TERREMOTO GIAPPONE: Sul nucleare la Germania è un passo avanti

Dopo lo sgomento provato per le immagini in del terremoto e dello tsunami che hanno devastato il Giappone e i conseguenti parallelismi del tipo “se fosse successo da noi stavamo freschi” è giunto forse il momento di cercare di capire meglio cosa sta accadendo nel Sol Levante perché un conto è seguire in tv le immagini del disastro e dispiacersi per le vittime, un altro è ritrovarsi con la pioggia radioattiva sulla propria testa.

esplosione del reattore di Fukushima

Sebbene se ne stanno lì tutti a tranquillizzarci che la vicenda di Fukushima non è e non sarà un’altra Chernobyl non è per niente tranquillizzante avere qualche decina di barre d’uranio fuse con il rischio di una contaminazione a livello globale.

E in mezzo a questa confusione che facciamo noi italiani… noi si va avanti il nucleare è l’energia del futuro: quella giusta per ricaricare le batterie dei nostri smartphone e accessori vari.

Gli americani dal canto loro hanno allontanato le loro navi dalla costa giapponese dopo aver riscontrato un aumento del livello di radioattività nell’aria (stando a 160Km dalle centrali). Al contempo rispondo all’appello del governo giapponese che ha chiesto aiuto a Obama per l’invio di una task force di consulenti (non dimentichiamoci che in USA nel marzo del 1979 c’è stato l’incidente alla centrale nucleare di Three Miles Island).

I francesi hanno richiamato i loro concittadini dal Giappone (anche quelli che risiedono a Tokio, relativamente lontani dalla zona calda) e fanno pressioni sulle Autorità internazionali per la sicurezza nucleare affinchè gli incidenti giapponesi vengano classificati a livello di 5 o 6 (su una scala che arriva a 7) anzichè a livello 4.

I tedeschi sembrano essere quelli più razionali di tutti. Il governo Merkel ha inviato squadre di soccorso in Giappone e visto che è meglio imparare dalle disgrazie altrui pensa di chiudere definitivamente le centrali nucleari più vecchie in terra teutonica, dichiarando che l’energia nucleare è lungi dall’essere l’energia del futuro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: