[Tutorial] Installare Windows 10 Technical Preview da pendrive

windows-10L’ultima release beta di Windows 10 ha evidenziato i progressi di Microsoft sul suo nuovo Sistema Operativo. Il fatto poi che la Technical Preview è liberamente scaricabile e installabile, mi ha fatto venire voglia di provarlo sul ferro e non solo in una macchina virtuale.

Ecco cosa ci occorre:

      • Un PC con i seguenti requisiti minimi (se già vi gira Windows 8 o 8.1 siete a posto): CPU da 1GHz, 1GB di RAM (oppure 2GB per la versione a 64bit), e infine almeno 16Gb di spazio sull’Hard disk.
      • Il file ISO di Windows 10 Technical Preview da prelevare direttamente dal sito di Microsoft (link);
      • Una chiavetta Usb di 4GB, o 8GB per la versione a 64bit.
      • Rufus, un software gratuito per la creazione di bootable USB drives (link).

How to install Windows 10 Technical Preview

Ed ecco come procedere:

rufus_itStep 1 – Scaricate il file ISO di Windows 10 Tecnical Preview (link);
Step 2 – Scaricate il software Rufus (link);
Step 3 – Inserite nel PC la chiavetta Usb (i dati in essa contenuti saranno cancellati), avviate Rufus, spuntate la casella “Create a bootable disk using”, collegate al programma l’immagine ISO scaricata e avviate con il pulsante Start.
Step 4 – Dopo una ventina di minuti Rufus vi comunicherà l’avvenuta creazione dell’unità Usb, a questo punto potete chiudere il programma;
Step 5 – Collegate la chiavetta al PC che ospiterà Windows 10 avendo l’accortezza che il Bios sia configurato in maniera tale che il boot parta da un drive esterno (la chiavetta appunto), quindi procedete con l’installazione del sistema operativo.

ACER M264: “can’t detect TPM device”

acer_m264Oggi abbiamo iniziato a  sballare gli ACER M264 e ho iniziato a downgradarli da VISTA BUSINNES al più onorevole XP PRO. In effetti la scelta di acquistare queste macchina è stata un po’ sofferta, ma ci servivano macchine uso office su cui fosse possibile far girare senza troppi problemi applicazioni che dei successori di XP non ne vogliono proprio sapere.

Il problema si è posto dopo l’aggiunta di 1GB di ram a quello già presente di default nella macchina (ci sono solo due bay). Dopo aver richiuso il coperchio del desktop il computer non ha voluto più terminare il boot. Il tutto s’impiantava con il seguente, laconico messaggio:

“Cant Detect TPM Device” Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: