Con DATA SAVER di Google anche il Desktop risparmia banda

Sul Chrome Web Store, è disponibile da qualche giorno l’estensione chiamata Data Saver (in fase di beta), targata Google. Questa estensione, replica il servizio da qualche tempo disponibile sul browser Chrome Mobile e  si occupa di snellire le pagine web, permettendo navigare in rete salvaguardando la banda della nostra connessione ad Internet.

Immagine

In pratica una volta installata viene stabilita dal browser una connessione ai server proxy (Data Compression Proxy) di Google dedicati proprio a questo scopo e messi a disposizione pubblicamente, che utilizzando la tecnologia proprietaria PageSpeed si occupano di ottimizzare la pagina web richiesta riuscendo a ridurne la grandezza fino al 50% che si traduce naturalmente in maggiore velocità di caricamento e minore banda occupata.

La privacy dell’utente è garantita in questo modo:
– Data Saver si disattiva in caso di richeiste HTTPS;
– Data Saver si disattiva in caso di navigazione anonima;
– Inoltre a detta di Google non viene trattenuta alcuna informazione riguardo la navigazione che non viene assolutamente ricondotta all’utente tanto che Data Saver può essere utilizzato anche senza attivare un account di Google.

Immagine Continua a leggere

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione condotta da Milena Gabanelli.

L’inchiesta principale di stasera è di Piero Riccardi e s’intitola “Acqua Passata”. Si parla “naturalmente” di acqua: c’è chi vuole privatizzarne la distribuzione, anche contro il volere popolare, con la scusa di migliorarne anche la qualità. E’ così? Quello che è certo e che dopo cinquant’anni di industria chimica, e di carenza di leggi specifiche, molte delle nostre riserve d’acqua, sono ridotte a ricettacolo di scorie tossiche.

Per la rubrica Com’è andata a finire, il bravo Alberto Nerazzini con l’inchiesta “La divina provvidenza” si torna a parlare del San Raffaele di Milano salvato da un concordato preventivo e dal Gruppo San Donato di Giuseppe Rotelli, Il primo imprenditore della sanità privata italiana. Si cercherà di capire come intende rilanciare l’ospedale e approfondiamo la struttura finanziaria del suo gruppo imprenditoriale.

Nell’inchiesta di Giuliano Marrucci intitolata “Mr. Wireless” per la rubrica “C’è chi dice no” si parla del bellissimo progetto del prof. Daniele Trinchero e del suo laboratorio iXem del Politecnico di Torino per portare la banda larga anche laddove le principali società di telecomunicazioni ritengono sia impossibile o meglio poco remunerativo.

Sarà quindi un’altra puntata interessante, assolutamente da non perdere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: