[Google – doodle] Festa della Repubblica italiana

Il 2 giugno si ricorda la nascita della Repubblica Italiana. Si festeggia ogni anno alla data del referendum istituzionale del 1946, con la celebrazione principale che avviene a Roma.

In verità invidio la gente di altre nazioni che in occasioni come queste (il 4 di luglio negli USA, il 14 luglio in Francia ad esempio) sfoggiano orgogliosi i simboli del loro essere nazione che li fa sentire di essere un popolo unito almeno per un giorno. Purtroppo nella nostra bella Italia, complice una classe politica non sempre all’altezza delle istituzioni che rappresentano e pure per colpa di un retaggio culturale che nel passato ha relegato certi simboli a un nostalgico ottuso nazionalismo, c’è quasi la sensazione che di certe manifestazioni ci si vergogni e che l’unica cosa da festeggiare è la giornata di ferie pagata, magari se fa ponte come cade quest’anno. Non è per dire che ci si sente italiani al massimo in occasione dei mondiali di calcio. Sarebbe invece bello guardare alla nostra bandiera impegnandoci ad essere all’altezza di chi nel passato ha creduto con tutte le sue forze in questa nazione sacrificandosi per essa: il sincero augurio per questa giornata è quindi che magari un briciolo della loro speranza nel futuro possa contagiare anche noi.

Il logo di Google per la ricorrenza sfoggia un doodle in cui campeggia il tricolore italiano!!!

2 giugno – Festa della Repubblica, pure per Google

republic-day-italy-2015-5148358477873152-hp

Pure Google con un doodle celebra la Festa della Repubblica che viene celebrata il 2 giugno di ogni anno, a ricordo della nascita della Repubblica italiana.

P.s.: Peccato che i colori della bandiera italiana non siano stati messi in verticale, ma in orizzontale. Risultato? Pare che a sventolare sia la bandiera dell’Ungheria. L’errore non è sfuggito agli internauti che hanno immediatamente segnalato l’epic fail di Google.

 

Google celebra con un doodle il 2 giugno Festa della Repubblica italiana

italian-republic-day-2014-6025362005819392.3-hpAltro che le Frecce Tricolori, quest’anno ci pensa Google a celebrare il 2 giugno su internet con un doodle animato con tanto di aeroplano ad elica che sventola nel cielo azzurro il tricolore italiano.

Il 2 e il 3 giugno 1946 si tenne il referendum istituzionale indetto a suffragio universale con il quale gli italiani venivano chiamati alle urne per esprimersi su quale forma di governo, monarchia o repubblica, dare all’Italia, in seguito alla caduta del fascismo. Dopo 85 anni di regno, con 12.718.641 voti contro 10.718.50 l’Italia diventava repubblica e i monarchi di casa Savoia venivano esiliati.

Il 2 giugno celebra la nascita della nazione, in maniera simile al 14 luglio francese (anniversario della Presa della Bastiglia) e al 4 luglio statunitense (giorno in cui nel 1776 venne firmata la dichiarazione d’indipendenza).

passaggio frecce tricolori

 

Quest’anno non festeggio la Festa della Repubblica

FlagItalieCosì come i francesi festeggiano la nazione unitaria il 14 luglio, ricordando la Presa della Bastiglia, e gli americani fanno i fuochi artificiali il 4 luglio, per festeggiare l’Independence Day, in Italia la Festa Nazionale è stabilita il 2 giugno.

Purtroppo quest’anno non me la sento di festeggiare, non mi sento per niente patriottico. Mi sento preso in giro dalle persone che oggi sono chiamate a incarnare i sani principi della nostra nazione rappresentandone indegnamente le istituzioni: onorare la Repubblica significherebbe rendere onore anche a loro e la misura è ormai colma. E non è che mi manchino le Frecce Tricolori alla parata. E neppure m’interessa di quanto hanno risparmiato quest’anno: che presa in giro.

Piuttosto vorrei che uno qualsiasi si alzasse e iniziasse a parlare di quanto deprecabile è diventata questa nostra nazione ormai ben lontana dai sacri principi che hanno ispirato la nostra Costituzione. Mostriamo ogni giorno il peggio di noi stessi con una visione ristretta ai nostri interessi personali in nome dei quali siamo disposti a calpestare anche gli altrui diritti. E’ una lotta a chi “magna” di più, alla poltrona, alla raccomandazione, anche se significa sacrificare il futuro della nostra comunità.

Mio malgrado mi sono arreso, sopraffatto dalla mancanza di pudicizia di chi questo squallore dovrebbe combattere e invece lo alimenta a fini personali. Sinceramente non vedo nessuno all’orizzonte davvero all’altezza di chi in questa nazione ha creduto e ha combattuto per risvegliare tutti noi da questo orrendo incubo. E il mio non è pessimismo…

La festa della Repubblica in un doodle di Google

La home page italiana del motore di ricerca di Google celebra oggi la Festa dell Repubblica. Il doodle mostra il logo dei ragazzi di Mountain View con tre bambini che con aria di festa sventolano il tricolore.

La Repubblica si celebra il 2 giugno perché fu proprio il 2 e 3 giugno del 1946, che gli italiani scelsero con il referendum di dire addio alla vecchia monarchia per decidere democraticamente il loro destino. Il giorno della Festa della Repubblica tanto voluta dal Presidente Giorgio Napolitano si svolge quest’anno tra le critiche e tra una dura battaglia di tutto un popolo della rete che avrebbe voluto che si evitasse la costosissima parata e vedere le istituzioni celebrare la nostra Repubblica Costituzionale nelle terre in difficoltà dell’Emilia, soggetta a continui terremoti.

Anche Google festeggia il 2 giugno

Come lo scorso anno per la Festa della Repubblica Italiana, i ragazzi di Mountain View hanno “vestito” il loro logo di una grafica appropriata. La parola google è scritta infatti tra i colori della bandiera italiana disegnata dal fumo dei classici aeroplanini che lasciano nel cielo le strisce colorate. Come accade ogni anno durante la parata della festa della repubblica, quando le frecce tricolore rilasciano in cielo i colori della nostra bandiera.

2 giugno Festa della Repubblica

Così come i francesi festeggiano la nazione unitaria il 14 luglio, ricordando la Presa della Bastiglia, e gli americani fanno i fuochi artificiali il 4 luglio, per festeggiare l’Independence Day, in Italia la Festa Nazionale è stabilita il 2 giugno, data che vuole ricordare il referendum istituzionale a suffragio universale del 2 e 3 giugno 1946 con la quale gli italiani scelsero la repubblica anziché la monarchia.

Nel giugno 1948 si svolse ai Fori Imperiali di Roma la parata militare in onore della Repubblica.

Oggi la Festa del 2 giugno vede nel cerimoniale ufficiale la deposizione di una corona d’alloro al Milite Ignoto presso l’Altare della Patria a Roma, cioè al Vittoriano, seguita da una parata militare ai Fori Imperiali alla presenza delle più alte cariche dello Stato.

Anche Google festeggia il 2 giugno

Per la Festa della Repubblica Italiana, i ragazzi di Mountain View hanno “vestito” il loro logo di una grafica appropriata. La parola google è scritta infatti con i colori della bandiera italiana disegnati dal fumo dei classici aeroplanini che lasciano nel cielo le strisce colorate. Come accade ogni anno durante la parata della festa della repubblica, quando le frecce tricolore rilasciano in cielo i colori della nostra bandiera.

2 giugno Festa della Repubblica

Un eccezionale documento sonoroPiero Calamandrei legge, nel gennaio 1955, il suo famoso discorso introduttivo a un ciclo di lezioni sulla Costituzione repubblicana organizzato nel salone degli Affreschi della Società Umanitaria di Milano. E’ il celebre discorso che termina con le parole: “Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì o giovani, col pensiero, perché li è nata la nostra Costituzione“.
In quell’occasione Calamandrei sviluppò ampiamente il suo pensiero, con riferimenti a Cavour, Cattaneo, Mazzini, Garibaldi e a tanti altri grandi italiani del passato. Per la sua straordinaria chiarezza e linearità, e per l’efficacia oratoria dell’autore, è un discorso che affascina l’ascoltatore e che mantiene intatta la sua freschezza ancora oggi, a oltre mezzo secolo di distanza. Buon ascolto!

2 giugno Festa della Repubblica

frecce_tricolori

Continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: