Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Ultimo appuntamento per questa stagione, stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

L’inchiesta principale di stasera è di Alberto Nerazzini e s’intitola Cassa Continua.  Si farà luce sugli intrecci tra finanza, immobiliare, sindacati, politica e strutture offshore nelle quali si perdono i 61 miliardi di euro delle Casse previdenziali che contraddicendo alla propria finalità pubblica di previdenza  si rendono protagoniste di operazioni spregiudicate e dannose, e magari si mettono a disposizione del predone di turno. I medici, gli agenti di commercio, gli psicologi, i giornalisti, i ragionieri che vogliono vederci chiaro e sapere dove sono investiti i loro soldi. Chi gestisce i sette miliardi di Enasarco? E i 14 dell’Enpam? Che fine hanno fatto i 780 milioni della nota Anthracite targata Lehman che la Cassa degli agenti di commercio acquista nel 2007? Perché non si vedono le perdite?

La seconda inchiesta di Paolo Mondani  s’intitola Il grande fratellino. Si parlerà dei droni che tanto vanno di moda. Aerei senza pilota a controllo remoto, pronti a vigilare, spiare e bombardare. Un affare gigantesco per le multinazionali delle Armi, Italia compresa.

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta in televisione, non perdetevi ogni lunedì le inchieste di Report visibili anche su Rai.Tv.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

Dopo una settimana di pausa tornano le inchieste della redazione di Report. Naturalmente si tornerà a parlare della classe dirigente italiana che lungi da impegnarsi sul futuro dell’Italia è da anni impegnata a proteggere i propri interessi e del tutto incapace di amministrare le finanze pubbliche quando non ruba in prima persona scialacqua le nostre tasse in progetti dai costi faraonici, ma del tutto inadeguati in quanto ai risultati.

L’inchiesta principale di stasera è di Alberto Nerazzini e s’intitola Il delitto perfetto.  Si parlerà di cosa succede nei tribunali italiani grazie alla legge Cirielli che ha visto la luce nel 2005 per salvare con la prescrizione i soliti nomi eccellenti e da allora ha scardinato la giustizia nel nostro paese con costi economici e sociali ingentissimi. E mentre le organizzazioni internazionali, come l’OCSE, da anni ci chiedono di fare qualcosa, il nostro Parlamento ha altro a cui pensare rispetto alla riforma dell’ignominioso istituto della prescrizione. Ma va da sè che le istituzioni sovranazionali si ascoltano quando chiedono di mettere mano nel portafoglio dei ceti meno abbienti e si può fare orecchie da mercante quando in gioco ci sono gli interessi dei potenti. Dedicato a quanti ancora credono che chi ormai da pregiudicato ha ancora il coraggio di proclamarsi salvatore della patria in realtà per un ventennio non ha fatto altro che i propri interessi anche a scapito di tutti gli altri cittadini.

Nella seconda inchiesta Claudia Di Pasquale intitolata Siamo sicuri? si parlerà delle cinque forze dell’ordine presenti sul nostro territorio (Carabinieri, Polizia giudiziaria, Guardia di finanza, Polizia penitenziaria e Corpo Forestale). Che vuol dire che in ogni zona ci sono 5 centrali operative che fanno più o meno le stesse cose e ci costano una barca di quattrini.In questi anni il comparto sicurezza ha subito tagli per quasi 4 miliardi di euro, gli stabili della polizia sono a pezzi, i mezzi da riparare, gli uomini sempre meno. Intanto dal 2002 l’Europa ci chiede di unificare i numeri di emergenza e di adottare come numero unico europeo il 112. In questi stessi anni però sono stati spesi dei soldi e appaltati numerosi progetti per la sicurezza, ma come succede spesso con il denaro pubblico non è importante raggiungere i risultati prefissati.

Si parlerà poi in La nave scuola del progetto della  Guardia Costiera italiana che, in un paese in piena crisi economica e unica al mondo è impegnata a costruire appositamente per i propri equipaggi una barca a vela. Costo oltre 3 milioni di euro.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

Le priorità per il nostro Paese, combattere ciò che ci affossa e curare invece ciò che ci permetterebbe di crescere. In “Do ut des” di Alberto Nerazzini si parlerà del fenomeno della corruzione nell’amministrazione pubblica: si annida dove girano i soldi, e in Lombardia ne girano di più.

Nella seconda inchiesta intitolata “Belli da morire” di Stefania Rimini  si punteranno i riflettori sul patrimonio naturale, artistico, culturale, enologico, gastronomico. Con tutto quello che abbiamo dovremmo essere ricchi e felici, com’è che non riusciamo a metterlo a frutto?

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni domenica le inchieste di Report su raitre da seguire anche su twitter.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione condotta da Milena Gabanelli.

L’inchiesta principale di stasera è di Piero Riccardi e s’intitola “Acqua Passata”. Si parla “naturalmente” di acqua: c’è chi vuole privatizzarne la distribuzione, anche contro il volere popolare, con la scusa di migliorarne anche la qualità. E’ così? Quello che è certo e che dopo cinquant’anni di industria chimica, e di carenza di leggi specifiche, molte delle nostre riserve d’acqua, sono ridotte a ricettacolo di scorie tossiche.

Per la rubrica Com’è andata a finire, il bravo Alberto Nerazzini con l’inchiesta “La divina provvidenza” si torna a parlare del San Raffaele di Milano salvato da un concordato preventivo e dal Gruppo San Donato di Giuseppe Rotelli, Il primo imprenditore della sanità privata italiana. Si cercherà di capire come intende rilanciare l’ospedale e approfondiamo la struttura finanziaria del suo gruppo imprenditoriale.

Nell’inchiesta di Giuliano Marrucci intitolata “Mr. Wireless” per la rubrica “C’è chi dice no” si parla del bellissimo progetto del prof. Daniele Trinchero e del suo laboratorio iXem del Politecnico di Torino per portare la banda larga anche laddove le principali società di telecomunicazioni ritengono sia impossibile o meglio poco remunerativo.

Sarà quindi un’altra puntata interessante, assolutamente da non perdere.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione condotta da Milena Gabanelli.

L’inchiesta principale di stasera è del modenese Alberto Nerazzini e s’intitola “Il papa re”.  Si racconterà del fenomeno politico Roberto Formigoni, tornando alle origini del movimento ecclesiale di Comunione e Liberazione fondato da Don Giussani e racconta il suo braccio politico, il Movimento Popolare creato proprio dall’uscente governatore della regione Lombardia. Parla dei rapporti poco noti tra CL e Silvio Berlusconi, con testimonianze inedite. Racconta gli sviluppi delle nuove inchieste che lo riguardano o lo sfiorano, ritorna su quelle chiuse del recente passato e con interviste inedite, svela i protagonisti dell’ultima inchiesta della Procura di Milano che coinvolge i vertici della Compagnia delle Opere di Bergamo.

Nella seconda inchiesta Luca Chianca si parlerà di come stiamo vivendo al di là dei nostri mezzi, eppure basterebbe iniziare a pensare a un altro modo di produrre e consumare gli oggetti che utilizziamo quotidianamente. Nell’inchiesta intitolata “Prove di sistema” sarà incentrata sull’Earth Overshoot Day. Concetto ideato dalla New economics foundation di Londra, si tratta in sostanza del rapporto fra la biocapacità globale (ossia l’ammontare di risorse naturali che la Terra è in grado di generare ogni anno) e l’impronta ecologica (la quantità di risorse e di servizi che richiede l’umanità); il tutto moltiplicato per il numero di giorni dell’anno (365). Il primo Overshoot Day dell’umanità è stato il 19 dicembre 1987, anche se i calcoli hanno stabilito che il “debito ecologico” è iniziato già negli anni ’70 dello scorso secolo. Tre anni dopo, nel 1990, il giorno del sovra-consumo era già passato al 7 dicembre, e dieci anni dopo (1997) al 26 ottobre. L’anno scorso il deficit ecologico è stato raggiunto il 27 settembre, ma quest’anno si è appunto riusciti a peggiorare ulteriormente: 22 agosto.

Mentre per la rubrica C’è chi dice no il servizio di Giuliano Marrucci sarà incentrato sulla figura di Andrea Orlandini, che in piena crisi finanziaria è riuscito a coinvolgere Assicurazioni Generali Fondazione Cariplo nel progetto di creazione di Extrabanca, una banca nuova di zecca dedicata agli immigrati stranieri.

Sarà quindi una puntata interessante, da non perdere.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

L’inchiesta principale di stasera è di Giovanna Boursier e s’intitola Fuori bordo.  Si tornerà a parlare della crisi della Fincantieri la grande industria di Stato famosa nel mondo per la costruzione di grandi navi, comprese quelle da crociera.

Per la rubrica Com’è andata a finire,  Alberto Nerazzini a quasi quattro mesi dalla precedente inchiesta «La divina provvidenza» torniamo sulle vicende legate al collasso finanziario del San Raffaele di Milano. Nel frattempo di cose ne sono successe, e tante: è morto il fondatore Don Luigi Verzè, il Vaticano si è sfilato dalla gestione dell’ospedale, ed è arrivato Giuseppe Rotelli, il re della sanità privata italiana che non ha badato a spese per accaparrarsi le attività ospedaliere del San Raffaele

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni domenica le inchieste dei videogiornalisti: Giovanna BoursierMichele Buono; Giorgio Fornoni; Sabrina Giannini; Bernardo Iovene; Giuliano Marrucci; Paolo Mondani; Alberto Nerazzini; Piero Riccardi; Stefania Rimini.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Stasera in onda alle 21.30 su raitre la terza puntata del nuovo ciclo di Report, la trasmissione condotta dalla brava Milena Gabanelli.

Nella prima inchiesta il giornalista Alberto Nerazzini cercherà di fare chiarezza sul crac finanziario del prete manager don Luigi Verzè, fondatore del San Raffaele, l’impero della sanità convenzionata, partendo dal suicidio del suo braccio destro, Mario Cal, fino ad arrivare alle attività insospettabili come strutture alberghiere e piantagioni in Brasile.

Si tornerà poi a parlare con Giovanna Boursier di Alitalia  che nel 2008 la compagnia aerea di bandiera era stata dichiarata insolvente ed era infine stata divisa in due. Come stanno le cose a distanza di tre anni dal salvataggio?

Doppio appuntamento questa sera con la rubrica C’è chi dice no. 

Giuliano Marucci ci parlerà di Francesca Ragusa, in prima linea per difendere l’identità del vecchio borgo di Serramazzoni. Mentre Bernardo Iovene intervista Paolo Zamboni sul caso della cura nelle cliniche private della sclerosi multipla.

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni domenica le inchieste dei videogiornalisti: Giovanna BoursierMichele Buono; Giorgio Fornoni; Sabrina Giannini; Bernardo Iovene; Giuliano Marrucci; Paolo Mondani;  Alberto Nerazzini; Piero Riccardi; Stefania Rimini.

Stasera su RAITRE c’e’ REPORT

Dopo le polemiche sulla scorsa puntata sulle insidie nascoste nel mondo dei social network, nuovo appuntamento stasera su RAITRE con REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli.

L’inchiesta principale di questa sera è incentrata sul servizio di  Alberto Nerazzini sulla città di Bologna. La crisi economica ed istituzionale ha trasformato una delle città più vivibili ed efficienti d’Italia: un viaggio negli sprechi di una città, dove rischiano di fallire tutti: i politici, le fabbriche, la squadra di calcio. Incontrare chi si candida a risolvere i problemi di Bologna vuole dire guardare da vicino la crisi della politica di un intero Paese.

Si continuerà a parlare poi di Continua a leggere

Stasera su RAITRE torna REPORT con un reportage sulla FIAT di Marchionne

Torna in prima serata REPORT, la trasmissione di Milena Gabanelli. Questa è la 15a edizione della trasmissione di inchieste giornalistiche incentrate sui problemi legati alla nostra società, all’ambiente, all’economia e alla salute.

L’inchiesta principale di questa sera è incentrata sulla storia recente della Fiat diventata in pochi anni da azienda in crisi sostenuta dallo stato italiano a uno dei principali produttori di auto mondiali con la scalata alla Chrysler e l’appoggio del presidente Obama. Ci si è chiesti qual è il reale piano strategico di Fabbrica Italia. Seguirà l’intervista che Giovanna Boursier ha realizzato a Sergio Marchionne al salone dell’auto a Ginevra, dove si chiarisce anche la questione della residenza fiscale e quanto il manager della Fiat effettivamente contribuisce al fisco italiano.

Si passerà a parlare poi di Fukushima. A due settimane dalla catastrofe una troupe di REPORT si è recata a vedere com’è la situazione a Tokyo e nel resto del Giappone.

Come di consueto, anche quest’anno alla fine di ogni puntata Milena Gabanelli aggiornerà gli spettatori sulle inchieste delle precedenti edizioni. Questa sera si tornerà a parlare di FINMECCANICA.

Se cercate del buon giornalismo d’inchiesta, non perdetevi ogni domenica le inchieste dei videogiornalisti: Giovanna Boursier; Michele Buono; Giorgio Fornoni; Sabrina Giannini; Bernardo Iovene; Giuliano Marrucci; Paolo Mondani; Alberto Nerazzini; Piero Riccardi;Stefania Rimini.

 

Questa sera REPORT su RAITRE ci parlerà di ENERGIA PULITA

La Gabanelli torna questa sera alle 21:30 su Raitre e ci parlerà di Energia Pulita.


L’inchiesta Girano le pale” di questa sera è di Alberto Nerazzini ci parlerà della Terna, la società semipubblica responsabile della trasmissione di energia sulla rete che ha ricevuto un numero impressionante di richieste di allacciamento per nuovi impianti rinnovabili.

Ci si sposterà poi in Calabria, la regione che più di ogni altra negli ultimi anni ha aumentato la sua potenza eolica.  E ci siamo chiesti  se è veramente questa l’industria del vento che dovevamo sviluppare visto che stiamo investendo risorse miliardarie e  che le stiamo pagando con la nostra bolletta, che è la più cara del continente.

Per la rubrica C’è chi dice noci parlerà di Rosaria Capacchione, una giornalista della redazione casertana de Il Mattino, che dal 1985 vive sotto scorta.

Per la rubrica Com’è andata a finiresi tornerà a parlare di Alitalia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: