Chrome 45 non supporta più i plug-in NPAPI

Da un paio di giorni, dopo l’update a Chrome45, gli utenti di del browser di Google si sono accorti che i plugin basati su funzionalità NPAPI. In pratica plugin basati su Java, UnitySilverlight non funzionano più su Chrome: questioni di sicurezza.

chromeIl fatto è che Google come aveva annunciato lo scorso gennaio ha deciso di mettere mano alla sicurezza dei naviganti del web eliminando quella parte di codice obsoleto e insicuro. Già da aprile poi, di default non è stato più possibile far partire automaticamente questo tipi di plugin. Ora nemmeno intervenendo sui flag e settings vari come vi avevamo proposto in questo nostro articolo, visto che i ragazzi di Mountain View hanno pensato bene di eliminare quelli utili a “forzare” il supporto al NPAPI.

Il protocollo NPAPI (Netscape Plugin Application Programming Interface) è l’architettura sulla quale si sono basati i plugin per il browser web fin dai tempi di Netscape 2.0 ed è oramai superata. Google da tempo cerca di imporre le sue specifiche PPAPI (Pepper Plugin API) e l’HTML5 , molto più sicure e performanti.

Al momento non ci sono soluzioni se non utilizzare un altro browser e visto che nemmeno nel nuovo browser di Microsoft, l’Edge di Windows 10 supporta il protocollo NPAPI, non resta che installare  Firefox o Opera. Tenendo conto però che quest’ultimo, utilizzando Blink, lo stesso motore di rendering di Chrome, presto o tardi lo abbandonerà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: