Pomeriggio sulla SP72

Era da tanto che desideravo cimentarmi con una per me insolitamente lunga distanza. Inalmente oggi pomeriggio ho preso la mia BIANCHI nuova e incoraggiato dal tempo incerto, ma sereno sono partito per la grande impresa. Nello zainetto oltre all’impermeabile e allo spray tabbabuchi un paio di minipanini e due cornetti alla crema. Il tragitto da Oggiono a Lecco è praticamente tutto in discesa utile per riscaldarsi e per eventuali ripensamenti. Il traffico del lungo lago di Lecco me lo lascio alle spalle giusto in tempo per affrontare il tratto più impegnativo del percorso: quello che da Lecco mi porta ad Abbadia Lariana. La strada è per un buon tratto la stessa che fanno le automobili della SS36. Mentre loro sfrecciano a cento all’ora io mi sparo a quaranta fino alla galleria di Abbadia, il cui ultimo tratto mi mette ansia visto che non è ben illuminato. Arrivato ad Abbadia mi rilasso un po’: è trascorsa una mezzoretta dalla partenza ed è ora di apprezzare gli scorci che la strada offre appoggiata com’è alle acque del lago. Abbadia e Mandello scorrono veloci grazie al falso piano in discesa. A Mandello cerco la famosa fabbrica della MOTO GUZZI, ma dopo una decina di minuti desisto.

Magari l’ho superata inavvertitamente e la recupererò al ritorno. Arrivo a Lierna dopo aver attraversato un paio di tunnel illuminati solo dai finestroni sul lago. Il tempo sembra tenere, ma dove trovo la strada in ombra tremo dal freddo. Adesso capisco che ci fa George Clooney da queste parti. Da un lato le prealpi che s’innalzano coperte dalla vegetazione. Dall’altra le onde del lago in cui si specchiano il sole e le vele di molte imbarcazioni. Supero alcune spiaggette dove i più audaci si abbronzano in costume da bagno. Arrivo a Dervio dove rimango impressionato dai ruderi del Castello, ma la mia meta è Colico e non vedo l’ora di arrivare. Mi abbevero ogni tanto alternando all’acqua l’Enervit che mi sono portato dietro. Arrivo finalmente a Piona dove sono stuzzicato di fare una deviazione all’Abbazia, ma la leggera salita che incontro mi fa desistere. Poi una bella discesa fino alla pianura che mi porta a COlico. Non ancora superate le porte della città mi fermo per tirare fuori dallo zainetto il prio mini panino. MI faccio il secondo insieme a una pesca vicino all’imbarcadero spaparanzato su una panchina. Mi fermo un quarto d’ora non di più per paura che mi si raffreddino i muscoli delle gambe. Faccio per riprendere la strada per il FUentes, ma i chilometri sono troppi. mi ero dato come limite i cinquanta chilometri e sono fuori di quattro. E’ ora di tornare indietro. DOpo i primi chilometri in pianura, mi tocca quella che prima era stata una bella discesa divenuta ora una non impegnativa salita. Le gambe iniziano a farmi male e la velocità crolla clamorosamente. Poi riesco ad aggregarmi ad un altro ciclista a cui succhio la ruota impunemente fino a Mandello. MI preparo quindi al tunnel di ritorno di Abbadia e al lungo lago di Lecco. Arrivato a Lecco capisco che dopo novanta chilometri è ora di fare una piccola sosta. Cinque minuti su una panchina in riva al alago e poi in sella per affrontare gli ultimi chilometri. La strada si fa sempre più pesante. Ma dentro alla testa inizia a risuonarmi la colonna sonora di Rocky (l’ipod mi ha lasciato dopo tre ore e mezza di radio), affronto la salita di Valmadrera e a venti chilometri all’ora arrivo a due chilometri da Oggiono dove incontro l’ultima facile, ma per me in questo momento devastante, salita. MI ritrovo a superare a diei all’ora le macchine incolonnate. Arrivo quindi a casa. 107 chilometri in quattro ore e un quarto. E’ il mio record di distanza. Sono contento. Adesso doccia e a letto. O no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: