenere aggiornato il software CMS, i relativi plugin, l’ottimizzazione del layout per il mobile ecc… non avremo pieno accesso alla piattaforma, a parte scegliere il layout e plugin che meglio si addicono alle nostre esigenze tra quelli proposti per personalizzare il nostro blog, ma per iniziare il compromesso è tutto a nostro favore. Con il tempo potremo scegliere di acquistare un nostro dominio (certo che pincopallino.com fa più figura di it.wordpress.pincopallino.com) e magari migrare i nostri contenuti ad un altro hosting a pagamento.

Ciò che conta per iniziare è l’entusiasmo, la voglia di creare nuovi contenuti che potrebbero interessare ai naviganti del web e tanta tanta passione con la quale alimentare la perseveranza: questi sono gli ingredienti necessari a tenere in piedi un blog e magari averne uno di successo.


Apriamo il nostro primo blog: Continua a leggere

Due milioni

Direi niente male per un blog nato per caso come riempitivo di un momento di noia: qualche giorno fa il contatore che WordPress.com ci mette a disposizione ha segnato la duemilionesima pagina visitata.Istantanea_2016-04-05_00-20-14

Me ne sono accorto con qualche giorno di ritardo, il numero è già cresciuto, ma tantè il traguardo è stato superato. 

avatarDevo dire che mi aspettavo che mi facesse più effetto, come successo tempo fa quando nemmeno ci volevo credere di aver superato i centomila visitatori. Forse insieme a questo blog sono cresciuto anch’io e quando si diventa grandi si perde un po’ l’entusiasmo della gioventù che fa luccicare la qualsiasi e si diventa un po’ più concreti e cinici.

Non è comunque un momento per gioire dei risultati. Se qualche anno fa il blog era strumento di partecipazione al chiacchiericcio della rete soppiantato oggi dalle battute sui social network, dai video di Youtube e dalle immagini su Istagram & Co. I numeri dello scorso anno sono per la prima volta in calo rispetto al periodo precedente.

A  voi che siete capitati per caso sulle pagine del CITTADINO IMPERFETTO e lo avete trovato un pochino interessante spero tanto che ritorniate visto che questo blog è nato per condividere conoscenza e un pochino per sfogo e a conti fatti ne ho ancora tante cose da dire.

Zirconet

E’ nato il canale Youtube del CITTADINO IMPERFETTO

Era un progetto che era nell’aria da diverso tempo, ma per varie ragioni sempre procrastinato.
Invece da qualche settimana ecco che il blog CITTADINO IMPERFETTO ha aperto la sua pagina ufficiale (si dice canale) su Youtube Italia.

Cittadino Imperfetto su Youtube

L’idea è quella di avere uno spazio di incontro sul web nel quale approfondire con dei video autoprodotti alcuni dei tutorial e dei post che vengono pubblicati sul nostro blog.

Com’è accaduto per esempio in occasione della pubblicazione dell’articolo [Risolto] Problema “Memoria quasi piena” su Samsung Galaxy S2 per il quale, a qualche giorno di distanza dall’uscita, leggendo i vari commenti di richieste di chiarimento degli utenti, mi è sembrato doveroso accompagnare lo scritto con un video che spiegasse visivamente la procedura descritta nel post.

Visto che questa nuovo strumento ha incontrato il consenso di molti di voi è nostra intenzione proseguire con ulteriori video promettendovi sin d’ora il massimo impegno e naturalmente di migliorare di pubblicazione in pubblicazione.

Intanto sul canale è raggiungibile anche dalla homepage del CITTADINO IMPERFETTO clikkando sull’apposito banner (qui a destra), mi raccomando iscrivetevi!!!

Stay tuned!

Raggiunti 1.000.000 (un milione) di contatti. Una bella soddisfazione. Grazie a tutti

1000000


…e oggi abbiamo superato il 1.000.000 di visualizzazioni, con 2.226 articoli e 1.734 commenti. Per molti saranno pure numeri “piccoli piccoli” ma per il CITTADINO IMPERFETTO sono davvero pazzeschi…WOW!!!

zirconetCome mi ha ricordato qualche giorno fa con un avviso la piattaforma che ci ospita, WORDPRESS.COM, sono passati sei anni da quando è stato aperto il blog del CITTADINO IMPERFETTO, lo spazio attraverso il quale condividere i miei interessi con il resto della comunità in rete.

In realtà dal primo post di apertura con l’alias ZIRCONET all’effettivo, costante impegno di pubblicazione quasi giornaliera sul blog sono passati circa due anni. Sinceramente dopo i primi entusiasmi nel vedere “accessibili” alla comunità di internauti quanto avevo da dire mi ci è voluto davvero tanto tempo per capire come utilizzare al meglio il mio spazio sulla rete.

All’epoca i social network praticamente non esistevano (almeno nella forma e soprattutto non con i numeri attuali) e l’opportunità di aprire un blog, utilizzando uno strumento potente come WORDPRESS senza essere però costretto alla “manutenzione” del sito e dell’hosting l’ho presa al volo, ma le statistiche erano impietose: in due anni le visite sono state praticamente inesistenti…

2007-2008

Le striminzite statistiche degli esordi…

Nel 2009 la svolta, con l’inizio del nuovo anno ho iniziato a postare diversi articoli, con l’intento di condividere non solo i miei interessi, ma anche il mio know-how. Ricordo la felicità nel leggere i primi commenti degli utenti, le richieste di aiuto così come i suggerimenti. L’adozione del tema a tre colonne “The Digg”, che sebbene sia datato non riesco a trovare il coraggio di sostituire, ha fornito la giusta struttura al blog con gli articoli nella colonna centrale e una serie di widget posti ai lati che non si limitano ad aiutare il visitatore a districarsi tra i vari articoli, ma forniscono tutta una serie di informazioni su dove si è capitati.

Pensate alla mia incredulità quando mi sono reso conto lo spazio da me creato è piano piano diventato punto d’incontro e di discussione per altre persone. E che dire di quando mi sono accorto che quasi l’8% dei visitatori era ed è straniero? E’ per loro che esistono sul CITTADINO IMPERFETTO i pulsanti per la traduzione “simultanea” degli articoli nelle principali lingue straniere (vi siete accorti delle bandierine che compaiono nella colonna di destra, vero).

nazioni

I numeri sono venuti da soli insieme al rinnovato entusiasmo e a quel piacevole brivido di essere “letto” da diverse migliaia di persone al mese. Diversi i modi attraverso i quali il blog viene giornalmente raggiunto da voi lettori: i motori di ricerca innanzitutto, con GOOGLE che la fa da padrone, poi FACEBOOK e TWITTER, ma anche i vari contenitori di notizie come LiQUIDA.IT e BLOGBABEL.COM. Sono poi orgoglioso quando i post vengono ripresi da altri che menzionano il CITTADINO IMPERFETT (citandone la fonte ovviamente).

Tutto è cresciuto e siamo arrivati ad oggi con il traguardo raggiunto di un milione di visualizzazioni (con una media di circa 300.000 all’anno, dato in crescita). I contatti non sono costanti e ci sono boom legati all’uscita di articoli particolarmente interessanti (come al momento quello dei modi per aggirare l’oscuramento di Ipmart-Italia).  I numeri sono in crescita anche grazie alla continua evoluzione della piattaforma WordPress.com  che ci dà la possibilità di un layout ottimizzato per la consultazione sia da smartphone che da tablet.

2013

Gli argomenti trattati sono i più eterogenei e come dicevo rispecchiano i miei interessi. Si va dall’informatica, alla pittura, alle ricette, alla musica e ai racconti inediti. Qualcuno si è magari lamentato per i post sulle partite dell’Inter, ma che ci posso fare se a me piace scrivere in nerazzurro? E che dire della mia passione per le serie tv americane, che seguo praticamente in tempo reale con le trasmissioni dei network statunitensi facendo una fatica bestia per scarica le varie puntate e i relativi sottotitoli in italiano?

L’articolo più letto l’ho scritto per risolvere il problema delle chiavette usb che non ne vogliono più di funzionare rischiando di perdere la tesina o una foto importante. Poi c’è la ricetta della torta di mele che a suo tempo ho pubblicato stufo di doverla ogni volta ripetere a chi l’avesse assaggiata (così da allora posso dire, “Guarda che la trovi sul blog come tutti…”). Tra gli altri resiste tra i più letti il post su come ridare vita al navigatore Acer D100, articolo che ha dato una svolta al CITTADINO IMPERFETTO nel lontano 2009. E che dire dell’articolo sul quadro di Vermeer che è addirittura citato come fonte da WIKIPEDIA?

post

Che altro aggiungere se non un sentito ringraziamento a tutti coloro che sono passati di qui e a tutti quelli che hanno dato una mano pubblicando su queste pagine qualche loro post o semplicemente dando qualche buon consiglio per migliorare.

E domani?

C’è chi dice che i blogger sono in declino e che oggi ci sono altre modi per far sentire la propria voce in internet. Sarà pure vero, ma che tristezza quando capita di visitare un blog chiuso. Io però non mollo. La voglia di scrivere c’è ancora tutta e quindi si continua.

Già quest’anno si è cercato di intercettare le nuove tendenze pubblicando l’App per Android (mi dispiace per i patiti della mela, ma per IOS non c’è ancora) e creando le estensioni del blog per Chrome e Firefox. Si sta pensando a qualche modifica grafica e magari al passaggio del sito su un dominio privato, ma chissà, sono cose che richiedono tempo. Intanto continuate a leggere i post sul CITTADINO IMPERFETTO. To be continued…

I commenti saranno d’ora in poi moderati

La cosa più bella che può capitare a un blogger è che il post che ha pubblicato diventi oggetto di incontro e discussione (la forza del web) attraverso la partecipazione degli internauti al suo lavoro attraverso i commenti(positivi o negativi non ha importanza).

La cosa più brutta che può capitare a un blogger è che il suo spazio, faticosamente conquistato nel web, venga trasformato in occasione per schernire chicchessia tramite commenti offensivi e privi di costrutto (sopratutto se il soggetto dell’ingiuria non è nemmeno uno di noi).

Il CITTADINO IMPERFETTO non ha mai moderato i commenti che sono stati lasciati in questi anni sul blog da chi ha chiesto un aiuto  o semplicemente ha voluto esprimere una sua qualsiasi opinione.

Eppure oggi non stato costretto con molto rammarico a cancellare molti commenti ingiuriosi e abilitare la funzionalità di moderazione. Quindi per un po’ i commenti dovranno essere approvati prima dell’effettiva pubblicazione sulle pagine del CITTADINO IMPERFETTO.

Zirconet

R.i.P. SPLINDER

Qualche parola per un pezzo del Web italiano che dopo più di dieci anni di onoratissima carriera oggi chiude i battenti.

La piattaforma per blog Splinder con i suoi 600mila iscritti non ce l’ha fatta a reggere alla concorrenza e così come sancito dagli attuali proprietari (Dada) il 21 novembre scorso, da oggi decine di migliaia di blog chiuderanno per sempre.

Molti sono coloro i quali in questi ultimi mesi sono migrati su altre piattaforme (WordPress in primis, ma anche su Blogger o su Blogspot), addirittura Google a messo a punto un apposito tool per il trasferimento su Blogger.

Vasco Rossi non ha il senso dell’umorismo

Con nostro grande sconforto quella qui sopra è la nuova homepage di Nonciclopedia, il sito che da anni ci delizia con voci enciclopediche “stile” Wikipedia “condite” da una sana dose di goliardia e sarcasmo.

Mentre il popolo dei blog se la deve vedere con la possibile censura di Stato e le limitazioni che vogliono mettere un bavaglio alla rete, gli admin di Nonciclopedia si autosospendono (si parla appunto di sciopero) perchè trascinati in tribunale per diffamazione dagli avvocati di quel famoso Vasco Rossi che sembrava innamorato del web e delle sue libertà. Sul sito sono state pubblicate nel tempo le biografie del tutto scherzose e inventate su molti personaggi celebri e Vasco, a differenza di altri presi di mira, non sembra aver gradito.

RINGRAZIA ANCHE TU VASCO ROSSI!!!

Nuovo FOLLOW per i blog di WORDPRESS.COM

WordPress.com ha introdotto una novità su tutti i blog ospitati sulla sua piattaforma: il pulsante follow permette a chiunque di ricevere gli interventi via e-mail.

Il bottone è visibile a destra, nella parte bassa dello schermo, e non ha nulla a che vedere col «seguire un blog» dalla barra degli strumenti di WordPress.com: in quel caso, infatti, gli aggiornamenti compaiono nella dashboard e sono disponibili soltanto agli utenti iscritti.

Il follow è aperto a tutti e direttamente via e-mail: quindi cosa aspettate a registrarvi sul CITTADINO IMPERFETTO.

I post del CITTADINO IMPERFETTO direttamente su FACEBOOK

Da qualche tempo il CITTADINO IMPERFETTO ha la sua pagina su FACEBOOK, attraverso la quale è possibile tenersi aggiornati sui post pubblicati sul blog, raggiungibile anche clikkando sull’apposito pulsante che trovate nella nostra pagina.

Qualcuno ha avuto pure il coraggio di iscriversi alla pagina per essere tempestivamente informato sulla propria Home dei nuovi post pubblicati (al momento contiamo ben 26 iscritti): grazie a tutti!

Fino ad ora la redazione era costretta a copiare manualmente  i link degli articoli sulla bacheca della pagina su FACEBOOK, ma la notizia giunta dai ragazzi di WORDPRESS.COM è che da oggi è possibile farlo automaticamente attraverso la funzione di SHARING (come già funziona con TWITTER, seguici su @zirconet). Un’ottima cosa per chi vuole pubblicizzare gli articoli del proprio blog.

E’ possibile collegare il proprio blog sia con la propria pagina FACEBOOK personale, sia con un’altra qualsiasi  pagina FACEBOOK di cui si è amministratori.

Per procedere con il collegamento è sufficiente andare nel menù IMPOSTAZIONI di WORDPRESS, quindi selezionale SHARING e procedete con la connessione a FACEBOOK.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: