ON AIR: “Gli arbitri ti picchiano” – Pino Scotto ft. Caparezza

Gli arbitri ti picchiano – Pino Scotto & Caparezza

Buonasera dallo stadio Olimpico di Libertopoli

come potete vedere il pallone è al centro del campo

perché sta per iniziare

la finalissima della Coppa delle Coppole.

La finale più attesa

tra le due squadre pronosticate alla vigilia

ovvero i Colletti Bianchi e i Colletti Sudati.

A dirigere la partita

un manipolo di arbitri in divisa nera

armati fino ai denti.


Milionari o plebei

che maglia hai

di che squadra sei?

Con me

nei quartieri

la bandiera su

come al derby day.

Lassù sul display

il punteggio pare non cambi mai

Ma che fairplay

qui non trattano, maltrattano.

Casomai

tieni gli occhi aperti che

gli arbitri ti picchiano

No! no! no! no! no! no!

Gli arbitri ti picchiano

No! no! no! no! no! no!

Gli arbitri ti picchiano

No! no! no! no! no! no!

Gli arbitri ti picchiano, no!

Gioco qui,

in un team

che non segna mai

che non ha trofei.

Perché qui

il team

solo con gli “sghei”

vincerà i tornei.

Non puoi (non puoi)

sfondare (sfondare)

barriere

lunghe chilometri.

Non puoi (non puoi)

respirare (respirare)

nei polmoni

troppi fumogeni.

Casomai (pigghialo Pino)

tieni gli occhi aperti che

gli arbitri ti picchiano

No! no! no! no! no! no!

Gli arbitri ti picchiano

No! no! no! no! no! no!

Gli arbitri ti picchiano

No! no! no! no! no! no!

Gli arbitri ti picchiano!

No! no! no! no! no! no!

Gli arbitri ti picchiano!

Vado all’attacco di un passato mai remoto

metto in moto un mare di mani

e un maremoto, ma tu

rimani in moto, su

rimani in gioco

mentre io con il mutuo

mi gioco il terreno

in pieno trasloco.

Sulle spalle conto cifre insostenibili

cosche e crimini

boss temibili

costi e lividi.

Il pronostico ostico non mi gasa

chi scende in piazza

e gioca fuori casa

niente calci d’angolo

in un angolo ci dai tanti calci

a noi recalcitranti sgretolati come calcinacci

vacci piano

porta anfibi non ciabatte

ma a carte fatte

sta punizione non ci abbatte

Non appellarti alla difesa

non attacca ma vendetta

pressa

viene dal fondo

come una rimessa.


No! no! no! no! no! no!

Gli arbitri ti picchiano

No! no! no! no! no! no!

Gli arbitri ti picchiano

No! no! no! no! no! no!

Gli arbitri ti picchiano!

No! no! no! no! no! no!

Gli arbitri ti picchiano!

Gli arbitri ci picchiano!




















Una Risposta

  1. Un po’ di correzioni 🙂

    Prima strofa

    5° verso
    nei cortei

    8° verso
    Ma sul display

    seconda strofa

    6° verso
    di routine

    Bridge di Caparezza
    5° sul terreno di gioco

    🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: