Breve sfogo di un imperfetto

In questi giorni riesco a comprendere poco o nulla di quello che mi succede attorno.

Mi sembra di vedere persone che aprono e chiudono la bocca. Mi sa pure che cercano di parlare con me. Ma i suoni sembra non mi arrivino correttamente alle orecchie e quindi è come vedere dei pesci che boccheggiano nella boccia di vetro: carini, ma chi hai mai instaurato un serio rapporto dialettico con un pesce rosso?

Sarà colpa mia o sarà colpa loro?

Perché se è colpa mia sono davvero messo male, ma se è colpa loro sto messo peggio.

Prendi ad esempio quella che piace a me. Ma come ti dico che ti amo. Che ti amoooo ti ho detto! Che a trovarlo un altro che te se mette er core in mano. E te niente….? Ma almeno m’avesse mandato a quel paese. Niente. No comment. Ma che significa? E io che devo pensare? Boh! Respinto al mittente ci starebbe pure: ce ne sarebbero un milione di motivi. E invece niente. Capito? Niente di niente. Roba da rimanere lì fermo come una statua con i piccioni che ti defecano addosso. Forse non merito nemmeno un perché! Avrà pensato, ma chi sei? Che cosa vuoi? Mah, in mancanza di un dialogo, sono solo supposizioni. Forse non sono alla sua altezza: quindi non merito nemmeno quei tre secondi d’attenzione. Siamo amici! De che? Io gli amici mica li tratto così. Di solito meglio o magari pure peggio, ma mica così: quindi ariaaaa! Mica te la devi prendere se quando ti incontro faccio finta di non conoscerti. Cioè non è che proprio ce l’ho con te (magari solo un filino), ma cerca di capirmi. Più sto lì a sorriderti e a far finta di niente e più mi girano le scatole. Che vuoi sono fatto così (e mi piaccio pure: è questo il problema).

Per fortuna ogni tanto. E intendo molto sporadicamente,ti fai una chiacchierata onesta con qualcuno, senza stare lì a pararti il didietro, ma solo per il piacere di parlare con una bella persona, senza fini di lucro insomma. Ma è una goccia in mezzo al mare che si disperde facilmente in questo mondo di m…da!

Vietato lamentarsi. Ma chi si lamenta, io me ne vadoooo!

Scusi, ma sto circo quando finisce? Vorrei scendere, please. Dov’è il campanello da suonare così l’autista mi fa scendereeeeee?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: