[Google – doodle] Primo giorno di primavera

In barba alle convenzioni, quest’anno l’equinozio di primavera si verifica un giorno prima. Più precisamente alle 10.29 di oggi lunedì 20 marzo (orario Utc, in Italia bisogna aggiungere un’ora e si va quindi alle 11.29).

Quindi se guardando dalla finestra avete come la sensazione che ci sia qualcosa di diverso rispetto a qualche ora fa è soltanto che è giunta la primavera.

Anche Google ce lo ricorda con un doodle animato che campeggia al posto dell’usuale logo in cui un topolino di campagna si sveglia e raccoglie il primo fiore della stagione.

[Google – doodle] Auguri papà

Esiste un giorno all’anno in cui potete fare finta di ricordarvi del vostro genitore maschio.

Quello che non ha sofferto sfornandovi tra le braccia dell’ostetrica, ma è svenuto alla vostra vista, quello che vi ha sempre nutrito, ma senza mai farvi poppare al proprio capezzolo, quello che tentando di cambiarvi il pannolino vi ha procurato quegli eritemi di cui ancora oggi portate i segni, quello che vi ha fatto imparare ad andare in bicicletta lanciandovi come un missile sul vialetto in discesa dietro casa e siete ancora vivi solo perché indossavate il casco,  quello che vi ha pagato il corso per quello sport che voi al contrario suo avete sempre odiato, quello che vi ha rinfacciato il costo dei biglietti di quel concerto dove vi hanno pure rubato lo zaino con dentro il telefonino, quello che per prestarvi la sua adorata macchina ha voluto che gli presentaste la fotocopia della patente e l’analisi del sangue dell’ingegnere che ve l’ha rilasciata, quello che si materializza magicamente ogni volta che vi sedete sul divano per rammentarvi che alla vostra età lui non era certo uno sfaticato come voi.

Oggi potete festeggiare insieme a quest’uomo di essere scampati alla sua goffaggine e di essere suo malgrado riusciti a superare indenni la pubertà: auguri papà, oggi è la tua festa… goditela che sono solo 24 ore (anche meno).

E visto che molti dei ragazzi di Mountain View che lavorano per Google non hanno pensato di fare l’esame del DNA e si sono fidate delle loro compagne e quindi ora sono convinti di essere genitori con tutti i crismi, come ogni anno hanno voluto realizzare un… doodle animato a tema! (Il fatto che si siano ispirati a dei cactus è, per dirla in gergo psichiatrico, un transfer dovuti molto probabilmente ai traumi infantili da addebitare al suddetto genitore).

[Google – doodle] Non si è donna solo l’8 marzo!

Essere donna è così affascinante. È un’avventura che richiede un tale coraggio, una sfida che non annoia mai. Oriana Fallaci

E’ l’8 marzo e si celebra la Festa della donna, quindi tempo di regalar mimose. Per l’occasione Google pubblica un doodle in cui mostra l’importanza della figura femminile nel passato, nel presente e nel futuro.

[Google – doodle] Lunga vita ai draghi di Komodo

istantanea_2017-03-06_00-22-03

senzanomeIn occasione dei festeggiamenti per il 37° anniversario del Parco Nazionale di Komodo situato nell’arcipelago indonesiano delle Isole Sonda, creato il 6 marzo 1980 e dal 1991 patrimonio dell’UNESCO, quelli di Google hanno pensato di creare un doodle animato.

Si tratta di un vero e proprio test con il quale possiamo mettere alla prova quanto ne sappiamo sulla lucertola più grande del mondo, quindi prima di iniziare vi conviene aver studiato.komodo

 

[Google – doodle] NASA scopre 7 pianeti ‘fratelli’ della Terra

seven-earth-size-exoplanets-discovered-6423181526040576-hp

Ieri sera la NASA ha annunciato di avere trovato nel sistema planetario Trappist-1 ben sette esopianeti molto simili alla Terra e in tre di questi sarebbero mondi che potrebbero avere acqua liquida in superficie e forse le condizioni per ospitare la vita.

La sensazionale scoperta viene celebrata oggi da Google con simpatico doodle animato.

[Google – doodle] Il pangolino di San Valentino

istantanea_2017-02-13_00-08-29

Il doodle di quest’anno con il quale Google vuole festeggiare con tutti i suoi utenti la giornata di San Valentino è un evento speciale: questa volta il logo nella pagina principale dei ragazzi di Mountain View è stato trasformato in un portale per accedere a una serie di giochini (preceduti da simpatiche animazioni) in cui si dovrà aiutare un simpatico pangolino a terminare delle missioni a tema.

Se quindi siete ‘single‘ e non sapete come meglio passare questa giornata, Google Vi ha trovato un bel passatempo per evitare che vi facciate prendere come ogni anno dall’autocommiserazione.

istantanea_2017-02-13_00-08-57

[Tutorial – Linux] Alla scoperta di Conky (Configurazione delle opzioni generali)

Nello scorso post vi ho presentato Conky, spiegato come installarlo, inoltre vi ho fornito copia del mio file .conkyrc e spiegato come iniziare con questo meraviglioso creatore di widget, utile strumento per monitorare le risorse del proprio sistema direttamente sul desktop.istantanea_2017-01-26_17-07-03

Adesso è il momento di fare sul serio.

Nei prossimi post cercherò di spiegarvi in dettaglio i segreti del file di configurazione in modo che possiate sfruttare appieno le potenzialità di Conky che, come ho già precisato, fa della personalizzazione il suo principale punto di forza che lo contraddistingue dalla concorrenza.

Superate le prime difficoltà per comprendere le logiche che stanno dietro al file di configurazione è possibile ‘costruirsi‘ il proprio widget, secondo le proprie esigenze tecniche e artistiche.

Per iniziare la nostra piccola guida do per scontato che abbiate seguito le istruzioni di installazione e avvio del precedente post e che siate quindi pronti per configurare il vostro file .conkyrc
Prenderemo spunto dalla mia configurazione solo per semplificare la spiegazione e non perdere il filo.

Se avete già dato una scorsa oppure no al file completo (che potete scaricare da qui) vi sarete accorti che è possibile suddividerlo in tre blocchi logici:

  1. intestazione ed eventuale licenza (commentato con il carattere # e quindi non interpretato come istruzione);
  2. impostazioni e controlli per la visualizzazione del widget;
  3. istruzioni per la visualizzazione delle informazioni.
I primi due punti sono separati dal terzo dalla riga:
TEXT
In questo post analizzeremo in dettaglio i primi due punti.

Di seguito vi rimetto la parte di configurazione da me realizzata con la spiegazione dei singoli valori utilizzati:

###################################################
#  BY ZIRCONET - 2017                             #
#  Questa configurazione richiede l'installazione #
#  dei font ROBOTO e ANONYMOUS                    #
###################################################

#Conky parte di default in background?
background yes

# Intervallo di aggiornamento (in secondi)
update_interval 1

# Abilitazione double buffering per evitare lo sfarfallio
double_buffer yes

# ------ fonts ------
use_xft yes                  # usa Xft (anti-aliased font)?
xftfont roboto:size=9        # set di font da utilizzare
xftalpha 1                   # controllo trasparenza

# ------ proprietà finestra ------ 
own_window yes               # crea una propria finestra
own_window_type desktop      # tipo della finestra 
own_window_transparent yes   # controllo trasparenza
own_window_argb_visual yes   # trasparenza reale
own_window_argb_value 0      # controllo opacità [0-255]
alignment top_right          # Allineamento widget

#controlli migliorativi della finestra 
own_window_hints undecorated,below,sticky      
own_window_hints skip_taskbar,skip_pager

# ------ dimensioni ------
maximum_width 300            # larghezza massima
minimum_size 5 5             # misura minima della finestra

# ------ colori ------ 
default_color white
default_shade_color white
default_outline_color white 
 
# ------ bordi ------ 
draw_borders 0          # Disegna bordi?
border_margin 0         # margini dei bordi
border_width 0          # larghezza bordi
draw_shades no          # Disegna ombre?
draw_outline no         # Disegna bordi attorno al testo?
draw_graph_borders yes  # Disegna bordi attorno a grafici?

# Distanza tra i bordi e il testo 
gap_x 10                # distanza asse x
gap_y 10                # distanza asse y
  
# ------ altri controlli ------ 
no_buffers yes          # controllo per calcolo uso ram
show_graph_scale yes    # mostra valori nei grafici
show_graph_range no     # mostra i minuti nei grafici
cpu_avg_samples 3       # numero dei samples per calcolo media
net_avg_samples 3       # numero dei samples per calcolo media
max_text_width 0        # controllo linea a capo
out_to_console no       # controllo output in console

I controlli che ho utilizzato sono ovviamente quelli che mi occorrevano per utilizzare il mio progetto: il mio consiglio è quello di smanettare il più possibile per trovare infine ciò che più fa al caso vostro.

Alcuni controlli si spiegano da sé, per tutti ho cercato di mettergli accanto un breve commento esplicativo.

Per chi volesse una spiegazione più specifica oppure vuole una panoramica più esaustiva può fare riferimento alla pagina ufficiale che trovate qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: