Ravioli da brodo

“Ho sempre pensato al Natale come ad un bel momento. Un momento gentile, caritatevole, piacevole e dedicato al perdono. L’unico momento che conosco, nel lungo anno, in cui gli uomini e le donne sembrano aprire consensualmente e liberamente i loro cuori, solitamente chiusi.”
(C. Dickens)

Ci sono piatti che cucinati con amore per i propri commensali e portati in tavola rendono le feste più gustose. I ravioli in brodo, magari di cappone, sono ottimi e indicati in queste occasioni.

Ingredienti x 5 persone:

    per i ravioli

  • 100g. semola
  • 100g. farina bianca
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • vino bianco
  • noce moscata
  • olio d’oliva
  • sale

    per il ripieno

  • salsiccia di pollo
  • 1 uovo intero
  • 1 albume
  • pane grattugiato
  • 1 carota
  • 1 scalogno
  • olio d’oliva
  • sale

Ricetta:

Preparare l’impasto unendo le farine a fontana, spolverizzare con la noce moscata e aggiustate con un pizzico di sale. Unite quindi l’uovo e un filo di olio d’oliva. Iniziate a impastare  lungamente gli ingredienti aiutandovi con il vino fino a formare una palla liscia, omogenea ed elastica. Lasciare riposare per una mezz’ora.

Intanto preparate il ripieno. Tritate la salsiccia, fatela rosolare in un padellino con il soffritto di  scalogno e carota. Lasciate raffreddare. Unire al trito di carne, l’uovo e il pane grattugiato.

Stendere la sfoglia (2a tacca della macchina) man mano che si preparano i ravioli, senza lasciare asciugare la sfoglia che deve essere molto elastica e non secca. Preparare i ravioli avendo cura di infarinare il supporto di taglio per non farli attaccare spennellando le due sfoglie con il bianco dell’uovo. Una volta ottenuti i ravioli (6/8 a persona) lasciarli riposare per una ventina di minuti, quindi bollirli nel brodo. Scolarli dal brodo con una schiumarola mettendolli nel piatto di servizio, cospargerli con abbondante parmigiano grattugiato e quindi ricoprire con un mestolo di brodo. Il brodo risulterà legato dalla farina in eccesso utilizzata per non fare attaccare i ravioli. E’ possibili inoltre ottenere degli spaghettini dalla sfoglia in eccesso (3a tacca della macchina) da cuocere sempre nel brodo dopo i ravioli unendoli a questi nel piatto poco prima del parmigiano.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: