NOSTALGIA CARTOON: The Monkey – Le grandi avventure di Goku

Monkey (悟空の大冒険 Gokū no Daibōken), letteralmente “Le grandi avventure di Gokū“, è un anime giapponese di 39 episodi, scritto e prodotto nel 1967 da Osamu Tezuka con la sua casa di produzione indipendente, la Mushi Production, distribuito in Italia negli anni ottanta e trasmesso da diverse reti televisive private (ANTENNA 3, RETE A, ecc..) con la sigla cantata dai Coccodrilli.

Il cartone deriva da una leggenda giapponese molto famosa di Hiuan Tsang, vissuto nel 1500. Da questa leggenda è nato anche Dragon Ball: possiamo dire che il piccolo scimmiotto di “Goku no daiboken” è in fondo un antenato del “Son Goku” conosciuto in tutto il mondo.

Personaggi:

  • Gokò/Goku – La scimmia protagonista della storia, forte e dispettosa, ma isterica ed egoista: si veste con un kimono rosso e va sempre in giro con la sua amata lancia magica, per di più, ha anche una nuvola d’oro che lo fa volare. Si comporta come un maschiaccio ma è un po’ infantile, e quando si mette in testa qualcosa, difficilmente molla.
  • Tansuko/Tatsuko – L’unico personaggio assente dal romanzo a cui il cartone animato è ispirato, si tratta di una fatina dall’aspetto di una ragazzina dai capelli rosa, è capace di trasformarsi in qualunque cosa e sembra che abbia un nonsoché per Gokò…
  • Reverendo Sanso – Il monaco che guida il gruppo. Si veste con abiti d’oro e nonostante non sia completamente un reverendo (ma un prete) è capace di tradurre antiche formule e manoscritti. Siccome è molto debole e imbranato, è considerato una “femminuccia”.
  • Hakkai – Un altro membro del gruppo, dall’aspetto di maiale. È molto goloso e spesso va in giro con un rastrello.
  • Sagoyo/Sagojo – (parodia del demone aquatico Sha Wujing) L’ultimo ad aggregarsi al gruppo, è un vecchio e scorbutico cercatore di tesori che scava ovunque con la sua pala (donatagli da Gokò). Fa di tutto pur di avere oggetti preziosi.

“Dopo aver finito i compiti e giocato interminabili partite di calcio (quelle con le porte segnate con il gessetto, il portiere volante e il calcio di rigore senza rincorsa) al parchetto sotto casa sotto l’occhio vigile delle mamme, i pomeriggi terminavano a casa per la merenda a base di pane e marmellata. Alla televisione seguivamo le avventure della scimmietta Goku che insieme alla sua strampalata compagnia se ne andava in giro per la Cina.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: