La ricetta del filetto di manzo

C’è chi pensa che sia grande lo chef che inventa/reinventa meravigliosi piatti con la sua tecnica e maestria e c’è invece chi crede che un grande piatto richieda innanzitutto la più assoluta semplicità.


filettoCuocere correttamente la carne non è cosa da tutti sebbene sulle nostre tavole sia pietanza molto comune. Ma una cosa è mangiare altra e godere della nostra innata onnivora passione per questo delizioso alimento.

Davanti ad un bel filetto piuttosto che rischiare brutte figure in molti preferiscono tradirne il gusto con spezie e salse, spesso tartassando il succulento alimento con cotture sbagliate che lo trasformano inesorabilmente in

ingredientiEppure basta seguire alcuni semplicissimi accorgimenti per ottenere un risultato più che soddisfacente per sé e per i propri commensali basandosi sulla semplicità che inoltre è sempre più salutare.

Ma innanzitutto occorre prestare bene attenzione al taglio di carne che si va a cucinare. Tutto inizia davanti al bancone del macellaio. Se la carne è stata da questi trattata come si deve, siete già a metà dell’opera: quindi la fiducia ha la sua parte, senza dimenticare che in qualità di consumatori dobbiamo prestare attenzione a ciò che acquistiamo.


Preparazione:

  • Avere l’accortezza di tirare fuori la carne dal frigo almeno mezz’ora prima dell’inizio della preparazione, altrimenti sarà troppo fredda con il rischio che lo shock termico a contatto con la padella ne comprometta la cottura.
  • Asciugare la carne tamponandola con carta da cucina.
  • Lavare il timo e sfogliatene il rametto unendo le foglioline ricavate a quattro cucchiai di olio.
  • Massaggiate la carne con l’olio al timo e quindi lasciatela riposare per un quarto d’ora.
  • Scaldare a fiamma viva la padella cospargendola con una manciata di sale grosso.
  • Quando la padella sarà ben calda comincerà ad emettere un lieve fumo, appena percettibile.
  • Iniziate a cuocere la carne, possibilmente utilizzando utensili di legno e comunque facendo ben attenzione a non pungerla mai per evitare la perdita di succhi.
  • La carne va lasciata cuocere 2-3 minuti per lato, senza toccarla, mantenendo la fiamma vivace. Controllare la temperatura della padella in maniera tale che non compaia acqua sul fondo (temperatura troppo bassa), ne fumare eccessivamente (temperatura troppo alta).
  • Terminata la cottura cospargete con abbondante pepe nero, quindi lasciate riposare la carne in un foglio di alluminio per cinque minuti. In questo tempo i succhi che sono concentrati al centro del filetto si ridistribuiranno uniformemente rendendo la carne più morbida.
  • Tagliate a fette la carne con un coltello ben affilato e riporla su un piatto da portata riscaldato condendola con un filo d’olio e, se si preferisce, con qualche goccia di aceto balsamico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: