LIBRI DA LEGGERE | “DENTE PER DENTE” di Francesco Muzzopappa


Titolo: Dente per dente

Autore: Francesco Muzzopappa

Editore: Fazi Editore – Collana Le Meraviglia

Genere: Romanzo umoristico

1a ed. originale: giugno 2017, 218 pagine

ISBN: 9788893251358

Anteprima del libro: link (Google books)

Sito web: link (Fazi Editore)


Se Roma ha la GNAM (Galleria Nazionale d’Arte Moderna), Bologna il MAMBO (Museo d’Arte Moderna BOlogna) e a Napoli c’è il MADRE (Museo d’Arte contemporanea DonnaREgina), a Varese hanno pensato bene di inaugurare il Mu.CO (Museo d’arte COntemporanea). Qui, a detta dei critici, sono esposte le peggiori opere dei più grandi artisti contemporanei. Tra le altre, un orribile Warhol, un Dalí terrificante, due drammatici Magritte e un Duchamp inguardabile. Leonardo ci lavora da tre anni. È un’assunzione obbligatoria: ha perso due dita in un incidente e insieme alle dita anche i sogni. Ha solo una grande certezza: si chiama Andrea, una ragazza molto cattolica, osservante e praticante, che rispetta alla lettera i dieci comandamenti, non dice parolacce e, soprattutto, non fa sesso. Non fa sesso con lui, però, perché Leonardo, sul punto di farle la sua proposta di matrimonio a sorpresa, la scopre a letto con un altro. Da quel momento, la sua vita va in pezzi. Alla disperazione più nera, tuttavia, segue la vendetta. Leonardo decide di rifarsi su Andrea e sui suoi preziosi comandamenti. Li infrange tutti, sistematicamente, uno dopo l’altro. Con un’ironia corrosiva e una storia scandita da scene esilaranti, Muzzopappa torna a dare il meglio di sé in un’inusuale commedia nera, protagonista un tenero quanto agguerrito ragazzo innamorato.


Ci sono libri che leggiamo per imparare e altri che leggiamo per evadere. Questo libro non appartiene né all’una né all’altra categoria. Eppure se vi piace leggere è un titolo che deve assolutamente passare dal vostro comodino. Sul mio c’è stato giusto un paio di giorni. Come succede per gli amori estivi il nostro incontro è durato poco, ma è stato piacevolmente intenso e pure imbarazzante. Molti passaggi li ho sottolineati con una sonora risata e le lacrime agli occhi: i miei familiari hanno magari pensato che avessi esagerato con l’uso cannabis a cui in realtà sono allergico.
Le vicende del ‘povero’ Leonardo sono quelle di qualsiasi ragazzo/giovane uomo invalido abitante nella provincia dell’Italia settentrionale: a parte l’invalidità e il forno autopulente, mi ci sono riconosciuto e la cosa mi ha fatto pensare (giusto per un paio di secondi, ma profondamente).
Le parole scorrono veloci e le scene si susseguono in escalation di emozioni. E’ un libro d’amore e di vendetta (un po’ come “Guerra e pace”, ma molto più corto e senza barbosi principi e svitate principesse russe). Fa ridere, certe volte con lieve amarezza altre per le esilaranti trovate dell’autore che si vede che era particolarmente in vena.
Di più non vi posso dire, andate in libreria e abbiate il coraggio di chiedere l’ultimo libro di Muzzopappa, non ne resterete delusi. Solo vi posso svelare che la fine è quasi meglio del finale di La La Land.
Comunque ci si vede tutti al Mu.Co di Varese ad ammirare le inestimabili opere ivi custodite e magari farci qualche selfie in barba agli integerrimi agenti della sicurezza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: