Scegliere il migliore DNS (usiamo namebench)

Spesso ci lamentiamo della lentezza del caricamento delle pagine internet dando la colpa soprattutto alle connessioni che, a parte pochi privilegiati che viaggiano su fibra, in Italia lasciano effettivamente molto a desiderare. 

Ci sono aspetti però che spesso vengono trascurati anche dagli utenti più smaliziati. Magari non si pensa a migliorare le prestazioni del segnale del router Wifi, oppure non si controlla il cavo Ethernet, figurati poi se si pensa ad impostare correttamente il software utilizzato per la navigazione. Eppure la scelta del browser così come alcuni altri piccoli accorgimenti, come la scelta del corretto DNS, possono fare davvero la differenza.

configurazione-dns

QDNSuando parliamo di DNS intendiamo quegli indirizzi (solitamente sono due, uno primario e uno secondario) a cui il computer punta per risolvere i nomi dei siti durante la navigazione. Nel web ogni sito ha un proprio indirizzo (la pagina di google.it ad esempio viene raggiunta all’indirizzo 216.58.218.163, provate ad incollare queste cifre nel vostro browser se non ci credete!). Siccome è più semplice digitare google.it piuttosto che ricordarsi  il numero corrispondente, demandiamo il tutto a dei server (i Domain Name Server per l’appunto) che fanno questo lavoro per noi. In pratica la nostra richiesta deve prima raggiungere uno di questi server prima di arrivare a quello in cui risiede la pagina a cui vogliamo effettivamente accedere: è questione di millisecondi (il più delle volte almeno). Solitamente il proprio provider internet (chiamato in gergo ISP) fornisce automaticamente questo servizio in maniera trasparente e non ci si accorge di nulla.dns01

Risulta facile comprendere che un servizio DNS veloce si traduce in una navigazione veloce. Ovviamente questa maggiore velocità non significa che scaricheremo file da internet più rapidamente, ma che almeno raggiungeremo più alla svelta le pagine di nostro interesse.

In via del tutto teorica quello fornito dall’ISP essendo quello più vicino a noi è il servizio DNS più veloce che quindi incide meno sul caricamento delle pagine. TECH-opendns-logo-hoz-rgb-750x390Ma purtroppo non è sempre così e talvolta risulta utile impostare i nostri dispositivi ad utilizzare uno dei servizi DNS alternativi che si trovano in giro per la rete. Google DNSgoogle-dns-300x160 e OpenDNS sono i DNS alternativi più famosi e utilizzati, ma ne esistono davvero molti altri, e allora quale scegliere? Qualcuno vi consiglierà questo o quell’altro, ma la verità è che ognuno fa caso a sé e dovrebbe utilizzare quello più performante secondo le sue abitudini e necessità.

A questo punto entra in gioco il programma open source namebench che trovate qui. Disponibile per le piattaforme Windows, Mac e Linux (qui per la pagina download) questo software è in grado, partendo dall’esame della cronologia del browser, di valutare i tempi di risposta dei vari servizi DNS e quindi di calcolarne le performance.

Dopo qualche minuto di attesa si potrà scorrere il risultato dell’analisi in cui verrà proposto il servizio DNS più adatto alla propria connessione, la percentuale di maggiore velocità ottenibile e gli eventuali errori riscontrati dal programma.

Se non siete “sicuri” non toccate i valori default proposti all’avvio di namebench e iniziate subito l’analisi premendo il tasto “Start Benchmark“:

Istantanea_2015-11-20_13-18-19

E’ possibile impostare il programma per un’analisi più avanzata/approfondita. In ambito home non dovreste aver bisogno di modificare quanto indicato nel “NameServer“. Accertatevi invece che “Include best available regional DNS services” sia selezionata. Modificate “Your location” in “Other” e scegliete in “Query Data Source” la cronologia del browser che più utilizzate oppure, se preferite un’analisi anonima e non personalizzata, scegliete di effettuarla sui 2000 maggiori siti proposti da Alexa.

Pur essendo un software sponsorizzato in parte da Google e servendomi da tempo proprio di Google DNS, namebench mi consiglia di utilizzare il DNS di Infostrada (cioè il mio provider):

Istantanea_2015-11-20_13-28-24

Nel mio caso la velocità di navigazione verrebbe migliorata in media del 6,1% rispetto al DNS che normalmente utilizzo. Mi vengono segnalati gli indirizzi del servizio DNS più veloce e vicino (quello di Infostrada appunto). Nel dettaglio vengono segnalati alcuni problemi di reindirizzamento per il sito di twitter.com (che comporta hop/salti in più, tradotti in perdita di millisecondi per raggiungere correttamente la pagina). Altri errori vengono riscontrati per il sito di google, ma sono comprensibili, visto il fatto che in quanto residente in Italia il DNS mi indirizza alla pagina di google.it rispetto al sito principale americano google.com.


Ovviamente questa analisi valuta le sole prestazioni di velocità. Al termine di questo articolo occorre precisare che nella scelta del DNS si dovrebbe valutare anche la sicurezza e il web filtering. Se vi è chiaro il funzionamento dei Domain Name Server avrete capito che da loro può dipendere l’effettivo raggiungimento se non addirittura il contenuto delle pagine che vorreste visitare. Una modifica alla lista interna del DNS potrebbe significare che magari un determinato sito sia per voi irraggiungibile oppure, molto peggio si potrebbe accedere ad un sito diverso dall’originale. Spesso i DNS alternativi danno alcune sicurezze in più proprio sotto questo aspetto. Vengono mantenuti da entità di indubbia fama nel web (pensiamo ad esempio a  Google) e pur offrendo servizi di web filtering (importanti per scremare siti di malware o quant’altro), si prestano poco a dare retta a chi vorrebbe (per ragioni politiche, ideologiche, legali, ecc…) limitata e/o sospesa la navigazione a determinati siti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: