Android WiFi Matic – Gestire in automatico la connessione WiFi sullo smartphone

wifimaticTra le tante applicazioni da avere caricate sul proprio smartphone, personalmente non posso fare a meno di WIFI Matic di Carlos Prados, una piccola utility che si preoccupa di accendere e spegnere automaticamente la connessione wireless in base alla posizione rilevata interrogando le antenne del provider di telefonia mobile.

Questa utilissima app gratuita disponibile su Google Play e localizzata in italiano, permette di risparmiare il consumo della batteria evitando di dover “ricordarsi”  di avviare la connessione wireless del cellulare ogni volta che si arriva in ufficio o a casa e di spegnerla quando se ne esce.

La genialata di questa app che permette un effettivo risparmio di energia, è che la posizione dello smartphone viene determinata interrogando le celle di telefonia mobile e quindi non occorre attivare l’antenna GPS, né attivare i servizi di localizzazione del sistema Android.

imagesIl suo funzionamento è semplicissimo. Una volta installato, WiFi Matic, rileva automaticamente la propria posizione e apprende la rete Wifi alla quale ci siamo collegati. D’ora in avanti quando lasceremo la zona coperta dalla cella telefonica registrata la connessione Wifi verrà disattivata per poi essere automaticamente riattivata al nostro rientro. Selezionando nel menù la funzione “Ricorda le reti Wi-Fi”, penserà in automatico l’applicazione ad aggiungere le nuove reti a cui ci si è connessi e le relative posizioni. In pratica si renderà “intelligente” il consumo di batteria derivante dalle connessioni WiFi che saranno attive solo quando effettivamente in essere.

Ovviamente è possibile intervenire manualmente e/o disabilitare l’App.

WiFiMatic_barcodeL’app permette anche di temporizzare la connessione ovvero impostare un orario in cui spegnere e accendere il WiFi (ad esempio per spegnerlo di notte e riaccenderlo al mattino).

Il programmatore ha pensato a tutto ed è possibile agire dal menù dell’applicazione per impostare l’aggiornamento “forzoso” della posizione per chi possiede un apparecchio Android un po’ datato o low cost che solitamente ha problemi nel rilevamento della posizione a schermo spento.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: