Desideri: vedere “MAD MAX: Fury Road”

mad-mad-fury-road-comic-con-posterCosa abbia rappresentato la trilogia di Mad Max per il cinema degli anni ’70 e ’80 è cosa nota anche ai non appassionati del genere.

Il lancio nello star-system dell’attore Mel Gibson, la consacrazione del regista George Miller e lo sdoganamento del cinema australiano nel mondo. Seza tralasciare la nascita di un filone post apocalittico poi più o meno abusato dal cosiddetto cinema di serie B così come dai colossal hollywoodiani.

Mettiamo che un maestro come George Miller voglia riportare in auge il personaggio di Max Rockatansky. Avrebbe potuto fare un remake (magari travestendolo da prequel come va di moda oggi), oppure fare un’operazione meramente commerciale come George Lucas con i primi di Guerre Stellari (stravolgendo la pellicola originale con ritocchi consentiti dalle moderne tecniche cinematografiche), il cinema di oggi ci ha abituato ad ingoiare tanti bocconi amari con storie e personaggi stuprati in nome del botteghino e del 3D.

mad-max-2

Invece stando a quanto si può vedere nel trailer che circola in questi giorni, quello che è stato fatto è assolutamente eccezionale. Da vero artista del cinema George Miller ha voluto tornare sul proprio lavoro rinfrescandolo con le tecniche cinematografiche moderne e le nuove strategie narrative e a quanto pare è riuscito nel suo intento.

mad-max-fury-road-03_t

IL TRAILER ASSOLUTAMENTE DA VEDERE:

L’ambientazione è la stessa vista negli anni ’80: il mondo ha affrontato un’apocalisse, forse una guerra nucleare, e ora è una landa desolata in preda a bande di violenti predatori a caccia di benzina. charlize-theron-mad-max444-pxlC’è Max (interpretato da Tom Hardy, l’attore visto ne “Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno“), un uomo d’azione e di poche parole, che sta cercando un equilibrio dopo che la moglie e il figlio sono stati uccisi in questa ondata di caos. E poi c’è Furiosa (interpretata da Charlize Theron), una donna d’azione, convinta che la strada verso la sopravvivenza passi attraverso il deserto fino alla sua terra natia.

mad-max-fury-road-vehicles

L’estetica di Mad Max è unica nel suo genere: steampunk post-apocalittico nel deserto australiano e MAD MAX: Fury Road sembra riuscire a riproporre l’apoteosi di esplosioni, fiamme e il sole del deserto, un’umanità senza regole se non quella della sopravvivenza del più forte. Insomma, sembra proprio che George Miller sia riuscito ad aggiornare in maniera convincente la sua migliore opera.

madmax2

Non una semplice copia fatta tanto per vendere qualche biglietto, ma una vera revisione artistica, profonda e ricercata. MAD MAX: Fury Road esce al cinema in italia il 14 maggio. Spero solo di non rimanere deluso…!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: