[Recensione] The interview – il film che Kim-Joung-Un non voleva farci vedere

Che fare a Santo Stefano acciaccato dai postumi dell’influenza se non provare a tirarsi su il morale guardandosi un film divertente? Troppo debole per sobbarcarmi il viaggio fino agli States dove Sony ha deciso di distribuire il film e troppo tirchio per spendere $5,99 dollari su Youtube per lo streaming ufficiale, mi sono affidato a XBMCTorrent che mi ha fornito pure i sottotitoli.

THE-INTERVIEWjpg

Tutto questo un mese esatto dopo che alcuni hacker si sono infiltrati nei computer della Sony rivelando tutte le email e i documenti segreti dell’azienda, tre settimane dopo che l’Fbi ha confermato con un’inchiesta che dietro gli hacker ci sarebbe la Corea del Nord, dieci giorni dopo le minacce contro i cinema, sei giorni dopo la decisione della Sony di non rilasciare il film, cinque giorni dopo che il presidente Obama ha criticato quella decisione, quattro giorni dopo la decisione della Sony di rilasciare il film per lo streaming online, due giorni dopo che la Sony ha deciso di distribuire il film in 300 cinema presi d’assalto dal pubblico americano visto che a questo punto vedere il film è diventato un obbligo patriottico.


[ATTENZIONE contiene SPOILER]


The_Interview_2014_posterIniziamo con il dire che i protagonisti di questa commedia sono Seth Rogen e James Franco (anzi il primo è pure co-regista e co-sceneggiatore, mentre il secondo è anche co-produttore) che appartengono alla nuova generazione di attori comici statunitensi in grado di sfornare capolavori demenziali come This is the end. Purtroppo di battute in cui si ride in questo film ce ne sono davvero poche, al massimo si sorride.

James Franco è un conduttore televisivo, mentre Seth Rogen è il produttore-regista della trasmissione serale che insieme hanno portato al successo. Dico subito che ciò che mi è piaciuto di più è stato l’outing di Eminem e l’intervista con Rob Lowe che confessa in diretta di portare il parrucchino. Entrambe le scene-cameo sono all’inizio del film e inquadrano il genere di notizie trattate dai nostri protagonisti e fanno ben capire che genere di film attente allo spettatore.

The-Interview-645x370

E’ proprio la voglia di cambiare genere facendo interviste più impegnate che li porteranno a Pyongyang ad intervistare il leader Jim-Joung-Un che si dichiara un fan sfegatato della loro trasmissione (un plauso all’attore Randall Park che interpreta un più che convincente dittatore nordcoreano).

Da qui la decisione della CIA di coinvolgerli in un piano per eliminare il dittatore che ha annunciato di essere pronto a lanciare le sue bombe nucleari sulla costa orientale degli Stati Uniti. Durante l’incontro-intervista in Corea del nord, utilizzeranno un cerotto impregnato di veleno, per avvelenare il dittatore con una stretta di mano.

the-interview-movie-seth-rogen-james-franco-3-600x399

All’arrivo in Corea del Nord viene mostrato ai due americani quanto siano false le dicerie sul loro paese. Vengono accolti da una folla festante all’aeroporto e quindi fatti passare vicino ad un fruttivendolo stracolmo di frutta e verdura con tanto di bambino obeso a salutarli. Il popolo nordcoreano sembra felice e ben pasciuto sotto la guida del loro leader Jim-Joung-Un.

A questo punto un’altra scena indimenticabile che è quella del recupero del cerotto da utilizzare per l’assassinio (visto che il primo viene scambiato da un soldato per una gomma da masticare) che vede Rogen-regista alle prese con una tigre che viene fatta fuori dal bussolotto sparato da un drone americano. Ma non finisce qui, Rogen-regista è costretto a nascondere il bussolotto viene nascosto alle guardie infilandoselo nel deretano. La demenzialità della scena è sconcertante soprattutto perché l’ho trovata poco divertente.

the-interview

Mentre Franco-presentatore viene raggirato dal dittatore che millanta il suo impegno per garantire il benessere del suo popolo, Rogen-regista s’innamora della responsabile delle pubbliche relazioni del dittatore che infine si rivela come appartenente all’opposizione.

Infine i due decidono di deviare il piano della CIA e di non uccidere il dittatore, ma si convincono che occorre smascherarlo durante la diretta mondiale, magari con l’aiuto della bella coreana. Il piano funziona e Franco-presentatore riesce a far piangere Kim.Joung-Un sulle note di Firework di Katy Perry, la loro cantante preferita. Intanto Rogen-regista perde un paio di dita durante la colluttazione per impedire ai tecnici coreani in regia di terminare la diretta: ma non preoccupatevi, qualche secondo dopo il blood splatter il nostro eroe non sembra più accusare le ferite. Per fortuna la bella coreana si sbarazza della soldataglia con una bella mitragliata.

Poi durante la fuga a bordo del carro armato regalo da Stalin, per scongiurare l’attacco nucleare, con un missile colpiscono l’elicottero del dittatore che rimane ucciso poco prima di dare il via al lancio.

the-interview-movie-seth-rogen-james-franco-4-600x399

L’happy ending vede Franco-presentatore osannato dalla critica durante la presentazione del suo libro sull’avventura e Rogen-regista che è rimasto in contatto con la bella coreana via Skype, con in braccio Jim-Joung-Un il cagnolino che hanno salvato in Corea.

Devo confessare che molto probabilmente, se non ci fosse stato tutto questo baccano intorno, avrei visto questo film con molte meno aspettative e sicuramente mi sarebbe piaciuto molto di più. Devo riconoscere quanto venga preso in giro il leader della Corea del Nord, ma da qui a chiederne la censura, dai…

E’ come se il nostro senatore Razzi chiedesse a Crozza di smettere di prenderlo per il culo per la sua satira. Comunque tutto questo casino per un film con tante battute cretine mi sembra una trovata di marketing esagerata. I protagonisti sono troppo scemi, la trama improbabile, le situazioni surreali, e le battute triviali e la politica internazionale c’entra davvero poco.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: