E’ disponibile una nuova versione di PEERBLOCK (ver. 1.00.r677)

Finalmente ci sono novità nello sviluppo di PEERBLOCK.

Dopo aver “protetto”, per quanto ottimisticamente possibile,  il nostro amato computer da ogni possibile intrusione con antivirus e firewall spesso ci vediamo costretti ad “aprirlo” al mondo esterno per poter interagire con la rete. Occorre quindi provvedere.

Di norma consigliamo sempre a chi è abituato ad utilizzare servizi bittorrent o simili di installare sul proprio PC anche PEERBLOCK.

Di PEERBLOCK abbiamo già diffusamente parlato in ns. precedenti articoli. In pratica si tratta di un programma per sistemi WINDOWS che appoggiandosi a un sistema di black-list ha il compito di bloccare le intrusioni di istituzioni, imprese e organizzazioni segnalate per attività anti-p2p.

E’ da anni (dal lontano 2010) che la versione STABLE del programma è ferma, mentre di tanto in tanto ci sono notizie riguardo le versioni BETA che solitamente non deludono gli utenti. Quindi per chi non si accontenta della versione STABLE e per chi vuole avere il programma aggiornato sempre con l’ultime features PEERBLOCK, ci sono novità: da qualche giorno è stata rilasciata una nuova versione, la r677 scaricabile qui.

Questa nuova release anche se BETA porta interessantissime novità e sono molti coloro i quali hanno già provveduto all’UPGRADE senza attendere oltre la versione 1.2 che danno per certa nei prossimi mesi. Ecco le nuove e imperdibili features:

  • Compatibilità con Windows 8.1 – Sembrano essere stati risolti i problemi di compatibilità con le ultime versioni del sistema operativo della Microsoft. Leggendo il changelog scopriamo che è stato abbandonato il supporto per Windows 2000, ma la cosa non ci sembra particolarmente rilevante, mentre finalmente si può installare Peerblock su Windows 8 e 8.1;
  • Port Allow List – Implementata una funzionalità che interesserà magari a pochi, ma che in realtà fa capire gli sforzi del team per offrire un prodotto tout-court. In pratica è ora possibile settare nel programma le porte il cui traffico non si vuole che venga mai bloccato da Peerblock (pensiamo a un servizio di FTP pubblico oppure al traffico SMTP);
  • Maggiore integrazione con I-Blocking – Dopo la recente partnership con questo servizio gli sviluppatori di Peerblock hanno pensato bene di integrare la versione premium del noto fornitore di blacklist (a $9,99 l’anno);
  • Notifiche errori migliorate –  L’avviso di errori sia per quanto riguarda le blacklist sia gli errori in Windows sono stati migliorati.

2 Risposte

  1. Ma è a pagamento? Non mi fa più aggiornare le liste! Leggo “Update limit exceeded”. Come sarebbe a dire?

    Mi piace

    • Tranquillo. Come indicato nel sito di Peerblock, da qualche tempo è possibile aggiornare le liste una volta sola alla settimana : “…free users will only be able to download updated lists once per week”.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: