Non crederete davvero che i partiti rinuncino ai finanziamenti pubblici

L’aula di Montecitorio ha bocciato tutti gli emendamenti alla riforma dei partiti che puntavano ad abrogare il finanziamento dei partiti stessi. L’Assemblea ha respinto gli emendamenti presentati in tal senso da Pdl e dalla Lega. Contro l’abrogazione dei rimborsi si sono espressi il Pd, l’Udc, gran parte del Pdl. A favore la Lega, l’Idv, i Radicali, NoiSud. I deputati di Fli si sono astenuti. Il governo si era rimesso al giudizio all’Aula.

Se fossi il padrone della baracca e cercassi di convincere i miei dipendenti a ridursi lo stipendio per far fronte alla crisi ed evitare gli sprechi mi attenderei, come minimo, che mi mandassero a quel paese. Così mi chiedo che senso abbia la manfrina di attendere che quel migliaio di brave personcine si mettano la mano sul cuore e rinuncino, almeno in parte ai loro anacronistici tesoretti.

Effettivamente ascoltando i loro proclami sembrano essere tutti dalla parte della ragione. Ma alla resa dei conti, quando c’è da votare per fare i tanto paventati cambiamenti, si tirano indietro. Iniziamo a fare i nomi di quelli che remano contro. Lasciamo perdere per qualche minuto i paroloni che riempiono le loro bocche e guardiamo i fatti.

A favore la Lega, l’Idv, i Radicali, NoiSud. I deputati di Fli si sono astenuti.

Contro l’abrogazione dei rimborsi si sono espressi il Pd, l’Udc, gran parte del Pdl.

SE FOSSERO ONESTI prima di chiedere nuovi sacrifici ai CITTADINI dovrebbero dare il BUON ESEMPIO. Questa è BUONA POLITICA!

Alla fine coloro che pagano per tutti sono proprio i dipendenti (e i pensionati) e quelli che decidono dei sacrifici degli altri sono quelli che non rinunciano a nessuno dei loro privilegi. C’è da chiedersi se non è il momento di scendere in piazza. Se questa è la politica che intendono loro, personalmente preferisco l’anti-politica. Se mi dicono che è meglio un vecchio tecnico che un giovane che ce la mette tutta per impegnarsi per i diritti dei suoi concittadini, vabbè chiamatemi pure populista ma io voto per il giovane e incrocio le dita.

Perché il Movimento 5 Stelle non è anti-politica

Cosa serve al nostro Belpaese per uscire dal tunnel rappresentato non solo dalla crisi economica, che certo ha acuito molte sensibilità, ma sopratutto quell’odiosa mancanza di valori (e forse di idee) che ci ha reso chi più chi meno socialmente apatici, è davvero difficile a dirsi.
Viviamo giorni di bufera e purtroppo quello che ci manca è un capitano (leggi classe politica) capace e lungimirante che ci porti sani e salvi in porto. Certo la colpa è sopratutto nostra. Ogni volta che si sente qualcuno pontificare senza vergogna, viene da chiedergli dov’era e cosa ha fatto per evitare tutto questo. Ma dov’eravamo tutti noi? A leggere le cronache dell’Olgettina?

Comunque qualcosa è nell’aria. Ci sono i presupposti perché finalmente si possa cambiare rotta. Le voci si alzano e sono in molti coloro i quali cessano di essere sudditi e diventano cittadini.

Sbaglia ad esempio chi definisce populista il Movimento 5 stelle fondato da Beppe Grillo. Fin troppo facile viste le sparate del comico genovese poco propenso a stare a sentire chi la pensa diversamente da lui. Ma è indiscutibile che molti temi proposti da questo nuovo soggetto politico sono meritevoli di essere discussi (inquinamento, energia, modelli di sviluppo, spesa pubblica) e dimostra che esiste un popolo di militanti tra i quali non è poi così raro scorgere il meglio del Paese.

Non è giusto parlare di anti-politica negando le molteplici iniziative del Movimento 5 stelle come le raccolte di firme per le leggi d’iniziativa popolare che il parlamento ha scandalosamente ignorato. Ovviamente un eventuale successo alle prossime amministrative sarà dovuto anche al voto di protesta, ma al di là dei giudizi sulle singole prese di posizione bisogna riconoscere come un fatto più che positivo che esistano gruppi composti da cittadini informati, impegnati nel sociale, con un programma preciso che alzano la voce contro un mondo popolato da partiti e leader haimormai (politicamente) morti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: