Quanto costa lasciare i caricatori attaccati alla presa anche quando non li usiamo?

Le persone che possiedono uno smartphone si dividono in due categorie: quelli che staccano la spina del caricabatteria quando non lo utilizzano e quelli che lo lasciano attaccato alla presa convinte che tanto non consuma niente.
In pratica ci sono i pigri che non vogliono perdere nemmeno un minuto a cercare il caricabatteria quando gli serve e quelli che sono fissati contro i dispositivi succhia-corrente lasciati in stand-by.Immagine

Un semplice esperimento ha cercato di chiarire una volta per tutte i reali consumi dei caricabatteria quando non sono collegati allo smartphone.

Immagine

Utilizzando un misuratore di consumo elettrico, di quelli che si possono acquistare per una decina di euro e una volta attaccati alla presa a muro consentono di visualizzare il consumo di corrente dei dispositivi ad esso collegato, si è testato il comportamento dei caricabatteria dei cellulari più presenti sul mercato (*).

La risposta dell’esperimento è stata che,quando non stanno caricando lo smartphone, i caricabatteria NON consumano nulla, almeno questo è quanto risulta dal display del misuratore di consumo elettrico.

Ma chi ha eseguito l’esperimento non si è fermato a questa prima risposta, ma è andato oltre. Ha provato a collegare al misuratore non un caricabatteria alla volta, ma una serie di sette.

imagesQuesta volta si è potuto constatare che un leggero consumo c’è, eccome. Il misuratore ha segnalato in questo caso un consumo di 0,3 Watt (pari a 0,043 Watt per caricabatteria).

Facendo un rapido calcolo con il costo dell’elettricità in Italia che varia tra i 0,20 e i 0,40 centesimi di euro a Kilowattora, lasciando attaccato alla presa di corrente il nostro caricabatteria per ventiquattro ore al giorno, sette giorni su sette, 365 giorni l’anno, si consumano in totale 2,628 Kwatt di energia che si traducono tra i 52 centesimi e l’euro di costo l’anno.

Un costo perlopiù risibile dunque (**): quelli convinti che i caricabatteria sono dei succhia-corrente anche quando sono in stand-by hanno certo ragione, mentre chi pensa che non cambia nulla potrà sostenere che la spesa è davvero irrisoria.


(*): Sono stati testati caricabatterie di modelli usciti dopo il 2012 che hanno un consumo molto inferiore rispetto alla tecnologia precedente.
(**): Il valore economico del consumo elettrico non tiene ovviamente conto dell’effettivo impatto ecologico dei milioni e milioni di dispositivi presenti al mondo. 

Fonte | Howtogeek

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: